User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 23

Discussione: Previti...

  1. #1
    Ospite

    Arrow Previti...

    Cosa ne pensate del "caso Previti"? Qual è la vostra opinione al riguardo? E' veramente un perseguitato, come dice Berlusconi? e come pensate si dovrebbe comportare il ministro della giustizia, il "nostro" Castelli?
    Scrivete, scrivete...

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Messaggi
    4,076
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito


  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    28 Jun 2002
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,297
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    A me sembra che occorra svelare la propaganda berlusconiana , perché forse una grossa fetta dell’opinione pubblica ne è succube in una maniera che rasenta il plagio
    (per la verità molti stanno sia pur faticosamente uscendo o cmq tentando di tirarsi fuori da qs pietosa condizione)

    Prendiamo i magistrati : il Losco da un po' di tempo fa leva sulla cronica inefficienza della magistratura - soprattutto civile , a dire il vero – sapendo di toccare un nervo scoperto dei cittadini (sono 4 milioni le cause civili in arretrato ?) . Grande , grandissima capacita’ di sintonizzarsi sulle doglianze latenti nella societa’ , per cavalcarle e sfruttarle a proprio uso . E invero a nessuno piace vedere una casta – quella dei magistrati – che è formata da burocrati che hanno vinto un concorso e “attacca” dei parlamentari liberamente eletti dal popolo sovrano , interpretando “disinvoltamente“ sentenze costituzionali pur di “tirare dritto” , con un atteggiamento che potrebbe apparire persecutorio – mi riferisco in particolare al processo Previti . Va bene fin qui ? Tutti d’accordo , credo . Sorge spontanea la domanda : ma i magistrati , chi li controlla ? perché devono fare il bello e il cattivo tempo e accanirsi su un parlamentare liberamente eletto ?

    Bene , ora proviamo a cambiare la prospettiva di 180 gradi – il processo Previti lo chiamiamo processo Squillante – niente paura : cambia il nome ma è la stessa cosa !

    Già siamo allora in grado di rispondere alla domanda se la parte sana della magistratura è in grado di perseguire la parte , per così dire “malata” , oppure se lo spirito corporativo , di casta , per così dire , faccia premio sulla esigenza di giustizia . E la risposta è : sì , la magistratura , possiede (per adesso) sufficiente forza morale x indagare al proprio interno , non è ancora diventata mafiosamente acquiescente di fronte a notizie di reato che coinvolgono i propri stessi membri , insomma esiste ancora uno spirito di servizio che spinge a “lavare i panni sporchi in pubblico” e non “in famiglia”

    E tutto ciò mi consola , indip. dall'esito processuale di condanna , non solo x Previti - occorre ricordare , ma x altri dieci imputati fra giudici e avvocati

  4. #4
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Berlusconi: "Previti come Craxi, un golpe della sinistra"
    In una lettera a "Il Foglio" pubblicata domani, il presidente del Consiglio ricorda la vicenda Craxi, linciato "dal partito giudiziario dei Ds che attuò il ribaltone". Come allora, "è uno scippo di sovranità"


    ROMA - Cesare Previti come Bettino Craxi, a dieci anni esatti di differenza. Un linciaggio che nell'aprile del 1993 segnò un passaggio di governo e ancora oggi "i giudici golpisti" ci riprovano e "scelgono il governo che preferiscono". Sono questi i passaggi più duri della lettera che il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, il giorno dopo la condanna in primo grado di Cesare Previti a 11 anni per il caso Imi-Sir/Lodo Mondadori, ha inviato a Giuliano Ferrara, direttore de Il Foglio, che la pubblicherà domani. Ecco il testo integrale della lettera.

