User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 26
Like Tree6Likes

Discussione: Secondo me.

  1. #1
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Secondo me.

    I politici settentrionali, tutti, nessuno escluso, nessuno di loro si rende conto che roma senza il nord conta meno di Atene o Lisbona, che il sud senza il nord vale un Kosovo. Che regioni come la Lombardia, ma anche Veneto, Emilia-Romagna e Piemonte vadano giù a farsi dettare politiche idiote e suicide da territori sottosviluppati è da pazzi. Queste regioni devono imporre la loro politica al resto del paese, è un dovere e chi non ci sta vada a fanculo. O continuiamo a farci dare le linee politiche da gente che non sa neanche raccogliere l'immondizia? Con questo spirito devono scendere a roma i politici settentrionali.
    Ultima modifica di Quayag; 05-07-13 alle 13:05



    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    13 Apr 2012
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    14,438
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Secondo me.

    A mio avviso se ne rendono conto, ma se cercassero di mettere in atto politicamente le conseguenze del tuo ragionamento perderebbero le proprie prebende.

  3. #3
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,718
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Secondo me.

    I politici sono prima di tutto dei ladri delinquenti.
    Tutti.
    Del nord o del sud.
    Non ne può scappare uno.
    Sono ultra selezionati.
    Poi c'è la mafia.
    Che in itaglia comanda, secondo gli accordi stipulati e sottoscritti con gli USA che sono i nostri superiori padroni.
    La maggioranza al Parlamento è da sempre, per la conformazione stessa dei collegi, in mano ai politici del sud.
    Questi, si sa, sono eletti tutti attraverso il voto mafioso e sono ben felici di assecondare quindi chi li ha "promossi" in quella sede, così come fanno gli altri "promossi" in altre sedi, minori o superiori che siano.
    Questa è l'itaglia attuale.
    Un paese di merda, alla fine dei suoi giorni, che come tutti gli Stati alla fine della loro storia, non trova di meglio che impedire le critiche con la magistratura e le condanne per reati di opinione.
    Chiedere che le Regioni del nord impongano la loro politica al resto del paese è quindi prima di tutto un'utopia.
    Ma poi scritto da chi scrive qui sopra mi sembra veramente una conferma di quanto ancora manchi ai padani lo spirito di libertà.
    Il Nord si deve liberare e staccare.
    Da Roma, dal Sud e dall'Euro.
    Solo questo lo potrebbe salvare.
    Ma la vedo dura.
    novis likes this.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  4. #4
    [email protected]
    Data Registrazione
    23 Dec 2011
    Messaggi
    9,121
    Mentioned
    25 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Secondo me.

    attento all'acconzurta.

  5. #5
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Secondo me.

    Sono sempre più convinto della secessione, sempre di più, le regioni della Padania possono costruire una vera nazione, di gran lunga migliore dell'espressione geografica.

    Ma guardando alla situazione attuale è francamente ridicolo che il nord non abbia in mano la macchina statale e politica del paese, anni di martellmento mediatico sulla questiona meridiunala, di politically correct sul fatto che non si può dire che il sud è una rogna immane ha fatto si che i setentrionali accettino come normale il fatto che un territotio di tipo kosovaro, sottosviluppato e in mano alle mafie controlli l'apparato pubblico, quello politico, lamagistratura e le forze dell'ordine di tutto il paese.

    Se questo fosse un paese normale, la politica settentrionale si riunirebbe con sindaci, governatori e imprenditori del nord, deciderebbe le linee guida per il paese, e poi farebbe sapere alla capitala cosa deve fare.


    Guardate che fine abbiamo fatto invece.
    Ultima modifica di Quayag; 05-07-13 alle 20:04



  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,624
    Mentioned
    44 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Secondo me.

    Pare che adesso anche scrivere itaglia di merda sia diventato reato...mi chiedo onestamente, ma qual'è la differenza reale tra l'itaglia e l'Arabia Saudita che tanto disprezziamo? forse lì c'è persino più certezza del diritto che qui.

