User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27

Discussione: BENVENUTO PRESIDENTE!

  1. #1
    Avamposto
    Ospite

    Predefinito BENVENUTO PRESIDENTE!

    Ahmadinejad 'coltiva' Hezbollah, Obama preme sull'ANP



    Et voila, Mahmoud Ahmadinejad è arrivato in Libano. Non per una vacanza, ma per una visita di Stato che toccherà, guarda caso, anche la frontiera israeliana, nel sud del Paese, in aperto sostegno all'organizzazione militante sciita Hezbollah.




    Et voila, Mahmoud Ahmadinejad è arrivato in Libano. Non per una vacanza, ma per una visita di Stato che toccherà, guarda caso, anche la frontiera israeliana, nel sud del Paese, in aperto sostegno all'organizzazione militante sciita Hezbollah.

    Ospite di riguardo
    Al suo arrivo alle 8 italiane Ahmadinejad è stato accolto da dei deputati, dai due ministri di Hezbollah del governo di unità e dal presidente del Parlamento, lo sciita Nabih Berri. Presente anche una delegazione dell'ambasciata iraniana e il padre di Imad Mughniyeh, leader militare di Hezbollah assassinato nel 2008, bestia nera di Israele.



    In giornata il capo dello Stato iraniano sarà ricevuto al palazzo presidenziale di Baabda, nei pressi di Beirut, dal suo omologo libanese, Michel Suleiman. Successivamente dovrebbe incontrare il Primo ministro Saad Hariri. Questa visita di due giorni, la prima dall'elezione di Ahmadinejad nel 2005, suscita una grande controversia in Libano dove il campo pro-occidentale che contesta a Teheran la sua "ingerenza", teme che il Paese diventi una "base iraniana" alle porte dello Stato ebraico.



    Gli USA premono sull'Anp
    Da Washington, intanto, aumentano gli 'inviti' all'Anp per riconsiderare il 'no' alla recente proposta del premier israeliano Netanyahu. Israele "è lo Stato del popolo ebraico, ma resta anche uno Stato per altri cittadini, di altre fedi", ha detto chiaro il portavoce del Dipartimento di Stato Usa, Philip Crowley, confermando il sostegno di Washington alla richiesta del premier Benjamin Netanyahu di un riconoscimento di Israele come Stato ebraico in cambio di un nuovo congelamento degli insediamenti.

    "Quella di Netahyahu è una richiesta che noi sosteniamo - ha proseguito il portavoce - Quello che vogliono da questo negoziato è il riconoscimento di Israele come parte della regione e come madrepatria del popolo ebraico".

    "Questa non è una strada a senso unico, ma a due sensi - ha aggiunto - il primo ministro sta offrendo qualcosa e chiedendo qualcos'altro". "Auspichiamo che i palestinesi facciano altrettanto - ha concluso - e che, attraverso questo dialogo, otterremo l'impegno delle due parti a continuare i negoziati".





    Rainews24.it

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Avamposto
    Ospite

    Predefinito Rif: BENVENUTO PRESIDENTE!









  3. #3
    Avamposto
    Ospite

    Predefinito Rif: BENVENUTO PRESIDENTE!

    13-10-10
    LIBANO: AHMADINEJAD ATTERRA A BEIRUT, CALDA ACCOGLIENZA DI HEZBOLLAH

    (ASCA-AFP) - Beirut, 13 ott - Il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad e' arrivato in Libano per una controversa visita che lo portera' nei territori vicini al confine con Israele, una zona centrale per le attivita' di Hezbollah.

    Il leader iraniano e' stato accolto all'aeroporto di Beirut dal presidente del Parlamento Nabih Berri e da una delegazione di politici di Hezbollah. All'esterno dell'aeroporto, migliaia di persone hanno affollato le strade, sventolando le bandiere di Hezbollah ''per esprimere il loro supporto alla Repubblica Islamica iraniana''.

