User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Gentilini vs. Zaia

  1. #1
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Gentilini vs. Zaia

    «Sotto assedio per colpa del G8
    E' sperpero di denaro pubblico»

    Duello in casa leghista, Gentilini contro le scelte di Zaia Replica del ministro: pensa a Genova, sarà un’altra cosa

    TREVISO — Il G8 dell’agricol*tura deve ancora cominciare ed è già polemica. Ad alzare i toni, con un attacco duro e soprattut*to inaspettato, è uno dei volti più noti della Lega Nord, Gian*carlo Gentilini, che ieri si è sca*gliato contro la scelta di ospitare il grande vertice a Cison di Val*marino, sulle colline trevigiane: «Io non lo volevo, sono contra*rio alle manifestazioni che bloc*cano le città perché non portano nessun vantaggio – è esploso lo Sceriffo –. Nessuno si ricorderà del G8 a Treviso, mentre tutti ri*corderanno la confusione che si è creata. Doveva essere una festa dei popoli ma si sta trasforman*do in uno stato d’assedio che ha bloccato strade e paesi. Ha man*dato tutti in tilt».

    Quella che i promotori consi*derano una vetrina ir*ripetibile per la Mar*ca è giudicata invece inutile, anzi addirittu*ra pericolosa per l’at*trazione immediata esercitata sugli oppo*sitori. E, come non bastasse, impedisce la libertà dei trevigia*ni che vogliono gode*re della primavera dei colli. Ma qualco*sa di buono, questo G8, l’ha portato? «Al*meno sono stati ripuliti i tombi*ni ». Gentilini si riappropria del ruolo di tutore della trevigianità sparando a zero sull’organizza*zione e la mobilitazione delle for*ze dell’ordine: «Credo che l’uni*co posto adatto ad ospitare gli in*contri sarebbe stato su un’isola, o ancor meglio Gibilterra».

    Tan*to valeva chiuderli in una fortez*za qualsiasi, insomma: «Invece di passeggiare fra la gente se ne restano tutti chiusi nel grande castello di Castelbrando, senza provare le osterie, o vedere i campi e le campagne». Gentilini non nomina mai chi da mesi si sta impegnando per organizzare e promuovere l’incontro fin nei minimi dettagli, il ministro le*ghista, Luca Zaia, suo compa*gno di partito, ma le sue parole hanno il sapore di un attacco personale. «Pensate allo sperpe*ro di denaro pubblico – aggiun*ge il vicesindaco di Treviso – Uo*mini che controllano tombino per tombino e tutti i raccoglitori di rifiuti, che fanno la radiogra*fia a chiunque si avvicini. Que*sta è la stagione degli asparagi, ma non li si può raccogliere per*ché ci sono i militari col mitra, come qualcuno mettesse le mi*ne dietro i pungitopo». Il G8 inizia domani, i primi ospiti stanno arrivando, alber*ghi e ristoranti sono stati preno*tati, e la polemica arriva come un fulmine a ciel sereno.

    Ma nes*suno dei due politici tirati in bal*lo dallo Sceriffo raccoglie la pro*vocazione: «Io voglio bene a Gentilini, che probabilmente ha negli occhi le scene di Genova – commenta il ministro alle Politi*che agricole Luca Zaia, che ha portato il summit in terra natia – ma noi stiamo preparando un’altra cosa». Una replica arri*va anche dal presidente della Provincia di Treviso: «Un guer*riero come Gentilini non do*vrebbe avere paura di quei dispe*rati », aggiunge amaramente Le*onardo Muraro, che dichiara di non vedere le città blindate de*scritte dallo Sceriffo: si tratta di accoglienza, non di semplici mi*sure di sicurezza. «È una vetrina storica che darà a Treviso una vi*sibilità mondiale, siamo orgo*gliosi di ospitare questi tre gior*ni di incontri, che si riveleranno una grande opportunità a livello turistico ed economico per tutti gli operatori». Lo testimoniano le grandi iniziative, gli investimenti da migliaia di euro, i menù studiati appo*sitamente per ogni delegazione.

    Intanto la prote*sta contro il G8 non accenna a diminui*re. La grande opera*zione di sicurezza nel territorio ha por*tato a Treviso il gene*rale Massimo Iadan*za, che ha visitato la caserma dei carabinieri del ca*poluogo. È proprio lontano dal maniero di Cison che anarchici, no global e associazioni prepa*rano le loro manifestazioni e i cortei di dissenso. Ieri pomerig*gio il festival «Questa terra è la nostra terra» si è spostato da Montebelluna a Treviso, in piaz*za Indipendenza: alcune decine di persone hanno manifestato chiedendo di tornare a un’agri*coltura libera dal potere delle multinazionali. Domenica inve*ce, in largo Totila la provocazio*ne dell’associazione Action Aid avrà la forma di una scatola vuota, contente solo un pugno di mosche. Un packaging pro*posto all’interno della campa*gna HungerFREE, per uno dei prodotti più diffusi al mondo: la fame.

    Silvia Madiotto
    17 aprile 2009

    http://corrieredelveneto.corriere.it...94707707.shtml

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Partigiano
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    73
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Gentilini vs. Zaia

    toglietegli il vino....

  3. #3
    Pasdar
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Padova
    Messaggi
    46,770
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Gentilini vs. Zaia

    Non ha proprio del tutto torto, però.
    La teppa schifosa, fintamente "local" ma in realtà globalizzatrice e appiattente è sempre foriera di guai.
    In più da costoro Gentilini non s'è mai fatto amare.
    «Non ti fidar di me se il cuor ti manca».

    Identità; Comunità; Partecipazione.

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226