User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 21

Discussione: case chiuse

  1. #1
    Runes
    Ospite

    Predefinito case chiuse

    salve a tutti

    qual'è la posizione della Rosa nel Pugno in merito a questo argomento?
    Che tipo di regolamentazione vorrebbe applicare su un'eventuale riapertura dei "bordelli"?
    Spero nasca un'ottima discussione.

    saluti socialisti

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Cavaliere d'oro
    Data Registrazione
    12 Dec 2003
    Località
    L'ultima ridotta d'Italia
    Messaggi
    13,879
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Di aprirle
    Quando le armi saranno fuorilegge, solo i fuorilegge avranno le armi

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Oct 2004
    Messaggi
    13,224
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sono contrario alla chiusura delle prostituzione nei bordelli, che istituzionerebbe lo sfruttamento della criminalità organizzata. La prostituzione deve essere possibile ovunque, non solo nelle "case chiuse".

    Sono per un'altra cosa, ossia per la abolizione dei reati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione e per creare una rete di protezione sanitaria per le prostitute, non obbligatoria, altrimenti si riprodurrebbe il mercato nero.

    Sono favorevole anche a permettere le cooperative per le prostitute, per cercare di sottrarle allo sfruttamento.

  4. #4
    Runes
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da aguas
    Sono contrario alla chiusura delle prostituzione nei bordelli, che istituzionerebbe lo sfruttamento della criminalità organizzata. La prostituzione deve essere possibile ovunque, non solo nelle "case chiuse".

    Sono per un'altra cosa, ossia per la abolizione dei reati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione e per creare una rete di protezione sanitaria per le prostitute, non obbligatoria, altrimenti si riprodurrebbe il mercato nero.

    Sono favorevole anche a permettere le cooperative per le prostitute, per cercare di sottrarle allo sfruttamento.
    Io ho un'idea che definisco innovativa. Sinceramente ritengo che l'esempio migliore da seguire sia quello scandinavo, ovvero dell'assegnazione alla prostituzione di un ruolo "sociale". La legalizzazione deve essere ovvia, altrimenti non si partirebbe da nessuna parte. Devono essere sottratte allo sfruttamento privato, devono essere sottoposte a regolari controlli medeici, ma devono anche essere tassate come tutti gli altri mestieri.
    Lo Stato, come in Olanda o nei paesi scandinavi, deve farsi carico del ruolo di "datore di lavoro", ma non in un'ottica di ennesimo sfruttamento. Inoltre deve assegnargli un ruolo "sociale", cioè indirizzare la prostituzione prevalentemente verso quelle cateogorie sociali svantaggiate - vedasi i portatori di handicap che purtroppo non sfogano le loro pulsioni sessuali come tutti gli altri - garantendo un servizio gratuito e facendo in modo che per tutti gli altri, comunque, i prezzi siano bassi.

  5. #5
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    08 May 2009
    Messaggi
    9,426
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Runes
    Io ho un'idea che definisco innovativa. Sinceramente ritengo che l'esempio migliore da seguire sia quello scandinavo, ovvero dell'assegnazione alla prostituzione di un ruolo "sociale". La legalizzazione deve essere ovvia, altrimenti non si partirebbe da nessuna parte. Devono essere sottratte allo sfruttamento privato, devono essere sottoposte a regolari controlli medeici, ma devono anche essere tassate come tutti gli altri mestieri.
    Lo Stato, come in Olanda o nei paesi scandinavi, deve farsi carico del ruolo di "datore di lavoro", ma non in un'ottica di ennesimo sfruttamento. Inoltre deve assegnargli un ruolo "sociale", cioè indirizzare la prostituzione prevalentemente verso quelle cateogorie sociali svantaggiate - vedasi i portatori di handicap che purtroppo non sfogano le loro pulsioni sessuali come tutti gli altri - garantendo un servizio gratuito e facendo in modo che per tutti gli altri, comunque, i prezzi siano bassi.
    E' una ipotesi interessante la tua, ma la condivido solo in parte.
    Che il sesso abbia una funzione sociale è dimostrato, ne convengo. Che per questo le classi meno agiate debbano essere favorite nella "corsa alla passera" mi lascia perplesso. Il sesso è un bisogno umano, è vero, ma non per questo è necessario alla vita, concetto che invece passerebbe attraverso la tua proposta.
    Vi sarebbe poi una riduzione dell'atto sessuale a pura meccanica (stupenda a tal proposito un poesia di Elliot se non ricordo male), ovvero a soddisfazione puramente fisiologica di una necessità. Il sesso, anche quando non è amore ed è a pagamento, è qualcosa di più. Non a caso ha ispirato nella letteratura come nella musica e nella poesia le più svariate sensibilità artistiche.
    Questa è se vuoi una critica di principio, per cui c'è il rischio di far passare un concetto di sessualità che non condivido attraverso un gesto egualitario (di cui condivido lo spirito però).