    "Caro direttore, scrivo a lei perché il suo giornale è stato l'unico a ricordare i due giorni terribili della democrazia italiana, il 29 e il 30 aprile del 1993. Il 29 aprile di dieci anni fa un uomo di Stato inviso agli ex comunisti del Pds e al loro 'partito giudiziario', Bettino Craxi, fu sottoposto al voto segreto della Camera dei deputati. Bisognava decidere se la richiesta di indagare su di lui e di processarlo, da parte del notorio pool milanese, fosse o no viziata dal sospetto di persecuzione politica. Nella libertà della loro coscienza, dunque a voto segreto, i deputati dissero che quel sospetto c'era e che Craxi andava sottratto a un'azione giudiziaria non onesta né imparziale. Con procedura straordinaria ed emergenziale, per responsabilità politiche e istituzionali che sono ancor oggi sotto gli occhi di tutti coloro che non dimenticano le offese alle istituzioni democratiche, il voto segreto, da sempre l'ultimo scudo della libertà parlamentare nei voti su casi personali e di coscienza, fu abolito in pochi giorni. E fu incardinata con brutalità decisionale la riforma costituzionale che portò di lì a qualche mese all'abolizione dell'immunità parlamentare varata con la Costituzione repubblicana dai padri fondatori dell'Italia moderna. Il 30 aprile, esattamente dieci anni prima del giorno in cui le scrivo, fu aizzata dalla sinistra forcaiola, sotto la residenza privata di Craxi a Roma, una piazza urlante che, a colpi di insulti e monetine, rinverdì con altri mezzi il cupo ricordo di altri linciaggi".
    "Eugenio Scalfari, sul giornale dell'ingegner Carlo De Benedetti, scrisse il 30 aprile - prosegue la lettera - un articolo ispirato alla più devastante demagogia reazionaria, associandosi alla marmaglia e alle sue grida e lanciando la sua monetina: i parlamentari avrebbero dovuto secondo lui vergognarsi di quel voto libero e segreto, e un'opinione pubblica montata sugli scudi del gruppo editoriale debenedettiano e dei suoi amici avrebbe dovuto rovesciare quel voto per aprire a colpi d'ariete la porta alla reazione giustizialista, per distruggere la sovranità del Parlamento e instaurare la Repubblica delle procure. Nei mesi successivi questo e non altro accadde in Italia, e solo la reazione democratica messa in campo dalla nascita di Forza Italia impedì provvisoriamente il trionfo della barbarie giustizialista, restituendo nell'anno del nostro primo governo di resistenza liberale la parola al popolo".

    "Le stesse forze - continua la lettera - procedettero poi al ribaltone, cacciando dal governo gli eletti del popolo, impedendo con alte complicità istituzionali che si tenessero nuove, libere elezioni, e instaurando per sei anni governi di minoranza, salvati da mille espedienti e inganni, contro i quali esercitammo come fu possibile la più ferma e leale delle opposizioni. E' da notare che il grilletto giudiziario del ribaltone fu un'inchiesta per tangenti dalla quale chi le scrive fu assolto per non aver commesso il fatto anni dopo. Ma fu uno scippo di sovranità senza riparazione, tanto è vero che alla prima occasione una maggioranza vera di italiani onesti ci ridiede, nel maggio del 2001, quel che con questi metodi ci era e gli era stato rubato: una vera democrazia dell'alternanza".

    "Il caso Previti. Dieci anni dopo ci riprovano. La sentenza Previti, ancora sub judice per la mancata attesa della pronuncia della Corte di cassazione sulla ricusazione del collegio giudicante, è caduta esattamente nel decimo anniversario della giornata più nera della democrazia italiana. Il suo obiettivo non è fare giustizia, come dimostra tutto l'andamento del dibattimento e la violenza con cui è stata costruita la gogna per un deputato di Forza Italia, ma quella di colpire le forze che hanno avuto il mandato di governare e rinnovare l'Italia secondo principi di democrazia liberale corrosi in quegli anni di faziosità che tanti danni hanno fatto a questo nostro paese. Il nostro dovere è dunque quello di reagire, e di reagire per tempo".
    "Confermo, caro direttore. In una democrazia liberale i magistrati politicizzati non possono scegliersi, con una logica golpista, il governo che preferiscono. Questo diritto spetta agli elettori. E gli eletti devono essere in grado, secondo la lezione costituzionalistica del '48, di discernere tra le inchieste giudiziarie valide, che riguardano un deputato o un senatore alla stregua di qualsiasi altro cittadino, e quelle frutto di prevenzione, parzialità ideologico-politica e sospette di spirito persecutorio. Questo è il nostro caso, e se il caso è questo suonano ipocriti gli appelli ad abbassare i toni. Bisogna alzare il tono della nostra democrazia, bloccare il nuovo ordito a maglie larghe del giustizialismo e impedire che si consumi per la terza volta un furto di sovranità. Ripristinando subito le immunità violate, battendosi per la libertà e la decenza. Cordialmente. Silvio Berlusconi".

