User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15

Discussione: Montichiari

  1. #1
    L' orco verde
    Data Registrazione
    28 May 2002
    Località
    Palude
    Messaggi
    24
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Post Montichiari

    Dal sito
    www.bresciablob.com

    Inchieste/one. La Lega, quella che si presentava come una forza barbara, moralizzatrice, innovatrice, nuova, trasparente, autonoma, alla prova dei fatti e del potere si dimostra come tutti gli altri. Anzi, peggio...Vai a leggere tutto ciò che finora è possibile sapere su un affaire da 250 miliardi, il nuovo stadio comunale, in una vicenda che la procura di Brescia sta cercando di chiarire in ogni suo contorno. E altro...

    Barbari privi di genio

    Quella che si presentava come una forza barbara, moralizzatrice, innovatrice, nuova, trasparente, autonoma, alla prova dei fatti e del potere si dimostra come tutti gli altri. Anzi, peggio perchè nel toccar potere sembra ridestare antiche voglie predatrici. A Montichiari, laboratorio leghista di tutta la nazione, microcosmo di ciò che sta avvenendo o può avvenire in tutta Italia, sono indagati il sindaco Gianantonio Rosa e l'assessore factotum Massimo Gelmini, neo-segretario provinciale. Seguiti a vista dal capo barbaro supremo Umberto Bossi, colui che definì non molto tempo fa Berlusconi un "Berluskaz, un pirla, un mafioso, un figlio di buona donna, un uomo della P 2", e ora ne è diventato il braccio destro estremo e l'umile, obbediente, servitore in cambio di qualche cospicua cambiale da onorare. E per la quale si vanno qua e là racimolando i fondi.
    E a Brescia, in una vicenda che la procura di Brescia sta cercando di chiarire in ogni suo contorno, tutto inizia Sabato16 marzo, quando "Bresciaoggi" pubblica in anteprima esclusiva il progetto dello stadio Rigamonti che verrà costruito a Montichiari, ma due giorni dopo salta il vertice in programma al Broletto fra Brescia Calcio, Provincia e Comune di Montichiari su questo affaire da 250 miliardi. Prima una serie di incontri con i tecnici e i funzionari della Regione Lombardia, presenti i rappresentati della Provincia e del Comune di Montichiari, e in seguito tutto sembrava pronto "se non sorgeranno intoppi", scriveva a titolo cautelativo Marco Bencivenga su "Bresciaoggi". Ed eccolo subito l'intoppo. Che è successo? Primo, che a Corioni non va più questo accordo perchè la Giunta leghista vorrebbe imporre una convenzione che dopo tot anni dovrebbe consegnare lo stadio nelle mani del comune di Montichiari. Dice: l'affare è privato, mio, e me lo gestirò per sempre io. E, secondo, sta girando la voce che la faccenda non è pulita e che la procura ha già cominciato ad indagare. Difatti, dopo pochi giorni, il 23 marzo, al sindaco Gianantonio Rosa, all’assessore Massimo Gelmini e all’architetto del Comune Aldo Copeta di Montichiari viene inviata una informazione di garanzia da parte della Procura di Brescia in merito alla realizzazione del nuovo stadio comunale con due accuse molto pesanti: concussione e abuso d'ufficio.
    Sotto l'occhio della procura sta il terreno vicino alla Tangenziale Est, più o meno al confine tra i territori di Castenedolo e Montichiari, tra l’ex Vulcania, la Goitese e il casello autostradale di Brescia Est, opzionato dalla "Opera srl", che fa capo all’ex dirigente del Brescia calcio, Umberto Cervati, e al direttore generale della Yokohama Italia, Claudio Galeazzi, collegati allo studio Chiarini CVS di Montichiari stessa. Gli architetti Mario Abba, Massimo Marai e Giorgio Rovati sono stati incaricati come autori del progetto (stadio più centro commerciale) che serve per rendere appetibile l'intervento. In ballo, dicevamo e ripetiamo, 250 miliardi. Senza dimenticare quelli che serviranno (e arriveranno) al comune di Brescia per il riuso di Mompiano, zona di pregio per costruire alla grande. Sulla quale zona si proporrà un certo conflitto di interessi per Mario Abba, consigliere comunale (forse ex, minacciò di dimettersi da consigliere, poi tacque, vige il mistero) della lista civica di appoggio a Paolo Corsini, nonchè membro della commissione Urbanistica di Brescia: conflitto che, ci auguriamo, sarà risolto con una bella crisi di coscienza, dimissioni in commissione date per davvero, e pianto per tutti liberatorio.
