User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: Vale ancora?

  1. #1
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Question Vale ancora?


    DICHIARAZIONE DI INDIPENDENZA E SOVRANITA' DELLA PADANIA


    Noi Popoli della Padania, convenuti sul grande fiume Po dall'Emilia, dal Friuli, dalla Liguria, dalla Lombardia, dalle Marche, dal Piemonte, dalla Romagna, dal Sdtirol-Alto Adige, dalla Toscana, dal Trentino, dall'Umbria, dalla Valle d'Aosta, dal Veneto e dalla Venezia Giulia, riuniti oggi, 15 settembre 1996, in Assemblea Costituente

    affermiamo e dichiariamo


    che quando nel corso degli eventi umani diventa necessario per i Popoli sciogliere i vincoli che li Legano ad altri, costituirsi in Nazione indipendente e sovrana ed assumere tra le Nazioni della Terra il ruolo assegnato loro dal Diritto Naturale di Autodeterminazione, il rispetto che si deve all'opinione della Societa' Internazionale e dell'Umanita' intera richiede che essi dichiarino le ragioni che li hanno costretti alla separazione. Da tempo immemorabile abitiamo, dissodiamo, lavoriamo, proteggiamo ed amiamo queste terre, tramandateci dai nostri avi, attraversate e dissetate dalle acque dei nostri grandi fiumi. Qui abbiamo inventato un modo originale di vivere, di sviluppare le arti e di lavorare. Noi apparteniamo ad un'area storica, la Padania, che sotto il profilo socio-economico e' fortemente integrata al suo interno pur nella riconosciuta e rispettata diversita' dei Popoli che la compongono. Queste terre sono unite da Legami tanto profondi quanto quelli delle stagioni che le governano, degli elementi che le plasmano, delle Genti che le abitano. Noi quindi formiamo una comunita' naturale, culturale e socio-economica fondata su un condiviso patrimonio di valori, di cultura, di storia e su omogenee condizioni sociali, morali ed economiche. La Padania e' il nostro orgoglio, la nostra grande risorsa e la nostra unica possibilita' di esprimerci liberamente nella pienezza delle nostre nature individuali e del nostro sentire collettivo. La storia dello Stato italiano ha sistematicamente occupato nel tempo, attraverso il suo apparato burocratico, il sistema economico e sociale della Padania. Lo Stato italiano ha sistematicamente annullato ogni forma di autonomia e di autogoverno dei nostri Comuni, delle nostre Province e delle nostre Regioni. Lo Stato italiano ha compromesso la serenita' delle generazioni future della Padania dilapidando enormi risorse in politiche truffaldine, assistenzialiste, clientelari e criminali che hanno portato la Padania e l'Italia in una situazione fallimentare ormai irreversibile. Lo Stato italiano ha costretto con l'inganno i Popoli della Padania a soggiacere al sistematico sfruttamento delle risorse economico finanziarie prodotte dal lavoro quotidiano per sperperarle nei mille rivoli dell'assitenzialismo clientelare e mafioso del Mezzogiorno. Lo Stato italiano ha deliberatamente tentato di sopprimere le lingue e le identita' culturali dei Popoli della Padania attraverso la colonizzazione del sistema pubblico di istruzione. Lo Stato italiano ha imposto ai Popoli della Padania l'applicazione delle sue leggi inique attraverso una magistratura selezionata con criteri razzisti. Lo Stato italiano ha cercato di dominare i Popoli della Padania affidando compiti e funzioni di ordine pubblico e di sicurezza a prefetti e forze di polizia garanti del piu' odioso centralismo coloniale. Lo Stato italiano ha espropriato i Popoli della Padania del loro potere costituente e si mostra sordo al grido di protesta che si alza sempre piu' alto. Per queste ragioni: Noi siamo intimamente convinti che ogni ulteriore permanenza della Padania all'interno dei confini dello Stato italiano significherebbe lasciar spegnere lentamente ogni speranza di rinascita e annientare l'idealita' dei Popoli che la compongono: Noi siamo consapevoli che la Padania libera ed indipendente diventera' il riferimento politico ed istituzionale per la costituzione dell'Europa delle Regioni e dei Popoli; Noi siamo convinti che la Padania libera ed indipendente sapra' garantire un contributo decisivo alla cooperazione, alla pace tra i Popoli della Terra; Noi oggi rappresentiamo, qui riuniti, l'ultima speranza che il regime coloniale romano che opprime la Padania possa presto finire.

