User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Sindaci vs. Roma

  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Sindaci vs. Roma

    I leghisti guidano la vertenza: "Non ce la facciamo"

    "Noi, sindaci di Bossi pronti a sfidare il governo"

    Parte da Novara e Varese la protesta che fa infuriare Berlusconi

    "Noi, sindaci di Bossi pronti a sfidare il governo" - LASTAMPA.it

    INVIATO A NOVARA - A Berlusconi mancava solo una rivolta da parte del suo alleato più fedele, la Lega. Non bastavano il processo Mills e i pentiti della mafia; la fronda dei finiani; Napolitano che non si sa se firmerà la riforma della giustizia; la grana Tremonti-Brunetta; i 750 milioni da versare a De Benedetti; l’ex moglie che gli chiede un mensile da tre milioni e mezzo; il busillis della spartizione dell’impero tra i figli e il libro della D’Addario. A riprova del fatto che non è vero che i guai sono come le ciliegie che vengono in coppia, ma come l’uva che viene a grappoli, adesso sta per piombare sul premier anche una grande manifestazione di protesta dei sindaci italiani, e del Nord in particolare, e quindi della Lega soprattutto.

    Leghisti, sicuramente, sono i due capipopolo: il novarese Massimo Giordano e il varesino Attilio Fontana. Il motivo della lamentela è presto detto: il patto di stabilità che costringe i Comuni a tirare la cinghia più di quanto la tirino Regioni e Province. E quindi bilanci risicati e meno servizi ai cittadini. Nei giorni scorsi una rappresentanza di sindaci è andata da Berlusconi. «Lui è stato cordiale», ci dice Massimo Giordano, che è uno dei vicepresidenti dell’Anci: «Ci ha detto: io ho case da tutte le parti, quindi incontro spesso molti sindaci, so bene quali sono i vostri problemi». Già. Per conoscerli, li conosce. Ma risolverli? «Aspettiamo una risposta», dice Giordano.

    I sindaci pronti a scendere in piazza sono almeno duecento. Dove e quando, non è stato ancora deciso. Ma giovedì si riunirà l’ufficio di presidenza dell’Anci per stabilirlo. Giordano tiene a far sapere che non sarà una manifestazione contro il governo («Anzi, sarà un sostegno all’opera dei nostri ministri, specie quelli della Lega, che sono i più sensibili») però un invito a darsi una mossa, questo sì: «Dopo l’estate sono prevalse le beghe sulle cose concrete».

    Le cose concrete, appunto. «La situazione è resa esplosiva dalla crisi - spiega Giordano -. Il popolo del Nord, che è un popolo di lavoratori, fa fatica ad arrivare alla fine del mese. Fino a poco tempo fa in frangenti del genere le difficoltà erano temperate dai servizi pubblici. I Comuni intervenivano. Ma adesso come facciamo? Siamo in una tale condizione che, se fossimo aziende private, dovremmo portare i libri in tribunale».

    Qualche cifra. Sono già un centinaio i novaresi che, non riuscendo a pagare l’affitto, si sono rivolti al Comune per un sussidio. Altri non riescono più a pagare la mensa delle scuole dei figli: «E tu che cosa fai? Non dai da mangiare ai bambini? Qui ormai - dice Giordano - non si può più scherzare, c’è il rischio di forti tensioni sociali. Sa che cosa sto facendo? Una colletta tra le Fondazioni bancarie per far fronte a queste esigenze dei cittadini, affitto e mensa». Anche la facciata del teatro Coccia, dove incontriamo il sindaco, è stata rifatta con i soldi delle Fondazioni. Ma questo è già più normale: «Che si debba chiedere alle Fondazioni di supplire alle spese correnti dei Comuni, questo no che non è normale», commenta il sindaco.

    Ancora qualche numero. «Io chiudo il bilancio 2010 con una previsione di spesa corrente di 108 milioni, che per una città di 105.000 abitanti è già il minimo. Ma siccome c’è la crisi, avrò un milione e mezzo di oneri di urbanizzazione in meno; 3-400 mila euro di addizionale Irpef in meno; 6-700 mila euro di Ici in meno: e siamo già a quasi tre milioni in meno. Tre milioni su 108 è troppo. Abbiamo già tagliato i budget di tutti gli assessorati tranne quello del Welfare: che cosa dobbiamo tagliare ancora?».