    Ahmadinejad e' stato poi accolto al palazzo presidenziale, pochi chilometri fuori da Beirut, dove si e' tenuta una cerimonia ufficiale di benvenuto.









    LIBANO AHMADINEJAD ATTERRA A BEIRUT CALDA ACCOGLIENZA DI HEZBOLLAH - Agenzia di stampa Asca

  4. #4
    Avamposto
    Ospite

    Predefinito Rif: BENVENUTO PRESIDENTE!

    AHMADINEJAD IN LIBANO, MIGLIAIA NELLE STRADE AD ACCOGLIERLO





    08:45 13 OTT 2010

    (AGI) Beirut, 13 ott. - E' iniziata la controversa visita in Libano di Mahmoud Ahmadinejad (la prima da quando, nel 2005, e' stato eletto), una visita durante la quale il presidente iraniano dovrebbe spingersi fino alla frontiera meridionale con Israele e che alcuni considerano come il messaggio che il Libano e' "una base iraniana" alle porte dello Stato ebraico. Lasciando Teheran Ahmadinejad ha ribadito l'importanza della visita (in cui verranno tra l'altro firmati una serie di accordi bilaterali commerciali) sottolineando che "il Libano e' il punto focale della resistenza". "Il Libano e' il punto focale della resistenza e che si leva contro coloro che chiedono troppo. A questo proposito sta giocando un eccellente ruolo nella regione".
    Accolto dal presidente del Parlamento, Nabih Berri e da una delegazione di rappresentanti di Hezbollah, il presidente iraniano e' arrivato all'aeroporto di Beirut, la capitale libanese le cui strade erano affollate dalle prime ore della mattina da migliaia di persone, in gran parte sostenitori di Hezbollah, molti con le bandiere iraniane. Lungo la strada che conduce dall'aeroporto (situato vicino alla roccaforte del 'Partito di Dio', nei quartieri meridionali della citta'), imponenti misure di sicurezza, ma anche grandi manifesti con la foto dell'incendiario presidente iraniano; isolata la zona del centro cittadino, in cui si trova l'albergo dove il presidente iraniano alloggera'.
    Ahmadinejad assistera' a cerimonie e riunioni con il suo omologo libanese Michel Suleiman, il premier Saad Hariri, il presidente del Parlamento Berri, e dedichera' domani ai contatti con Hezbollah, il momento cruciale del viaggio. Il segretario generale del Partito di Dio, Sayyed Hassan Nasrallah, potrebbe visitare con lui i villaggi di frontiera, a pochi chilometri di distanza da Israele (grande nemico dell'Iran nella regione) nel sud libanese, anche se la visita non e' stata confermata dalle autorita' iraniana. E la frontiera libanese-israeliano rimane da ieri in grande allerta.
    "E' una provocazione, non deve arrivare fino li'", ha detto venerdi' Fares Suaid, coordinatore generale della coalizione 14 Marzo, maggioritaria in Parlamento, e che esprime il premier Hariri. "Con questa visita, si vuole dire che Beirut e' una zona sotto l'influenza iraniana, che il Libano e' una base iraniana nel Mediterraneo".




    AGI News On - AHMADINEJAD IN LIBANO, MIGLIAIA NELLE STRADE AD ACCOGLIERLO

  5. #5
    Avamposto
    Ospite

    Predefinito Rif: BENVENUTO PRESIDENTE!

    Ahmadinejad, a beirut per ribadire peso iran Si annuncia una visita di stato storica quella del presidente iraniano nel Paese dei Cedri. Saranno siglati importanti accordi nel settore dell’energia. Ma i sunniti più radicali organizzano proteste contro il leader sciita.