    NOI POPOLI DELLA PADANIA

    Poichè il coraggio e la fede di chi ci ha preceduto nella lotta per la libertà dei Popoli sono nostro retaggio e debbono indurci a farci irrevocabilmente carico del nostro destino. Poiche' vogliamo che i nostri atti siano guidati dal rispetto che dobbiamo a noi stessi, ai nostri avi ed ai nostri figli. Poiche' riconosciamo l'inalienabile potere sovrano di ogni popolo a decidere liberamente con chi stare, come e da chi essere governato. Poiche' affermiamo il nostro diritto e la nostra volonta' di assumere i pieni poteri di uno Stato, prelevare tutte le imposte, votare tutte le leggi, firmare tutti i trattati. Poiche' la Padania sara' tutti coloro, uomini e donne, che la abitano, la difendono e la riconoscono, e poiche' costoro siamo noi. Poiche' e' infine giunta l'ora di avviare la grande impresa di far nascere questo nuovo Paese che noi battezziamo oggi con il nome di Padania, In nome e con l'autorita' che ci deriva dal Diritto Naturale di Autodeterminazione e della nostra libera coscienza Chiamando per voce delle nostre libere Istituzioni l'insegnamento di amore per la liberta' e di coraggio dei Padri Padani a testimone dell'onesta' delle nostre intenzioni

    NOI, POPOLI DELLA PADANIA

    solennemente proclamiamo



    LA PADANIA E' UNA REPUBBLICA FEDERALE INDIPENDENTE E SOVRANA

    A sostegno di cio' noi ci offriamo gli uni agli altri, a scambievole pegno, le nostre vite, le nostre fortune e il nostro sacro onore.





    Venezia,Padania,15 settembre 1996

    Firmato
    Umberto Bossi

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    21,982
    Mentioned
    53 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ?

  3. #3
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Oggi il Grande Sogno si e' leggermente ridimensionato
    O forse era gia' tutto cinema fino da allora?


    Da LA PADANIA del 28/2

    Il PRIMO CIAK È DI BOSSI CON BERLUSCONI
    LA CDL REGALA A MILANO CINECITTA'
    Igor Iezzi
    Un ringraziamento alla Casa delle Libertà per sancire la realizzazione di un sogno: la Cinecittà milanese voluta da Umberto Bossi, il leader della Lega Nord, che si è sempre battuto per la costruzione della cittadella del cinema nel capoluogo lombardo.
    Oggi è la giornata della posa della prima pietra, alla presenza del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ma è anche la giornata di chi questa iniziativa l'ha voluta, l'ha pensata e ha lottato per ottenerla. Umberto Bossi da anni insisteva perché anche Milano e, quindi, la Padania avessero la propria cittadella del cinema. «Il cinema rappresenta la realtà» , era il ragionamento di Bossi, sottolineando che nessuno raccontava la storia della Padania perché mancava una struttura come quella inaugurata ieri. Oggi inizieranno i lavori e il merito è di Bossi, della Lega e della Casa delle Libertà, grazie alla quale l'impegno preso dal Carroccio con i cittadini lombardi ha potuto concretizzarsi. Nel primo pomeriggio alla ex Manifattura Tabacchi, in viale Fulvio Testi a Milano, è stata organizzata la cerimonia per dare il via ai lavori che termineranno entro due anni, 90 mila metri quadrati per una spesa superiore agli 8 milioni di euro. Quello che fino a poco tempo fa sembrava un sogno, oggi sta diventando realtà. Verrà creata, in sostanza, una scuola di cinema, dalla quale usciranno registi, attori, tecnici audio, video e qualsiasi professionalità serva a rendere concreta la realizzazione di un film.
    Prima la benedizione della struttura da parte di un sacerdote, poi i discorsi. Dal palco intervengono le istituzioni meneghine, il sindaco Gabriele Albertini e il governatore Roberto Formigoni, introdotti dall'assessore alle Culture Ettore A. Albertoni, coartefice del sogno padano. Poi è il turno del ministro Giulio Tremonti, che ha collaborato alla realizzazione della cittadella nella ex manifattura Tabacchi, in mano allo Stato e data in concessione per 99 anni alla Regione. Il ministro azzurro ha prima ricordato la figura di Federico Fellini, che «ci ha lasciati senza poter vedere la Cinecittà a Milano». Per Tremonti nel capoluogo Lombardo «si fondono la tradizione storica dell'editoria... ... lombarda, del metodo sperimentale di cinematografia, il nuovo terziario dei servizi e soprattutto l'antichissimo e importantissimo spiritus loci». Un attore, quest'ultimo, fondamentale per la realizzazione della cittadella del cinema, senza il quale «oggi non saremmo qui». «Non mi ricordo in che mese dell'anno questo spiritus loci - ha rivelato - ha incominciato a spingere, mi ricordo che era una mattina molto presto». E Tremonti svela chi si nascondeva dietro questo spiritus loci: «Ovviamente era Umberto Bossi».
    Il Senatur, intervenuto subito dopo con un discorso in comune con Berlusconi e tenendosi sottobraccio, ha scherzato sulla versione raccontata dal ministro, perché «a Tremonti non bisogna mai telefonare troppo presto, giustamente la moglie lo mette in riga»
    A parte le battute, il leader della Lega si è soffermato sul ruolo della cittadella del cinema e su chi ha contribuito a realizzarla. «Quando siamo partiti sapevo che la Cdl mi avrebbe permesso di regalare a Milano la cinematografia. Il merito è tutto della Cdl. E' un regalo importante a Milano perché potremo raccontare la nostra storia. - ha spiegato, soddisfatto - Milano è al centro non solo della Pianura padana, non solo della Lombardia, del Piemonte e del Veneto, ma anche vicina alla Svizzera. E' fondamentale la cinematografia, per Milano, senza dimenticare i posti di lavoro che crea, e sono tanti. E' una cosa che vedremo nel tempo quanto varrà, e secondo me varrà molto».
    A confermare l'impegno del leader della Lega è lo stesso Berlusconi, «è proprio un'iniziativa voluta da Umberto, anche a me ha telefonato, non all'alba ma a notte fonda, con l'obiettivo categorico di esserci. E poi mi ha chiesto di dire a Confalonieri - ha scherzato - di portare delle belle attrici. Io gli ho telefonato e Confalonieri mi ha ricordato che come Mediaset hanno fatto moltissimi film e che perciò saranno onorati, quando ci sarà la possibilità, di ritornare a fare film a Milano, di essere la prima azienda a produrre qui».
    E sarebbe questa la concretizzazione finale di un sogno, film sulla nostra storia girati al Nord con professionalità nate a Milano. La realtà padana potrà essere rappresentata per quello che è, e non per come la immaginano in altre latitudini.
    «Avete visto quanta gente c'è. - ha chiuso la cerimonia Bossi, indicando la folla che lo applaudiva - la cinematografia era aspettata da molto tempo a Milano».
    Alla fine, prima di uscire, il brindisi con Giulio Tremonti e il segretario lombardo della Lega, Giancarlo Giorgetti[...]
    Ma ieri era il giorno della Cinecittà meneghina, dell'attenzione dimostrata dalla Cdl alla tradizione cinematografica milanese. Alla sua storia. Ora è tutto pronto, il primo "ciak si gira" per vedere la nostra cultura in tv lo hanno urlato insieme Bossi e Berlusconi.