    Dal giorno degli avvisi, i diretti interessati e indagati continuano nello stesso tempo sia a dirsi "fiduciosi dell'indagine in corso" sia a proclamare in tutte le sedi che gli avvisi che non gli sono mai arrivati, negando l'evidenza e ignorando il più elementare senso di contraddizione. Ma tant'è: tutta la vicenda sta lì a dimostrare che questa genuina forza barbara naif si muove terra terra, e in un modo così maldestro da far pensare che non sia poi tanto geniale. E chi osa parlare di intelligenza leghista cade immediatamente in una contraddizione in termini. Priva di genio, ma non priva di prepotenza: si pensi che è sempre stato tenuto all'oscuro di tutta la querelle addirittura l'assessore forzaitaliota allo sport, Gianmaria Pastorelli, da poco sfiduciato, insieme all'altro collega di partito Valentino Leonardi.
    Siccome la vicenda non si volge sulla luna, ma in provincia di Brescia, il capogruppo diessino in consiglio provinciale Carlo Fogliata si è permesso di chiedere al presidente forzista della provincia Sua Vacuità Alberto Cavalli se, appunto, i tre erano indagati insieme all'ex onorevole leghista, e oggi assessore provinciale, Roberto Faustinelli. Risposta (come sempre da pesce in barile) : "La vicenda in questione non ha alcun rapporto col ruolo attuale di Faustinelli". Sempre in provincia la vittima eccellente della faccenda è Vigilio Bettinsoli, ex dc doc, il più votato tra tutti i consiglieri provinciali, responsabile del piano territoriale di coordinamento, dimissionato, fatto fuori, e sostituito nel "rimpasto" da quattro leghisti anonimi e sconosciuti anche perchè si era sempre fermamente opposto all'operazione leghista in quel di Montichiari. Vedendolo all'opera a piè fermo, Corioni gli ha affidato una consulenza urbanistica personale a titolo di equa consolazione.
    I leghisti la chiamavano alla anglosassone "procedura del project financing contro ogni possibile speculazione delle aree" per darsi pubblico lustro e gettare fumo negli occhi al pubblico, ma in realtà l'idea di mettere sotto tutela comunale quel suolo contrastava nettamente con le richieste di Corioni e comunque di qualsiasi altro possibile operatore privato. Nell'area attigua al PalaGeorge, sempre a Montichiari, si costruirà anche lo stadio "piccolo" per la squadra locale, attualmente in C 2 (e qui pare che le accuse della procura si riferiscano all’affidamento della progettazione esecutiva, al concorso: furono iscritti cinque gruppi di imprese, ma quattro non si presentarono, lasciando il campo libero alla società "Ati", composta dall’Ac Montichiari, dalla "Caleppio scavi spa" e dalla "Turra srl", quest'ultima onnipresente in numerosi comuni leghisti a partire da Carpenedolo e - a suo tempo - da Concesio).
    Ma la verità completa si trova tutta nelle carte acquisite in municipio e nelle case private degli indagati, oltre che nelle numerose intercettazioni telefoniche e "ambientali" che le Fiamme gialle hanno compiuto: quali i concussi, quali gli amici degli amici da privilegiare, quale l'illecito, l'escamotage, il trucco. E, come si vocifera sempre più diffusamente in zona e nell'ambiente, e pure per deduzione logica, chi ha parlato dovrebbe essere l'ex proprietario dell'area opzionata in questione, Marco Pasinetti, imprenditore agricolo, in lista per i leghisti nel '95, e poi, frustrato e deluso dagli ex compagni di partito, passato ad altri lidi. Il quale, contattato da noi, come non smentisce, così non parla, non dice una parola in più. Salvo avere con tutta probabilità parlato a lungo presso la Guardia di Finanza di Desenzano.
