Civitavecchia

Complice la splendida giornata, il corteo posticipato è stato un successo

Con “Io Faro Carnevale" sfila un chilometro di allegria

Una giornata di primavera, dopo il maltempo di domenica scorsa, ha fatto da sfondo ieri alla quattordicesima sfilata di carri allegorici di "Io Faro Carnevale". Un allegro e colorato serpentone, lungo quasi un chilometro si è snodato per le vie della città tra musica e quintali di coriandoli e stelle filanti. Ad assistere alla festosa sarabanda migliaia di persone che fin dalle primissime ore del pomeriggio si sono riversate per la strada ad accaparrarsi i posti in prima fila. Per circa tre ore la sfilata ha catalizzato l’attenzione del numeroso pubblico che alla fine non ha risparmiato gli elogi. Apprezzamenti per i costumi dei partecipanti originali ed accurati, per le "azzeccate musiche" che caratterizzavano ciascun gruppo, e per i carri allegorici molti dei quest’anno davvero rifiniti, hanno dimostrato che questa manifestazione entrata ormai di diritto tra gli appuntamenti della città, cresce di anno in anno. Come promesso "Civitavecchia Karnival" ha sfilato con i colori della pace presenti su carri e costumi. C’è stato anche chi con i colori arcobaleno si era confezionata un abito stile "damina". A dare vita al vivace corteo oltre 2000 persone tra cui tantissimi bambini che si sono sbizzarriti ad impersonare personaggi della fantasia come le favole di Peter Pan e Pinocchio, ma anche vedette del varietà o del mondo circense. A ragione soddifatto per la riuscita della sfilata che da piccola manifestazione di quartiere con gli anni è diventata un evento che richiama anche numerosi forestieri, il portavoce del coordimanento di "Io Faro" Sebastiano Petrarolo.