    Sono commossoooooo...articoli cosi' mi commuovono fino alle lacrime....grazie cdl per averci regalato un sogno....

    Abbiamo un sogno nel cuore.....andare a far l'attore, andare a far l'attore....



  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    21,982
    Mentioned
    53 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    è la legge del contrapasso cinema ,sogni

  5. #5
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Per me varrà sempre, anche se qualcuno l'ha tradita o la tradirà in futuro. Il mio primo contatto con la politica è stata la lettura da piccolo di una fotocopia di un giornale dell'epoca con scritta la dichiarazione d'indipendenza della Padania: quel foglio ce l'ho ancora perchè mi ha cambiato per sempre.

  6. #6
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,080
    Mentioned
    42 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Thumbs up Da incorniciare

    Varrà sempre; è stato una volta per sempre, qualunque cosa succederà o è successa in seguito.

  7. #7
    R.i.P. quorthon
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Asa Bay
    Messaggi
    1,791
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Penso che per molti varrà per sempre....per la Lega penso sia un lontano ricordo.....
    --------------
    The Warrior

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    06 May 2005
    Località
    Bassa Brianza
    Messaggi
    712
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem
    Per me varrà sempre, anche se qualcuno l'ha tradita o la tradirà in futuro. Il mio primo contatto con la politica è stata la lettura da piccolo di una fotocopia di un giornale dell'epoca con scritta la dichiarazione d'indipendenza della Padania: quel foglio ce l'ho ancora perchè mi ha cambiato per sempre.
    la stessa cosa vale per me.
    Mi ricordo che uno o due giorni dopo il 15 settembre 96 ho detto a un mio caro amico che se le cose non fossero cambiate nel giro di un anno, mi sarei impegnato in prima persona per realizzare quanto scritto nella dichiarazione di indipendenza.

    avevo 15 anni.
    ne sono passati dieci.

    tiremm innanz!

  9. #9
    libero veneto
    Data Registrazione
    27 Jul 2005
    Località
    Libero Stato di Venezia
    Messaggi
    575
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Eridano
    Varrà sempre; è stato una volta per sempre, qualunque cosa succederà o è successa in seguito.
    Penso che ormai sia arrivato il momento di farla succedere...lega o non lega!!!

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    21,982
    Mentioned
    53 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Peder
    la stessa cosa vale per me.
    Mi ricordo che uno o due giorni dopo il 15 settembre 96 ho detto a un mio caro amico che se le cose non fossero cambiate nel giro di un anno, mi sarei impegnato in prima persona per realizzare quanto scritto nella dichiarazione di indipendenza.

    avevo 15 anni.
    ne sono passati dieci.

    tiremm innanz!
    il fine è giusto
    i mezzi
    la classe dirigenziale

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 15-11-10, 20:02
  2. Vale ancora la pena "boicottarlo"?
    Di Danny nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 01-05-08, 16:18
  3. Pd vale 7% piu' di Ds e Dl insieme?
    Di King Z. nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 45
    Ultimo Messaggio: 06-06-07, 14:57
  4. Vale ancora la pena di vivere...per andare al Cinema.
    Di geometrantonio nel forum Fondoscala
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 22-09-06, 19:56
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-06-06, 13:29

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226