    La seconda critica è puramente economica, nel senso che lo stato-imprenditore (a differenza dello stato redistributore) ha dimostrato di non sapere funzionare, o almeno di non raggiungere gli stessi risultati della libera concorrenza. Quindi non concordo che lo stato debba essere datore di lavoro, il sesso non è come l'istruzione o la salute un bene essenziale per la mobilità sociale. Il sesso è.. sesso. Punto. Deve essere libero, si deve dare alla prostituzione la massima serietà nei controlli (in questo senso la proposta di aguas delle cooperative è molto sensata e pratica), ma non si deve, imho, far fare allo stato la figura del pappone ..

  6. #6
    Cavaliere d'oro
    Data Registrazione
    12 Dec 2003
    Località
    L'ultima ridotta d'Italia
    Messaggi
    13,879
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Runes
    Io ho un'idea che definisco innovativa. Sinceramente ritengo che l'esempio migliore da seguire sia quello scandinavo, ovvero dell'assegnazione alla prostituzione di un ruolo "sociale". La legalizzazione deve essere ovvia, altrimenti non si partirebbe da nessuna parte. Devono essere sottratte allo sfruttamento privato, devono essere sottoposte a regolari controlli medeici, ma devono anche essere tassate come tutti gli altri mestieri.
    Lo Stato, come in Olanda o nei paesi scandinavi, deve farsi carico del ruolo di "datore di lavoro", ma non in un'ottica di ennesimo sfruttamento. Inoltre deve assegnargli un ruolo "sociale", cioè indirizzare la prostituzione prevalentemente verso quelle cateogorie sociali svantaggiate - vedasi i portatori di handicap che purtroppo non sfogano le loro pulsioni sessuali come tutti gli altri - garantendo un servizio gratuito e facendo in modo che per tutti gli altri, comunque, i prezzi siano bassi.

    Ah ecco le prostitute solo per portatori di handicap. Ma losai quanti normodotati devono sfogare le loro pulsioni con la masturbazione?
    Le prostitute vanno con tutti, se decidono di fare quel lavoro, i disabili fanno parte del tutti.
    Quando le armi saranno fuorilegge, solo i fuorilegge avranno le armi

  7. #7
    Runes
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mat Kava
    E' una ipotesi interessante la tua, ma la condivido solo in parte.
    Che il sesso abbia una funzione sociale è dimostrato, ne convengo. Che per questo le classi meno agiate debbano essere favorite nella "corsa alla passera" mi lascia perplesso. Il sesso è un bisogno umano, è vero, ma non per questo è necessario alla vita, concetto che invece passerebbe attraverso la tua proposta.
    Vi sarebbe poi una riduzione dell'atto sessuale a pura meccanica (stupenda a tal proposito un poesia di Elliot se non ricordo male), ovvero a soddisfazione puramente fisiologica di una necessità. Il sesso, anche quando non è amore ed è a pagamento, è qualcosa di più. Non a caso ha ispirato nella letteratura come nella musica e nella poesia le più svariate sensibilità artistiche.
    Questa è se vuoi una critica di principio, per cui c'è il rischio di far passare un concetto di sessualità che non condivido attraverso un gesto egualitario (di cui condivido lo spirito però).



    La seconda critica è puramente economica, nel senso che lo stato-imprenditore (a differenza dello stato redistributore) ha dimostrato di non sapere funzionare, o almeno di non raggiungere gli stessi risultati della libera concorrenza. Quindi non concordo che lo stato debba essere datore di lavoro, il sesso non è come l'istruzione o la salute un bene essenziale per la mobilità sociale. Il sesso è.. sesso. Punto. Deve essere libero, si deve dare alla prostituzione la massima serietà nei controlli (in questo senso la proposta di aguas delle cooperative è molto sensata e pratica), ma non si deve, imho, far fare allo stato la figura del pappone ..
    Compagno, essendo che probabilmente io mi rivedo in un Socialismo più che altro "etico", per me, a differenza delle visioni prettamente materialiste del marxismo, il bene della collettività, il bene sociale, la giustizia sociale, si esaurisce anche nel momento in cui l'individuo, tutti gli individui, in quanto tutti ci rifacciamo al "diritto alla vita", possano soddisfare le loro necessità fisiologico-mentali.
    Il sesso è senza dubbio non solo una cosa meccanica, ma è anche un diritto di TUTTI e TUTTE, non solo di quei pochi darwinianamente parlando "fortunati" e economicamente e fisicamente, che possono avere una regolare vita sentimental-sessuale, ed io ho fatto espliciti esempi.

  8. #8
    Runes
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Rick Hunter
    Ah ecco le prostitute solo per portatori di handicap. Ma losai quanti normodotati devono sfogare le loro pulsioni con la masturbazione?
    Le prostitute vanno con tutti, se decidono di fare quel lavoro, i disabili fanno parte del tutti.
    Hunter mi cadi sull'uccello? nel forum fascista mi sei concorde sulla condizioni dei disabili oggi, e qui mi dici che invece ti sta sulle palle una condizione di reale giustizia materiale???

    non ti comprendo...