    (8 Ottobre 2010)


    anteprima dell'articolo originale pubblicato in NENA NEWS | NEAR EAST NEWS AGENCY



    di Mario Correnti




    Roma, 08 ottobre 2010, Nena News – Il ministro dell’energia iraniano Majdi Namjo da ieri è a Beirut per preparare l’arrivo di Mahmoud Ahmadinejad che la prossima settimana sarà protagonista di una visita di stato senza precedenti per il piccolo Paese dei Cedri, superiore per importanza persino a quella recente del leader siriano Bashar Assad. Il presidente iraniano è atteso il 13 ottobre in Libano e da settimane vanno avanti i preparativi, gestiti in buona parte dal movimento sciita libanese Hezbollah, della sua visita che sino ad oggi ha fatto parlare più per la presunta intenzione di Ahmadinejad di recarsi nel sud del paese per lanciare sassi verso il territorio israeliano, che per la sua importanza strategica ed economica. Gli analisti locali mettono in evidenza lo status sempre più rilevante che oggi Ahmadinejad occupa sullo scacchiere mediorientale. Il boicottaggio occidentale del programma nucleare iraniano se da un lato sta avendo per l'Iran conseguenze sul piano economico e commerciale, dall’altro non ha scalfito la potenza crescente, anche militare, di Tehran che riesce a far sentire tutto il suo peso nelle dinamiche politiche e diplomatiche nella regione. "Tehran è sempre stata dalla parte del Libano, soprattutto per quanto concerne la ricostruzione e lo sviluppo del paese", ha sottolineato Michel Aoun, generale cristiano-maronita leader del Movimento patriottico libero alleato di Hezbollah.

    Libano ed Iran – ha comunicato con enfasi l’ambasciata iraniana a Beirut – firmeranno un accordo nel settore dell’energia di grande rilievo per il Paese dei Cedri da anni alle prese con una grave carenza di energia che e' causa di continui blackout dell’elettricità che colpiscono la popolazione e penalizzano l’industria. La Repubblica islamica esporterà gas naturale verso il Libano, dove costruirà anche una raffineria di petrolio. A Teheran si terrà presto un incontro con i rappresentanti di Siria, Libano e Iraq per stabilire i termini dell'esportazione di gas iraniano nei tre Paesi arabi. La collaborazione con l’Iran, gigante mondiale nella produzione di petrolio, è un salto in avanti talmente importante per il Libano che il premier sunnita (e tra i principali imprenditori del Vicino Oriente) Saad Hariri, che per anni ha denunciato le interferenze di Tehran nella politica interna libanese, ha deciso di accogliere con grande calore il presidente iraniano. Secondo il quotidiano al Akhbar di Beirut, Hariri avrebbe dato ordine ai dirigenti del suo partito, Mustaqbal (sostenuto dai libanesi sunniti), di astenersi dal partecipare all’organizzazione di qualsiasi attività di protesta nei confronti di Ahmadinejad.

    Oltre ad incontrare Hariri, il presidente del parlamento Nabih Berri e il capo dello stato Michel Suleiman, Ahmadinejad parlerà anche all’università di Beirut e avrà colloqui con un gran numero di personalità politiche, anche cristiane e sunnite. I ministri iraniani al suo seguito firmeranno diversi accordi di cooperazione con i loro omologhi libanesi. Hezbollah e il suo segretario Hassan Nasrallah, assieme a molte migliaia di attivisti sciiti, accoglieranno con grandi festeggiamenti il presidente iraniano nei quartieri e nei sobborghi meridionali di Beirut, storiche roccaforti del movimento sciita libanese. Nel frattempo centinaia di bandiere della Repubblica islamica già sventolano sugli edifici e le moschee sciite lungo la «Linea Blu», che segna il confine internazionale tra Libano e Israele, mentre gigantografie di Ahmadinejad dominano ai lati delle carreggiate dell'autostrada Beirut-Tiro. A Maroun al Ras, a poche centinaia di metri dal confine con lo Stato ebraico, proseguono senza sosta i lavori per il completamento dell’«Iran Garden», un centro sociale costruito con donazioni iraniane dopo la distruzione del villaggio sotto i bombardamenti israeliani nell'estate 2006. Appare perciò infondata la notizia riportata ieri dal quotidiano (sunnita) al Liwaa sull’annullamento della visita di Ahmadinajad nel sud del Libano dove avrebbe l’intenzione di lanciare pietre contro Israele dalla Porta di Fatima, oltre visitare le cittadine di Bint Jbeil e Qana, duramente colpite dai cannoneggiamenti israeliani.