    Resta la singolarità di una protesta che sarà sicuramente trasversale, ma anche a chiara guida leghista. E la Lega è al governo. Una protesta contro se stessi? Massimo Giordano si preoccupa di dire che non è così, che lui capisce l’esigenza di contenere il debito pubblico («Io sto dalla parte di Tremonti, non di Baldassarri») e che «la stretta è cominciata con il governo di centrosinistra». Però ci sono un bel po’ di però: «Intanto, il patto di stabilità è ottuso e iniquo: i Comuni sono quelli che più hanno contribuito a contenere la spesa pubblica, eppure si continua a spremerli. E poi c’è la storia dell’Ici. L’hanno tolta: benissimo. Una bella cosa. Ma ci avevano promesso che lo Stato avrebbe trasferito ai Comuni un importo pari a quello che non incassano più. Il fatto che questa restituzione non ci sia stata non è solo un danno alle casse dei Comuni: è anche la ferita di una promessa non mantenuta. È stato minato il principio di lealtà, capisce? Non ci fidiamo più dello Stato».

    Parole pesanti. Attutite solo dalla continua rassicurazione che «non sarà un altro “No B. Day” ma una manifestazione propositiva, nell’interesse della gente comune». Dicono però che Berlusconi l’abbia presa malissimo. Ma signor sindaco, Bossi lo sa che scenderete in piazza? «Penso proprio che lo sappia».
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sindaci vs. Roma

    Comuni: sindaci Nord, faremo sentire più forte nostra voce

    COMUNI SINDACI NORD FAREMO SENTIRE PIU FORTE NOSTRA VOCE - Agenzia di stampa Asca

    (ASCA) - Milano, 20 nov - ''Purtroppo il governo non ha ancora dato risposta alle nostre richieste, la piu' impellente delle quali e' sicuramente legata al rimborso della residua quota dell'Ici. A questo punto dobbiamo iniziare a fare sentire la nostra voce in modo anche piu' insistito ed intenso''. E' quanto ribadisce Attilio Fontana, sindaco leghista di Varese e presidente di Anci Lombardia, poco prima dell'inizio della manifestazione che ha radunato oggi a Milano i sindaci del Nord per chiedere al governo la modifica del Patto di stabilita'.

    E proprio quest'ultimo tema e' per il presidente di Anci Lombardia prioritario, come dimostrano i dati presentati qualche giorno fa dall'Ifel sulla situazione finanziaria dei comuni Lombardi. ''Chiediamo al Governo una modifica urgente partendo dalla possibilita' di utilizzare i residui passivi ed anche - sottolinea Fontana - dalla sostanziale revisione dei contenuti delle Leggi Finanziarie che riguardano il comparto dei Comuni. ''Rischiamo di rimanere soffocati dagli ulteriori tagli, rileva il sindaco di Varese che si augura anche di potere applicare con la massima urgenza i principi della spesa standard anziche' quella dei costi storici, altrimenti - conclude - con questi trasferimenti rischiamo di non farcela ancora una volta''.




    L'Eco di Bergamo, sabato 21 novembre 2009
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

  3. #3
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sindaci vs. Roma

    I sindaci del Carroccio sono 360, molto agguerriti contro Roma, anche contro il governo, spesso contro gli alleati



    Parte 1, Il Foglio 19/11/2009



    Parte 2, Il Foglio 19/11/2009
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

  4. #4
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sindaci vs. Roma

    Il "carroccio" (pfui) sarà anche dalla parte dei sindaci, però si è opposto all'abolizione delle province e ha spinto all'inverosimile per la provincia di Monza-Brianza. Era una greppia troppo appetitosa per centinaia di nuovi professionisti della politica / pubblica amministrazione e clienti del parastato a libro paga dei Cittadini ridotti alla fame. Ecco i commenti di Franco Bechis in merito (2 settembre).