    Il pm è Alberto Rossi, un procuratore notoriamente tosto in una procura che sempre tosta non è, e non per responsabilità dei singoli procuratori, che sanno e possono benissimo ignorare le eventuali, brutali intromissioni del ministro leghista della giustizia Castelli, di cui siamo costretti a leggere tutti i giorni. Intanto, però, l'inchiesta ritarda tanto che in aprile i dirigenti leghisti, pur augurandosi che "possa concludersi in tempi ragionevoli", potevano maliziosamente sottolineare che "l'indagine in corso è stata ulteriormente prorogata". O se la prendevano in modo assurdo (facendole troppo onore) con la "strumentalizzazione attivata dalla stampa", che si è limitata a pubblicare con tutte le (sempre eccessive) cautele del caso il minimo indispensabile. Mentre il sindaco Rosa iniziava a recitare la parte della povera vittima perseguitata, lamentandosi che "è difficile fare il sindaco, ma lo è molto di più fare il sindaco leghista". Che qualcuno lassù dal ciel lo aiuti, insomma.
    Fumo negli occhi, quello della Lega, come il suo demagogico "basta con i poteri economico-politici locali". Da un lato continua a polemizzare, spacciandosi come una forza innovatrice, con la precedente politica (lecita) del "compromesso e della contiguità con certi gruppi di imprenditori e di tecnici"; dall'altro li ha semplicemente sostituiti tout court con altri (con procedure, stando agli avvisi della procura, illecite). Ne fa fede la polemica non priva di toni durissimi tra l'ex sindaco di Montichiari Badilini e i leghisti, che si può rileggere cliccando su "Massimo, l'accentratore". Alla gestione del vecchio, sulfureo (a dispetto del nome) Giliolo Badilini, i leghisti rinfacciano di tutto, ma pare proprio che dovranno applicarne i programmi a termini di legge e a forza di ricorsi al Tar: così nell'area ex Vulcania (area appetita per il posteggio dagli autotrasportatori monteclarensi, associati allo scopo in cooperativa) come alla Isola verde, dove è in vista un centro commerciale.
    Tanto hanno fatto e agito maldestramente i leghisti di Montichiari che Corioni è passato armi e bagagli e progetto presso l'onesta amministrazione dirimpettaia di Castenedolo, sindaco Gianbattista Groli. Dove non hanno nulla in contrario. Strada in discesa per questo benedetto stadio che qui si avrà da fare. Anche se i leghisti di Castenedolo si oppongono e, obbedendo ciecamente ad ordini superiori, in questi giorni imbandierano il paese di manifesti in cui, in sintesi, sostengono che a Montichiari con lo stadio si difende il territorio, mentre, a poche centinaia di metri di distanza, solo perchè si entra in Castenedolo, la stessa costruzione lo altera. La rozzezza mentale di base e di vertice dei leghisti, una iattura per l'Italia intera, non ha nè limiti nè confini: è tale che, come abbiamo appena scritto, non percepiscono minimamente il senso della contraddizione. Se lo fanno loro è giusto; se lo fanno gli altri, no: e il tutto sostenuto senza riflessione o mediazione alcuna. Come nella barzelletta di quell'infermiere leghista che affiggeva i manifesti contro "Roma ladrona" con i cerotti rubati a man bassa nell'infermeria. Limitatezza mentale abissale. Non fenomeno di folclore, ma di inciviltà prepolitica. Non manifestazione di razzismo, quando c'è di mezzo l'extrcomunitario, ma di ferocia preumana. Supporto allo stato brado e barbaro alle furberie quotidiane di chi ci governa. E nella guerra dei manifesti in atto, il sindaco di Castenedolo Giambattista Groli ha gioco facile nel replicare : "La posizione della Lega appare sorprendente visto che l’ipotesi progettuale vede tra i più convinti sostenitori Provincia e Regione governate dalla Casa delle Libertà di cui fa parte appunto il Carroccio. La Lega ritiene che lo stadio sia dannoso per il paese mentre nulla aveva eccepito quando l’intervento era stato previsto a poche centinaia di metri dal confine dall'Amministrazione leghista di Montichiari".