    Prego ogni giorno perchè il nord si stacchi da questa cloaca (si può dire?) al più presto....ma quando questo avverrà, bisogna ripensare completamente all'istituzione giudiziaria, non è possibile che delle perfette nullità da ogni punto di vista abbiano il potere monopolistico di "interpretare" (e quindi di fare) le leggi, e non illudiamoci che dei giudici settentrionali dotati di un simile potere sarebbero tanto meglio dei giudici meriddiunali autori di cotante illuminate sentenze....sarebbero meglio (è genetico), ma solo di un pò e non possiamo accontentarci
    Gladstone: " Se il popolo d'Inghilterra avesse dovuto attendere le libertà dal ricorso ai mezzi legali, esso le aspetterebbe ancora"

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,624
    Mentioned
    44 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Secondo me.

    Citazione Originariamente Scritto da Quayag Visualizza Messaggio
    Sono sempre più convinto della secessione, sempre di più, le regioni della Padania possono costruire una vera nazione, di gran lunga migliore dell'espressione geografica.

    Ma guardando alla situazione attuale è francamente ridicolo che il nord non abbia in mano la macchina statale e politica del paese, anni di martellmento mediatico sulla questiona meridiunala, di politically correct sul fatto che non si può dire che il sud è una rogna immane ha fatto si che i setentrionali accettino come normale il fatto che un territotio di tipo kosovaro, sottosviluppato e in mano alle mafie controlli l'apparato pubblico, quello politico, lamagistratura e le forze dell'ordine di tutto il paese.

    Se questo fosse un paese normale, la politica settentrionale si riunirebbe con sindaci, governatori e imprenditori del nord, deciderebbe le linee guida per il paese, e poi farebbe sapere alla capitala cosa deve fare.


    Guardate che fine abbiamo fatto invece.
    Secondo me anche qui si continua a fare l'immane errore di attribuire importanza decisiva alle mafie, e al fatto che queste dominerebbero il sud itaglia e quindi l'apparato pubblico nazziunale che diventa, di conseguenza, marcio....non è così, ed è molto importante rendersene conto per noi stessi, se un domani costruiremo degli stati indipendenti: le mafie sono solo una conseguenza naturale e necessaria del fatto che lo stato nel sud itaglia è pervasivo e violentissimo:
    Se nel sud itaglia nessuno ha mai potuto intraprendere niente, non è a causa della mafia ma a causa del suo stato opprimente e dei suoi giudici criminali, che incarceravano chiunque tentasse di intraprendere con mille pretesti: in un contesto del genere l'attività economica sana è sparita, ed è potuta rimanere solo l'attività illecita che, proprio grazie al fatto di essere illecita e grazie all'uso delle armi, ha potuto "difendersi" (seppure solo in parte) dalla violenza dello stato.
    La corruzione è stata portata dai ministri dello stato stesso, non dai mafiosi.
    Oggi nessun imprenditore itagliano investe più in itaglia, nè al nord nè al sud, perchè rischia di essere messo in galera o espropriato dallo stato e dai suoi giudici, non perchè i mafiosi gli chiedono il pizzo (tra l'altro, molto meno esoso delle tasse)....ed è proprio per questo stato di cose che alla fine, gli unici che svolgeranno qualche attività economica non legata allo stato, anche qui, saranno i mafiosi...perchè sono quelli che, nello svolgere attività economiche per quanto misere, rischiano un pò meno degli altri, o si sanno difendere un pò meglio degli altri.

    La dimostrazione di quello che dico sta nel fatto che la mafia esiste in tanti paesi (tra tutti, le tigri asiatiche, lo stesso Giappone), in cui lo stato però è meno opprimente che qui: e in quei paesi molte imprese sane sono nate e prosperano, accanto a quelle mafiose.
    Altra prova del nove (se non bastasse l'esperienza della mafia esportata in Nord America nel 1900): in Messico oggi opera la mafia più terribile e violenta del mondo, ma nella città di Ciudad Juarez (definita la città più pericolosa del mondo, praticamente un inferno) il governo messicano (per tutto il resto pessimo) ha posto una sorta di zona tax free, e ha consentito alle aziende straniere di investire proteggendole dall'invadenza statale:bene, quella è la zona più industrializzata del Messico, moltissimi beni che vengono consumati negli USA vengono prodotti da ditte americane e asiatiche che hanno unità operative a Ciudad Juarez...
    Lo stato itagliano è dunque ancora più violento, rapace e culturalmente arretrato e corrotto dello stato messicano? Beh, si può dire proprio di sì: ma guardiamoci dal fare il gioco dello stato itagliano stesso, e di attribuire la colpa di questo stato di cose alle mafie
    Ultima modifica di novis; 05-07-13 alle 22:16
    Gladstone: " Se il popolo d'Inghilterra avesse dovuto attendere le libertà dal ricorso ai mezzi legali, esso le aspetterebbe ancora"

  8. #8
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,321
    Mentioned
    38 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Secondo me.