    (30 APRILE 2003, ORE 19)




  5. #5
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Scusate la battutaccia ma ditemi voi a noi CHE CAZZO CE NE FREGA DI PREVITI

  6. #6
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Last Updated: Wednesday, 30 April, 2003, 14:16 GMT 15:16 UK

    Email this to a friend Printable version

    Berlusconi blasts court for jailing ally


    Previti insists he is innocent
    Italian Prime Minister Silvio Berlusconi has lashed out at judges who jailed a close associate for corruption.

    Cesare Previti, Mr Berlusconi's former personal lawyer, was imprisoned for 11 years late on Tuesday.

    Previti, a member of parliament, was found guilty of using bribery to try to influence two takeover battles - one of which favoured Mr Berlusconi's Fininvest holding company.

    Mr Berlusconi was originally charged in the same case - dating back to a 1991 struggle for control of the Mondadori publishing company - but was acquitted under Italy's statute of limitations in 2000.


    The politicisation of a certain magistrature is a problem that must be resolved for the good of the country

    Silvio Berlusconi
    The other case, known by the initials IMI-SIR, has no connection with Mr Berlusconi's businesses.

    Mr Berlusconi, who has long accused Milan magistrates of being "red judges" biased against him, expressed his "personal solidarity" with his jailed ally.

    "The politicisation of a certain magistrature, aimed at determining our political life, is a problem that must be resolved for the good of the country, for its institutions and for Italian citizens," Mr Berlusconi said in a statement.

    "Today's conviction only confirms this persecution."

    Previti, a former defence chief in a Berlusconi government, also denounced the verdict as "judicial persecution".

    This is judicial persecution - an innocent was sentenced

    Cesare Previti
    "An innocent was sentenced," he said.

    Previti's lawyers are launching an appeal against his conviction.

    "It's a profoundly unjust verdict even thought we were expecting it," one of Previti's lawyers Giorgio Perroni was quoted as saying.

    Previti has also claimed that the Milan courts are biased against him. He sought unsuccessfully to have the cases moved to Perugia under a controversial law passed in November last year.

    Nobody is allowed to discredit the judiciary - particularly he who, like the prime minister, is occupying the highest political job

    National Association of Magistrates
    Italian judges hit back at Mr Berlusconi's comments.

    "Nobody is allowed to discredit the judiciary - particularly he who, like the prime minister, is occupying the highest political job," said a statement from the National Association of Magistrates.

    Mr Berlusconi's political opponents are expected to seize on the ruling to put pressure on him.

    However, one political analyst said public opinion might not be greatly influenced.

    "It won't weigh enormously heavily on Italian public opinion, because supporters will blame the 'red' judges. The real problem will be abroad, particularly as (Italy) is about to become the president of EU," said James Walston, a politics professor at the American University of Rome.

    Previti is still a co-defendant with Mr Berlusconi in another corruption trial in Milan, concerning a struggle for control of the SME state-owned food company.

    A verdict in that trial is expected in the summer.

    http://news.bbc.co.uk/2/hi/europe/2988561.stm

  7. #7
    www.leganordromagna.org
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Romagna Nazione Padana
    Messaggi
    4,777
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by pensiero
    Scusate la battutaccia ma ditemi voi a noi CHE CAZZO CE NE FREGA DI PREVITI
    infatti.

  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Attendiamo quello che farà Castelli se si piegherà al ricatto di Berlusca, non c'è devoluscion che tenga su questo argomento, Previti in galera.

  9. #9
    Ospite

    Predefinito

    Almeno un po' dovrebbe fregarcene, dato che il ministro della giustizia è un leghista...cmq io Previti lo vedrei bene ai lavori forzati...

  10. #10
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Shaytan
    Attendiamo quello che farà Castelli se si piegherà al ricatto di Berlusca, non c'è devoluscion che tenga su questo argomento, Previti in galera.
    Invece,cinicamente parlando,la situazione,con il caso Previti si fa + "interessante" per la Lega.
    Il Berlusca per far ingoiare il rospone Previti deve mollare per forza la Devolution...e alla svelta.
    E in + forse ci scappa l'elezione popolare dei PM.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. previti
    Di CioniMario nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 20-02-07, 20:05
  2. Previti
    Di Baci a Milano nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 05-12-06, 23:05
  3. Salva previti
    Di Bigas nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 48
    Ultimo Messaggio: 08-11-05, 17:41
  4. La versione di Previti
    Di jeremy nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 09-01-03, 20:19
  5. Previti e le BR!
    Di MThule nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 21-10-02, 17:45

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226