    19 agosto 02

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    L' orco verde
    Data Registrazione
    28 May 2002
    Località
    Palude
    Messaggi
    24
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Post Montichiari

    Dal sito
    www.bresciablob.com

    Inchieste/one. La Lega, quella che si presentava come una forza barbara, moralizzatrice, innovatrice, nuova, trasparente, autonoma, alla prova dei fatti e del potere si dimostra come tutti gli altri. Anzi, peggio...Vai a leggere tutto ciò che finora è possibile sapere su un affaire da 250 miliardi, il nuovo stadio comunale, in una vicenda che la procura di Brescia sta cercando di chiarire in ogni suo contorno. E altro...

    Barbari privi di genio

    Quella che si presentava come una forza barbara, moralizzatrice, innovatrice, nuova, trasparente, autonoma, alla prova dei fatti e del potere si dimostra come tutti gli altri. Anzi, peggio perchè nel toccar potere sembra ridestare antiche voglie predatrici. A Montichiari, laboratorio leghista di tutta la nazione, microcosmo di ciò che sta avvenendo o può avvenire in tutta Italia, sono indagati il sindaco Gianantonio Rosa e l'assessore factotum Massimo Gelmini, neo-segretario provinciale. Seguiti a vista dal capo barbaro supremo Umberto Bossi, colui che definì non molto tempo fa Berlusconi un "Berluskaz, un pirla, un mafioso, un figlio di buona donna, un uomo della P 2", e ora ne è diventato il braccio destro estremo e l'umile, obbediente, servitore in cambio di qualche cospicua cambiale da onorare. E per la quale si vanno qua e là racimolando i fondi.
    E a Brescia, in una vicenda che la procura di Brescia sta cercando di chiarire in ogni suo contorno, tutto inizia Sabato16 marzo, quando "Bresciaoggi" pubblica in anteprima esclusiva il progetto dello stadio Rigamonti che verrà costruito a Montichiari, ma due giorni dopo salta il vertice in programma al Broletto fra Brescia Calcio, Provincia e Comune di Montichiari su questo affaire da 250 miliardi. Prima una serie di incontri con i tecnici e i funzionari della Regione Lombardia, presenti i rappresentati della Provincia e del Comune di Montichiari, e in seguito tutto sembrava pronto "se non sorgeranno intoppi", scriveva a titolo cautelativo Marco Bencivenga su "Bresciaoggi". Ed eccolo subito l'intoppo. Che è successo? Primo, che a Corioni non va più questo accordo perchè la Giunta leghista vorrebbe imporre una convenzione che dopo tot anni dovrebbe consegnare lo stadio nelle mani del comune di Montichiari. Dice: l'affare è privato, mio, e me lo gestirò per sempre io. E, secondo, sta girando la voce che la faccenda non è pulita e che la procura ha già cominciato ad indagare. Difatti, dopo pochi giorni, il 23 marzo, al sindaco Gianantonio Rosa, all’assessore Massimo Gelmini e all’architetto del Comune Aldo Copeta di Montichiari viene inviata una informazione di garanzia da parte della Procura di Brescia in merito alla realizzazione del nuovo stadio comunale con due accuse molto pesanti: concussione e abuso d'ufficio.
    Sotto l'occhio della procura sta il terreno vicino alla Tangenziale Est, più o meno al confine tra i territori di Castenedolo e Montichiari, tra l’ex Vulcania, la Goitese e il casello autostradale di Brescia Est, opzionato dalla "Opera srl", che fa capo all’ex dirigente del Brescia calcio, Umberto Cervati, e al direttore generale della Yokohama Italia, Claudio Galeazzi, collegati allo studio Chiarini CVS di Montichiari stessa. Gli architetti Mario Abba, Massimo Marai e Giorgio Rovati sono stati incaricati come autori del progetto (stadio più centro commerciale) che serve per rendere appetibile l'intervento. In ballo, dicevamo e ripetiamo, 250 miliardi. Senza dimenticare quelli che serviranno (e arriveranno) al comune di Brescia per il riuso di Mompiano, zona di pregio per costruire alla grande. Sulla quale zona si proporrà un certo conflitto di interessi per Mario Abba, consigliere comunale (forse ex, minacciò di dimettersi da consigliere, poi tacque, vige il mistero) della lista civica di appoggio a Paolo Corsini, nonchè membro della commissione Urbanistica di Brescia: conflitto che, ci auguriamo, sarà risolto con una bella crisi di coscienza, dimissioni in commissione date per davvero, e pianto per tutti liberatorio.