    Citazione Originariamente Scritto da novis Visualizza Messaggio
    Secondo me anche qui si continua a fare l'immane errore di attribuire importanza decisiva alle mafie, e al fatto che queste dominerebbero il sud itaglia e quindi l'apparato pubblico nazziunale che diventa, di conseguenza, marcio....non è così, ed è molto importante rendersene conto per noi stessi, se un domani costruiremo degli stati indipendenti: le mafie sono solo una conseguenza naturale e necessaria del fatto che lo stato nel sud itaglia è pervasivo e violentissimo:
    Se nel sud itaglia nessuno ha mai potuto intraprendere niente, non è a causa della mafia ma a causa del suo stato opprimente e dei suoi giudici criminali, che incarceravano chiunque tentasse di intraprendere con mille pretesti: in un contesto del genere l'attività economica sana è sparita, ed è potuta rimanere solo l'attività illecita che, proprio grazie al fatto di essere illecita e grazie all'uso delle armi, ha potuto "difendersi" (seppure solo in parte) dalla violenza dello stato.
    La corruzione è stata portata dai ministri dello stato stesso, non dai mafiosi.
    Oggi nessun imprenditore itagliano investe più in itaglia, nè al nord nè al sud, perchè rischia di essere messo in galera o espropriato dallo stato e dai suoi giudici, non perchè i mafiosi gli chiedono il pizzo (tra l'altro, molto meno esoso delle tasse)....ed è proprio per questo stato di cose che alla fine, gli unici che svolgeranno qualche attività economica non legata allo stato, anche qui, saranno i mafiosi...perchè sono quelli che, nello svolgere attività economiche per quanto misere, rischiano un pò meno degli altri, o si sanno difendere un pò meglio degli altri.

    La dimostrazione di quello che dico sta nel fatto che la mafia esiste in tanti paesi (tra tutti, le tigri asiatiche, lo stesso Giappone), in cui lo stato però è meno opprimente che qui: e in quei paesi molte imprese sane sono nate e prosperano, accanto a quelle mafiose.
    Altra prova del nove (se non bastasse l'esperienza della mafia esportata in Nord America nel 1900): in Messico oggi opera la mafia più terribile e violenta del mondo, ma nella città di Ciudad Juarez (definita la città più pericolosa del mondo, praticamente un inferno) il governo messicano (per tutto il resto pessimo) ha posto una sorta di zona tax free, e ha consentito alle aziende straniere di investire proteggendole dall'invadenza statale:bene, quella è la zona più industrializzata del Messico, moltissimi beni che vengono consumati negli USA vengono prodotti da ditte americane e asiatiche che hanno unità operative a Ciudad Juarez...
    Lo stato itagliano è dunque ancora più violento, rapace e culturalmente arretrato e corrotto dello stato messicano? Beh, si può dire proprio di sì: ma guardiamoci dal fare il gioco dello stato itagliano stesso, e di attribuire la colpa di questo stato di cose alle mafie
    Le cosiddette altre mafie non sono mafie; sono solo criminalità comune eterodiretta dai soliti noti.
    La mafia è un fenomeno italiano importato dagli arabi. Stop.

    Inoltre mafia e mafiosi sono esseri intellettualmente e culturalmente inferiori; vengono usati, tenuti in vita e fatti prosperare dai consueti soliti noti, per i loro interessi.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  9. #9
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Secondo me.