    A turbare una visita di grande significato per il Libano e l’intero quadro strategico mediorientale, saranno le proteste nel nord del Paese dei Cedri dei militanti sunniti più radicali. Poster con la foto del presidente iraniano coperta da una grande «X» rossa sono apparsi a Tripoli con la firma del «Fronte di azione islamica - Commissione energia» che accusa l'Iran di aver trasformato il Libano in una «base militare persiana» nel Mediterraneo. Si preparano a manifestare contro Ahmadinejad anche i salafiti di Tripoli. Fonti della sicurezza libanese hanno riferito nei giorni scorsi al quotidiano kuwaitiano al-Anbaa che potrebbero scendere in piazza migliaia di sunniti contro Ahmadinejad.

    Tripoli è una delle roccaforti storiche del salafismo in Libano, una rigida corrente sunnita che afferma di richiamarsi ai valori fondanti dell’Islam delle origini e che rifiuta la «bidaa», l’innovazione. E’ nota la forte avversione che i salafiti provano nei confronti dei musulmani sciiti, che considerano alla stregua di pagani. I salafiti di Tripoli hanno la loro roccaforte nel quartiere di Abu Samra e in talune occasioni sono stati in grado di mobilitare ampie porzioni di popolazione sunnita (nella città esiste una piccola minoranza di alawiti, una setta di origine sciita) che pure non condivide la loro visione oscurantista. Gli organizzatori delle proteste hanno in programma di bruciare la bandiera iraniana e poster di Ahmadinejad e di tenere manifestazioni con molte migliaia di attivisti. Nena News




    Ahmadinejad, a beirut per ribadire peso iran :: Il pane e le rose - classe capitale e partito

  6. #6
    FrenteNegro.tk
    Data Registrazione
    19 Jul 2010
    Località
    Occupata Europa
    Messaggi
    62
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: BENVENUTO PRESIDENTE!

    Sito ufficiale
    Twitter

    Dalla Spagna con Amore :dotto:

  7. #7
    FrenteNegro.tk
    Data Registrazione
    19 Jul 2010
    Località
    Occupata Europa
    Messaggi
    62
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: BENVENUTO PRESIDENTE!

    Ultima modifica di Causa Rivoluzionaria; 13-10-10 alle 18:48
    Sito ufficiale
    Twitter

    Dalla Spagna con Amore :dotto:

  8. #8
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: BENVENUTO PRESIDENTE!

    W l'Iran!
    W il Libano!

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    04 Jun 2009
    Località
    Mein Reich ist in der Luft
    Messaggi
    11,094
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: BENVENUTO PRESIDENTE!

    Benvenuto in Libano presidente!!!
    ████████

    ████████

    Gli umori corrodono il marmo

  10. #10
    Avamposto
    Ospite

    Predefinito Rif: BENVENUTO PRESIDENTE!


 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Benvenuto presidente.
    Di Nazionalistaeuropeo nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 18-03-13, 23:53
  2. Benvenuto, Presidente!
    Di Ierocle nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 18-06-08, 10:24
  3. Benvenuto Presidente Bush.
    Di Medsim nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 71
    Ultimo Messaggio: 16-06-08, 10:25
  4. Benvenuto presidente!
    Di Sabotaggio nel forum Destra Radicale
    Risposte: 119
    Ultimo Messaggio: 05-06-08, 02:41
  5. Benvenuto presidente Ahmadinejad
    Di Leninista nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 60
    Ultimo Messaggio: 03-06-08, 22:10

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226