    Dal giorno degli avvisi, i diretti interessati e indagati continuano nello stesso tempo sia a dirsi "fiduciosi dell'indagine in corso" sia a proclamare in tutte le sedi che gli avvisi che non gli sono mai arrivati, negando l'evidenza e ignorando il più elementare senso di contraddizione. Ma tant'è: tutta la vicenda sta lì a dimostrare che questa genuina forza barbara naif si muove terra terra, e in un modo così maldestro da far pensare che non sia poi tanto geniale. E chi osa parlare di intelligenza leghista cade immediatamente in una contraddizione in termini. Priva di genio, ma non priva di prepotenza: si pensi che è sempre stato tenuto all'oscuro di tutta la querelle addirittura l'assessore forzaitaliota allo sport, Gianmaria Pastorelli, da poco sfiduciato, insieme all'altro collega di partito Valentino Leonardi.
    Siccome la vicenda non si volge sulla luna, ma in provincia di Brescia, il capogruppo diessino in consiglio provinciale Carlo Fogliata si è permesso di chiedere al presidente forzista della provincia Sua Vacuità Alberto Cavalli se, appunto, i tre erano indagati insieme all'ex onorevole leghista, e oggi assessore provinciale, Roberto Faustinelli. Risposta (come sempre da pesce in barile) : "La vicenda in questione non ha alcun rapporto col ruolo attuale di Faustinelli". Sempre in provincia la vittima eccellente della faccenda è Vigilio Bettinsoli, ex dc doc, il più votato tra tutti i consiglieri provinciali, responsabile del piano territoriale di coordinamento, dimissionato, fatto fuori, e sostituito nel "rimpasto" da quattro leghisti anonimi e sconosciuti anche perchè si era sempre fermamente opposto all'operazione leghista in quel di Montichiari. Vedendolo all'opera a piè fermo, Corioni gli ha affidato una consulenza urbanistica personale a titolo di equa consolazione.
    I leghisti la chiamavano alla anglosassone "procedura del project financing contro ogni possibile speculazione delle aree" per darsi pubblico lustro e gettare fumo negli occhi al pubblico, ma in realtà l'idea di mettere sotto tutela comunale quel suolo contrastava nettamente con le richieste di Corioni e comunque di qualsiasi altro possibile operatore privato. Nell'area attigua al PalaGeorge, sempre a Montichiari, si costruirà anche lo stadio "piccolo" per la squadra locale, attualmente in C 2 (e qui pare che le accuse della procura si riferiscano all’affidamento della progettazione esecutiva, al concorso: furono iscritti cinque gruppi di imprese, ma quattro non si presentarono, lasciando il campo libero alla società "Ati", composta dall’Ac Montichiari, dalla "Caleppio scavi spa" e dalla "Turra srl", quest'ultima onnipresente in numerosi comuni leghisti a partire da Carpenedolo e - a suo tempo - da Concesio).
    Ma la verità completa si trova tutta nelle carte acquisite in municipio e nelle case private degli indagati, oltre che nelle numerose intercettazioni telefoniche e "ambientali" che le Fiamme gialle hanno compiuto: quali i concussi, quali gli amici degli amici da privilegiare, quale l'illecito, l'escamotage, il trucco. E, come si vocifera sempre più diffusamente in zona e nell'ambiente, e pure per deduzione logica, chi ha parlato dovrebbe essere l'ex proprietario dell'area opzionata in questione, Marco Pasinetti, imprenditore agricolo, in lista per i leghisti nel '95, e poi, frustrato e deluso dagli ex compagni di partito, passato ad altri lidi. Il quale, contattato da noi, come non smentisce, così non parla, non dice una parola in più. Salvo avere con tutta probabilità parlato a lungo presso la Guardia di Finanza di Desenzano.