    Diritto & Rovescio
    PRIMO PIANO

    Essendo, la nuova Provincia di Monza, nata dalla Provincia di Milano, e avendo, la Provincia di Monza, il 19,6% della popolazione della Provincia di Milano, essa ha diritto a una pari percentuale di beni, dotazioni e personale sinora appartenuti alla sola Provincia di Milano. In base a questa ripartizione, 419 dipendenti debbono quindi passare dalla Provincia di Milano a quella Monza. Ma gli impiegati non ci stanno. E, nonostante che l'impettita Milano non si trovi né in Campania né il Calabria, essa finirà per comportarsi come se ci fosse. La nuova Provincia di Monza infatti, assumerà nuovi dipendenti e, quelli in più a Milano, si gireranno i pollici. Tanto, paga il contribuente. Giusto per semplificare.
    Ultima modifica di semipadano; 28-11-09 alle 16:55
    L'occasione fa l'uomo italiano

  5. #5
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sindaci vs. Roma

    Si noti il cinismo di questo personaggio

    "Qualche cifra. Sono già un centinaio i novaresi che, non riuscendo a pagare l’affitto, si sono rivolti al Comune per un sussidio. Altri non riescono più a pagare la mensa delle scuole dei figli: «E tu che cosa fai? Non dai da mangiare ai bambini? Qui ormai - dice Giordano - non si può più scherzare, c’è il rischio di forti tensioni sociali."

    Non dice: c'è miseria, dobbiamo aiutare la povera gente che questo governo di infami e incompetenti ha ridotto sul lastrico.

    Dice: c'è rischio di forti tensioni sociali, di questo passo salgono coi bastoni e ci defenestrano come durante l'attacco al re di Boemia nel 1618.
    L'occasione fa l'uomo italiano

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sindaci vs. Roma

    E' incominciata ufficialmente la corsa per stabilire chi sarà il nuovo segretario federale.

    E' molto presto perché il capo ha una tempra di ferro.
    E' una battaglia congressuale di divisione di poteri, che potrebbe essere persa, sono partiti troppo in anticipo, anche se abilmente alla larga.

    Però serve poco.
    La situazione economica è ormai irreversibile, i bilanci dello stato sono artificiali, creativi come dice Tremonti. .

    Vi sono falle inserite in decine di migliaia di enti, da cui sgorgano fontane di denaro pubblico.

    Sono tutti prigionieri di Tremonrti che vuole andare sui libri di storia per aver salvato per alcuni anni l'italia, almeno fino a quando non avrà un riconoscimento ufficiale, e dopo raggiunta la nuova carica mondiale (?) o europea, perché non vi sarà più la sua presenza, tutto il sistema italico economico andrà dove deve andare.

    In primo tutti questi sindaci dovrebbero chiudere le consulenze e poi incominciare a stringere loro e le spese.
    La miseria avanza, nessuno oserà mai e poi mai asserire che l'immigrazione protetta porta necessariamente alla miseria, e pertanto siamo nella china.

    Comunque facciano quello che vogliono,
    Non bisogna criticarli, devono darsi una immagine populista, perché qualcuno ha studiato da piccolo, ed ha saputo dai nonni che nel 25 luglio 1943 la situazione era girata e la gente, non sapendo con chi prendersela, correva dietro ai sindaci ( allora podestà).

    L'unica persona che ha ancora la testa a posto ed ha compreso come andiamo a finire è Berlusconi.

    Ha detto: siamo alla guerra civile.
    Ed è arrabbiato perché ha paura che arrivi presto prima che lui risolva i suoi problemi grazie al nostro voto.

    L'ha capito anche Napoletano che dice di stare buoni.
    Ultima modifica di jotsecondo; 28-11-09 alle 17:37

 

 

Discussioni Simili

  1. sui candidati sindaci di Roma
    Di iki-sagitta nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 52
    Ultimo Messaggio: 22-05-13, 15:17
  2. Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 13-04-10, 19:58
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 21-08-09, 13:57
  4. I sindaci di Roma
    Di Colombo da Priverno nel forum Roma e Lazio
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 19-09-06, 13:52
  5. 200 sindaci marciano su Roma
    Di Liquid Sky nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 21-07-04, 16:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226