    Hunter, fidati, io lo so che ci sono tanti "normali" che devono ricorrere alle seghe o alle prostitute, ma ti garantisco che il 90% dei disabili deve ricorrere spesso a di cui sopra, perchè nessuno se li/le fila in questo tuo bel mondo material-consumista-liberale che dovrebbe avere tutto per tutti e renderci tutti piu' felici

  9. #9
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    08 May 2009
    Messaggi
    9,426
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Runes
    Compagno, essendo che probabilmente io mi rivedo in un Socialismo più che altro "etico", per me, a differenza delle visioni prettamente materialiste del marxismo, il bene della collettività, il bene sociale, la giustizia sociale, si esaurisce anche nel momento in cui l'individuo, tutti gli individui, in quanto tutti ci rifacciamo al "diritto alla vita", possano soddisfare le loro necessità fisiologico-mentali.
    Il sesso è senza dubbio non solo una cosa meccanica, ma è anche un diritto di TUTTI e TUTTE, non solo di quei pochi darwinianamente parlando "fortunati" e economicamente e fisicamente, che possono avere una regolare vita sentimental-sessuale, ed io ho fatto espliciti esempi.
    Certo, ho colto i tuoi esempi, ma la soddisfazione di quel bisogno può avvenire tranquillamente in un sistema di libero scambio, senza la presenza statale. Lo stato nella prostituzione legalizzata deve intervenire, imho, per controllare il livello sanitario e per verificare che non vi siano situazioni di sfruttamento. La prostituzione ha un costo tale da permettere a molti di usufruirne, non siamo di fronte ad un bene (parlo del bene "sesso" ovviamente, non del corpo della donna/dell'uomo) a pochi accessibile. E' invece un sistema che, se legalizzato, vedrebbe drasticamente ridotti i suoi costi (ad Amsterdam i prezzi oscillavano tra i 30 e i 50 euro per un quarto d'ora, assolutamente abbordabili). Se tu mi dici dobbiamo assicurarci che tutti possano usufruirne, indipendentemente dall'aspetto e dai problemi fisici, mi trovi concorde. Meno invece quando parli del punto di vista economico.
    Non siamo di fronte a beni come l'istruzione o la sanità per cui il singolo individuo è il più delle volte troppo povero per permetterseli (non tutti possono sganciare 8000 euro all'anno per mandare il purillo all'uni, per questo è giusto che provveda lo stato).

  10. #10
    Runes
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mat Kava
    Certo, ho colto i tuoi esempi, ma la soddisfazione di quel bisogno può avvenire tranquillamente in un sistema di libero scambio, senza la presenza statale. Lo stato nella prostituzione legalizzata deve intervenire, imho, per controllare il livello sanitario e per verificare che non vi siano situazioni di sfruttamento. La prostituzione ha un costo tale da permettere a molti di usufruirne, non siamo di fronte ad un bene (parlo del bene "sesso" ovviamente, non del corpo della donna/dell'uomo) a pochi accessibile. E' invece un sistema che, se legalizzato, vedrebbe drasticamente ridotti i suoi costi (ad Amsterdam i prezzi oscillavano tra i 30 e i 50 euro per un quarto d'ora, assolutamente abbordabili). Se tu mi dici dobbiamo assicurarci che tutti possano usufruirne, indipendentemente dall'aspetto e dai problemi fisici, mi trovi concorde. Meno invece quando parli del punto di vista economico.
    Non siamo di fronte a beni come l'istruzione o la sanità per cui il singolo individuo è il più delle volte troppo povero per permetterseli (non tutti possono sganciare 8000 euro all'anno per mandare il purillo all'uni, per questo è giusto che provveda lo stato).
    Io ho fatto riferimento allo Stato perchè essendo socialista, non sono per la privatizzazione di un'attività. Men che meno di qualcosa che riguarda la sfera "etica" e morale, come il sesso e la sua mercificazione.
    Non si puo' mercificare il sesso, prostrarlo alla mercè di chiunque, non è una carrozzeria, una cartoleria, una macelleria...si tratta, in molti casi, di scelte libere che fanno le persone che scelgono di campare col proprio corpo.
    L'idea delle cooperative del sesso, è sempre la migliore, ma un minimo di controllo da parte dello Stato deve comunque esserci. E poi deve essere tassato, di modo che le spese che lo Stato elargisce per le cure mediche di queste persone, debbano coincidere con il guadagno che esse proferiscono.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Case chiuse
    Di Commissario Basettoni nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 06-01-08, 21:15
  2. Case Chiuse
    Di NationalPOPARt! nel forum Destra Radicale
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 06-01-08, 09:24
  3. dalle case del popolo alle case chiuse
    Di Il Patriota nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 04-01-07, 23:30
  4. case chiuse
    Di cameratamarco nel forum Destra Radicale
    Risposte: 126
    Ultimo Messaggio: 14-01-06, 17:04
  5. case chiuse
    Di S.P.Q.R. nel forum Destra Radicale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 15-05-03, 03:52

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226