User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Heimat

  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    13 Apr 2012
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    14,438
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Heimat

    http://forum.termometropolitico.it/n...ewthread&f=250

    Heimat è un vocabolo tedesco che non ha un corrispettivo nella lingua italiana. Viene spesso tradotto con "Casa", "Piccola patria", o "Luogo natio" e indica il territorio in cui ci si sente a casa propria perché vi si è nati, vi si è trascorsa l'infanzia, o vi si parla la lingua degli affetti.


    Il vocabolo "Heimat" non ha un corrispettivo in lingue come l'inglese o le lingue neolatine. Esiste invece un corrispettivo in alcune lingue slave: "dòmovina" in sloveno, croato e serbo e "domov" nella lingua ceca[1].


    Il concetto di Heimat si sviluppò nella cultura tedesca a metà del XIX secolo allorché la nascente industrializzazione si accompagnava in Germania all'esodo massiccio di popolazione dalle aree rurali verso le grandi città, e contemporaneamente l'unificazione politica della Germania comportava il dissolvimento dei piccoli stati in un unico nuovo stato tedesco a egemonia prussiana. L'Heimat venne interpretata come una reazione alla perdita dell'identità della comunità di origine: un aspetto della cultura tedesca inizialmente di significato patriottico e non nazionalistico. Secondo alcuni sociologi, tuttavia, l'amore per la piccola patria e il rifiuto di ciò che le era estraneo, conteneva in nuce i germi del nazista Blut und Boden (Sangue e terra)[2].


    Nel secondo dopoguerra, dal 1945 al 1965, nei paesi di lingua tedesca ebbe successo un genere cinematografico che si riallacciava direttamente all'Heimat e il cui nome, Heimatfilme, è difficilmente traducibile in altre lingue. Si trattava di film sentimentali, ambientati soprattutto in villaggi di montagna con scenari paesaggistici e panorami molto belli (generalmente Alpi Bavaresi, Foresta Nera o Alpi austriache), di cui erano protagonisti personaggi tedeschi o austriaci. La trama degli Heimatfilme era spesso stereotipata: una ingenua fanciulla contadina tedesca o austriaca era corteggiata sia da un bravo giovane suo compaesano che da un cattivo forestiero; alla fine la fanciulla convolava a nozze col compaesano[3].
    Di ben altro spessore la serie cinematografica dell'Heimat creata a partire dal 1984 dal regista tedesco Edgar Reitz. Si tratta di una epopea che illustra l'Heimat su più livelli, mettendo in evidenza il senso di appartenenza alla provincia tedesca e il conflitto esistente tra la vita delle città e quella della campagna.

    Freedom Party of Austria - Wikipedia, the free encyclopedia


    From the mid-1980s, the concept of Heimat (a word meaning both "the homeland" and a more general notion of cultural identity) has been central to the ideology of the FPÖ, although its application has slightly changed with time. Initially, Heimat indicated the feeling of national belonging influenced by a pan-Germanic vision; the party assured voters in 1985 that "the overwhelming majority of Austrians belong to the German ethnic and cultural community." Although it was noted then that Austria was the mother country which held the national traditions, this would later be favoured more explicitly over the pan-German concept.[72] In 1995 Haider declared an end to pan-Germanism in the party, and in the 1997 party manifesto the former community of "German people" was replaced with the "Austrian people".[75] Under the leadership of Strache, the concept of Heimat has been promoted and developed more deeply than it had been previously.[76] After his reelection as chairman in 2011, the German aspects of the party's programme were formally reintroduced.[77]

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    47,154
    Mentioned
    29 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Heimat

    In Europa centrale la civiltà più antica
    tempo di lettura previsto2 min. circa

    LONDRA - I resti di quella che sarebbe la piu' antica civilta'europea, risalente a 7000 anni fa, sono stati scoperti dagli archeologi inEuropa centrale. Si tratta di un popolo sconosciuto, che non ha ancora un nome,ma che creo' villaggi attorno a templi di grandi dimensioni, mostrando un certogrado di raffinatezza nelle tecniche agricole ed edilizie.Lo scrive oggi il quotidiano britannico The Independent, per ilquale ricercatori tedeschi hanno individuato i resti di oltre 150 templi,datati tra il 4800 e il 4600 a C, sparsi in una zona lunga oltre 600 chilometrisituata tra Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia e Austria.Questi edifici, di dimensioni colossali per l'epoca, l'eta'della Pietra, sarebbero stati costruiti 2000 anni prima delle piramidi e delmonumento di Stonehenge, dice il quotidiano. Queste scoperte potrebberivoluzionare lo studio dell'Europa preistorica: finora si pensava chel'architettura monumentale non si fosse sviluppata che molto piu' tardi inMedio oriente, Mesopotamia ed Egitto, arrivando poi nel Vecchio continente.Le ricerche, iniziate con una serie foto aeree che evidenziavanoun andamento del terreno che aveva incuriosito gli scienziati, durano da treanni ma gli archeologi non sono ancora in grado di dare un nome a questacivilta'.I templi fatti di terra e legno sembrano essere stati eretti daun popolo discendente dai nomadi che abitavano la piana del Danubio. Questepopolazioni, hanno evidenziato le ricerche, si sostentavano essenzialmente conla pastorizia, allevando pecore e maiali, ma sapevano anche coltivare la terra.Uno dei ritrovamenti piu' importanti e' avvenuto a Dresda(Germania), dove e' emerso un tempio di 150 metri di diametro, circondatoda quattro fossati, tre muraglioni di terra e due palizzate. Dallo scavo sonoemersi anche utensili e figurine.''Le nostre ricerche ci hanno permesso di capire a quale visionedi grandezza e sofisticatezza erano giunte le prime vere comunita' agricoled'Europa'', ha dichiarato al quotidiano Harald Staeuble, responsabile delpatrimonio culturale nel land della Sassonia, per il quale questi insediamentirappresenterebbero ''i primi mini-stati d'Europa''.Presso Lipsia sono invece emersi i resti di un intero villaggio,abitato probabilmente da circa 300 persone che vivevano in una ventina digrandi abitazioni, raggruppate attorno a un tempio. Secondo gli studiosi, ilprogresso delle tecniche agricole ebbe come conseguenza la maggiorestanzialita' di queste comunita' e la costruzione dei templi. La vita di questiinsediamenti fu tuttavia breve: dopo circa 2-300 anni, affermano, essi finironoin rovina e furono abbandonati, per cause misteriose.La capacita' di erigere simili edifici votivi sarebbe quindiscomparsa dall'Europa per 3000 anni, fino all'eta' del Bronzo.

    11 GIUGNO 2005


    http://www.antikitera.net/news.asp?ID=6995
    Ultima modifica di Eridano; 25-09-14 alle 08:47
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

 

 

Discussioni Simili

  1. "Heimat" di Federico Prati e Silvano Lorenzoni
    Di Der Wehrwolf nel forum Padania!
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 21-10-11, 14:46
  2. Heimat, film e DVD
    Di Eridano nel forum Padania!
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 17-11-10, 16:02
  3. EURASIEN: die absolute Heimat
    Di Mitteleuropeo nel forum Hdemia
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 05-12-06, 23:10
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 31-07-05, 15:40

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226