    Il pm è Alberto Rossi, un procuratore notoriamente tosto in una procura che sempre tosta non è, e non per responsabilità dei singoli procuratori, che sanno e possono benissimo ignorare le eventuali, brutali intromissioni del ministro leghista della giustizia Castelli, di cui siamo costretti a leggere tutti i giorni. Intanto, però, l'inchiesta ritarda tanto che in aprile i dirigenti leghisti, pur augurandosi che "possa concludersi in tempi ragionevoli", potevano maliziosamente sottolineare che "l'indagine in corso è stata ulteriormente prorogata". O se la prendevano in modo assurdo (facendole troppo onore) con la "strumentalizzazione attivata dalla stampa", che si è limitata a pubblicare con tutte le (sempre eccessive) cautele del caso il minimo indispensabile. Mentre il sindaco Rosa iniziava a recitare la parte della povera vittima perseguitata, lamentandosi che "è difficile fare il sindaco, ma lo è molto di più fare il sindaco leghista". Che qualcuno lassù dal ciel lo aiuti, insomma.
    Fumo negli occhi, quello della Lega, come il suo demagogico "basta con i poteri economico-politici locali". Da un lato continua a polemizzare, spacciandosi come una forza innovatrice, con la precedente politica (lecita) del "compromesso e della contiguità con certi gruppi di imprenditori e di tecnici"; dall'altro li ha semplicemente sostituiti tout court con altri (con procedure, stando agli avvisi della procura, illecite). Ne fa fede la polemica non priva di toni durissimi tra l'ex sindaco di Montichiari Badilini e i leghisti, che si può rileggere cliccando su "Massimo, l'accentratore". Alla gestione del vecchio, sulfureo (a dispetto del nome) Giliolo Badilini, i leghisti rinfacciano di tutto, ma pare proprio che dovranno applicarne i programmi a termini di legge e a forza di ricorsi al Tar: così nell'area ex Vulcania (area appetita per il posteggio dagli autotrasportatori monteclarensi, associati allo scopo in cooperativa) come alla Isola verde, dove è in vista un centro commerciale.
    Tanto hanno fatto e agito maldestramente i leghisti di Montichiari che Corioni è passato armi e bagagli e progetto presso l'onesta amministrazione dirimpettaia di Castenedolo, sindaco Gianbattista Groli. Dove non hanno nulla in contrario. Strada in discesa per questo benedetto stadio che qui si avrà da fare. Anche se i leghisti di Castenedolo si oppongono e, obbedendo ciecamente ad ordini superiori, in questi giorni imbandierano il paese di manifesti in cui, in sintesi, sostengono che a Montichiari con lo stadio si difende il territorio, mentre, a poche centinaia di metri di distanza, solo perchè si entra in Castenedolo, la stessa costruzione lo altera. La rozzezza mentale di base e di vertice dei leghisti, una iattura per l'Italia intera, non ha nè limiti nè confini: è tale che, come abbiamo appena scritto, non percepiscono minimamente il senso della contraddizione. Se lo fanno loro è giusto; se lo fanno gli altri, no: e il tutto sostenuto senza riflessione o mediazione alcuna. Come nella barzelletta di quell'infermiere leghista che affiggeva i manifesti contro "Roma ladrona" con i cerotti rubati a man bassa nell'infermeria. Limitatezza mentale abissale. Non fenomeno di folclore, ma di inciviltà prepolitica. Non manifestazione di razzismo, quando c'è di mezzo l'extrcomunitario, ma di ferocia preumana. Supporto allo stato brado e barbaro alle furberie quotidiane di chi ci governa. E nella guerra dei manifesti in atto, il sindaco di Castenedolo Giambattista Groli ha gioco facile nel replicare : "La posizione della Lega appare sorprendente visto che l’ipotesi progettuale vede tra i più convinti sostenitori Provincia e Regione governate dalla Casa delle Libertà di cui fa parte appunto il Carroccio. La Lega ritiene che lo stadio sia dannoso per il paese mentre nulla aveva eccepito quando l’intervento era stato previsto a poche centinaia di metri dal confine dall'Amministrazione leghista di Montichiari".