    Citazione Originariamente Scritto da novis Visualizza Messaggio
    Secondo me anche qui si continua a fare l'immane errore di attribuire importanza decisiva alle mafie, e al fatto che queste dominerebbero il sud itaglia e quindi l'apparato pubblico nazziunale che diventa, di conseguenza, marcio....non è così, ed è molto importante rendersene conto per noi stessi, se un domani costruiremo degli stati indipendenti: le mafie sono solo una conseguenza naturale e necessaria del fatto che lo stato nel sud itaglia è pervasivo e violentissimo:
    Se nel sud itaglia nessuno ha mai potuto intraprendere niente, non è a causa della mafia ma a causa del suo stato opprimente e dei suoi giudici criminali, che incarceravano chiunque tentasse di intraprendere con mille pretesti: in un contesto del genere l'attività economica sana è sparita, ed è potuta rimanere solo l'attività illecita che, proprio grazie al fatto di essere illecita e grazie all'uso delle armi, ha potuto "difendersi" (seppure solo in parte) dalla violenza dello stato.
    La corruzione è stata portata dai ministri dello stato stesso, non dai mafiosi.
    Oggi nessun imprenditore itagliano investe più in itaglia, nè al nord nè al sud, perchè rischia di essere messo in galera o espropriato dallo stato e dai suoi giudici, non perchè i mafiosi gli chiedono il pizzo (tra l'altro, molto meno esoso delle tasse)....ed è proprio per questo stato di cose che alla fine, gli unici che svolgeranno qualche attività economica non legata allo stato, anche qui, saranno i mafiosi...perchè sono quelli che, nello svolgere attività economiche per quanto misere, rischiano un pò meno degli altri, o si sanno difendere un pò meglio degli altri.

    La dimostrazione di quello che dico sta nel fatto che la mafia esiste in tanti paesi (tra tutti, le tigri asiatiche, lo stesso Giappone), in cui lo stato però è meno opprimente che qui: e in quei paesi molte imprese sane sono nate e prosperano, accanto a quelle mafiose.
    Altra prova del nove (se non bastasse l'esperienza della mafia esportata in Nord America nel 1900): in Messico oggi opera la mafia più terribile e violenta del mondo, ma nella città di Ciudad Juarez (definita la città più pericolosa del mondo, praticamente un inferno) il governo messicano (per tutto il resto pessimo) ha posto una sorta di zona tax free, e ha consentito alle aziende straniere di investire proteggendole dall'invadenza statale:bene, quella è la zona più industrializzata del Messico, moltissimi beni che vengono consumati negli USA vengono prodotti da ditte americane e asiatiche che hanno unità operative a Ciudad Juarez...
    Lo stato itagliano è dunque ancora più violento, rapace e culturalmente arretrato e corrotto dello stato messicano? Beh, si può dire proprio di sì: ma guardiamoci dal fare il gioco dello stato itagliano stesso, e di attribuire la colpa di questo stato di cose alle mafie
    La colpa di come vanno le cose al sud è della mentalità meridionale, il resto è conseguenza.

    Se da noi le cose incominciano a prendere quella piega è per colpa di una P.A. prevalentemente meridionale, di un governo uguale e di moltissimi meridionali che arrivano.

    Parere mio personale.

    La secessione è un dovere per fermare tutto questo.
    Luis Molina likes this.



  10. #10
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,321
    Mentioned
    38 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Secondo me.

    Citazione Originariamente Scritto da Quayag Visualizza Messaggio
    La colpa di come vanno le cose al sud è della mentalità meridionale, il resto è conseguenza.

    Se da noi le cose incominciano a prendere quella piega è per colpa di una P.A. prevalentemente meridionale, di un governo uguale e di moltissimi meridionali che arrivano.

    Parere mio personale.

    La secessione è un dovere per fermare tutto questo.
    ... e di elite politiche, imprenditoriali e intellettuali padane xenofile e autolesioniste. Da secoli.
    Luis Molina likes this.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Prossima GMG secondo voi dove sarà? Secondo me a Madrid
    Di Oli nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 63
    Ultimo Messaggio: 21-07-08, 12:07
  2. Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 11-10-07, 19:56
  3. Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 09-03-06, 22:48
  4. Secondo voi...
    Di Fenris nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 81
    Ultimo Messaggio: 21-11-05, 09:37
  5. Secondo Voi :
    Di VIVIBILITY nel forum Fondoscala
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 18-11-05, 23:40

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226