    19 agosto 02

  3. #3
    R.i.P. quorthon
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Asa Bay
    Messaggi
    1,791
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Posta queste cose sul forum del leghisti....dai, questo NON è il forum della Lega...
    --------------
    The Warrior

  4. #4
    R.i.P. quorthon
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Asa Bay
    Messaggi
    1,791
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Posta queste cose sul forum del leghisti....dai, questo NON è il forum della Lega...
    --------------
    The Warrior

  5. #5
    Erwann
    Ospite

    Predefinito x il buffone

    Finalmente sei uscito allo scoperto!
    Nell'altro post in cui parlavi di Carpenedolo si scopriva che fai parte di una lista civica d'opposizione (ovviamente di area DC o PSI).

    E pensare che fino a ieri questo qui si spacciava per leghista duro e puro e bossiano di ferro!

    BUFFONE!

  6. #6
    Erwann
    Ospite

    Predefinito x il buffone

    Finalmente sei uscito allo scoperto!
    Nell'altro post in cui parlavi di Carpenedolo si scopriva che fai parte di una lista civica d'opposizione (ovviamente di area DC o PSI).

    E pensare che fino a ieri questo qui si spacciava per leghista duro e puro e bossiano di ferro!

    BUFFONE!

  7. #7
    Registered User
    Data Registrazione
    20 Apr 2002
    Messaggi
    165
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Hai fatto bene a sbugiardare questo merdoso di Shread a dovere.

    Quel che mi amareggia di piu` pero` non sono tanto le palle di uno sfigato qualsiasi quanto il fatto che in questo forum (che non rappresenta la Padania) ci sia gente che pur di vedere merda tirata in direzione Lega presta il fianco a qualsiasi ingiustizia.

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    20 Apr 2002
    Messaggi
    165
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Hai fatto bene a sbugiardare questo merdoso di Shread a dovere.

    Quel che mi amareggia di piu` pero` non sono tanto le palle di uno sfigato qualsiasi quanto il fatto che in questo forum (che non rappresenta la Padania) ci sia gente che pur di vedere merda tirata in direzione Lega presta il fianco a qualsiasi ingiustizia.

  9. #9
    Erwann
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by Istinto Orobico
    Hai fatto bene a sbugiardare questo merdoso di Shread a dovere.

    Quel che mi amareggia di piu` pero` non sono tanto le palle di uno sfigato qualsiasi quanto il fatto che in questo forum (che non rappresenta la Padania) ci sia gente che pur di vedere merda tirata in direzione Lega presta il fianco a qualsiasi ingiustizia.
    Hai ragione, ed è per me insopportabile veder come uno squallido provocatore possa aver spazio su un forum che si chiama Padania per attaccare gratuitamente una giunta padanista come quella di Montichiari.

    E faccio notare che questo qui è anche da mesi e mesi che può attaccare indisturbato, senza contraddittorio, la giunta leghista di Carpenedolo.

  10. #10
    Erwann
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by Istinto Orobico
    Hai fatto bene a sbugiardare questo merdoso di Shread a dovere.

    Quel che mi amareggia di piu` pero` non sono tanto le palle di uno sfigato qualsiasi quanto il fatto che in questo forum (che non rappresenta la Padania) ci sia gente che pur di vedere merda tirata in direzione Lega presta il fianco a qualsiasi ingiustizia.
    Hai ragione, ed è per me insopportabile veder come uno squallido provocatore possa aver spazio su un forum che si chiama Padania per attaccare gratuitamente una giunta padanista come quella di Montichiari.

    E faccio notare che questo qui è anche da mesi e mesi che può attaccare indisturbato, senza contraddittorio, la giunta leghista di Carpenedolo.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Alitalia A Montichiari?
    Di Di3{G}0-26 nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 07-12-07, 20:43
  2. Protesta a Montichiari
    Di Massi72 nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 24-06-07, 21:42
  3. Brescia Montichiari...
    Di AEREO nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 02-08-06, 13:58
  4. Brescia Montichiari...
    Di AEREO nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-05-06, 00:22
  5. Tirana da Montichiari
    Di FalcoBS nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 11-04-05, 22:51

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226