User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Parla Solzhenitsyn

  1. #1
    CIAVARDINI LIBERO
    Data Registrazione
    23 Oct 2006
    Messaggi
    1,507
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Parla Solzhenitsyn

    Solzhenitsyn contro il comunismo e l'americanismo!!!!



    27/2/2007 (8:23) - IL GOVERNO DISTRIBUISCE UN PROCLAMA DEL PREMIO NOBEL
    Parla Solzhenitsyn: "I ricchi di Mosca affamano la Russia"
    Lo scrittore fustiga i lussi della capitale ma sostiene Putin: "Lo zar non sia debole"
    ANNA ZAFESOVA
    Denigrato, osannato, deriso, sparito, dato per morto, Alexandr Solzhenitsyn a 88 anni vuole ancora far sentire la sua voce tonante nella politica russa. E lo fa con la grandiosità degna dello Scrittore con la maiuscola, di un premio Nobel che ha vissuto la sua battaglia col comunismo come una lotta personale, dell’unico russo vivente che può pretendere di farsi chiamare padre della patria. Il giornale governativo Rossijskaja Gazeta ha pubblicato oggi il saggio di Solzhenitsyn «Riflessioni sulla rivoluzione di Febbraio»: 500 mila copie alle quali si aggiungerà tra pochi giorni una brochure stampata in 4,5 milioni di esemplari.

    Tirature che non si erano viste dai tempi delle edizioni tascabili di Lenin, durante il comunismo. O da quando, nel 1990, lo stesso Solzhenitsyn pubblicò il suo famoso «Come ricostruire la Russia», che servì poi da linee guida nella dissoluzione pilotata dell’Urss. La moglie dello scrittore Natalia ha presentato ieri a Mosca il progetto - il vate è malato, è stato di recente operato al cuore, e da qualche anno ormai non appare in pubblico - spiegando che le riflessioni sugli ultimi giorni dell’impero dei Romanov dovrebbero spingere la classe politica russa a trarre analogie, e a non ripetere gli stessi errori. «Alexandr Isaevic» - ha detto Natalia, che chiama il marito con nome e patronimico, all’antica - «segue e prende molto a cuore la situazione della Russia», e il suo dolore principale è il distacco tra i ricchi e i poveri, tra i lussi di Mosca e le miserie dell’immensa provincia. È di fatto un provinciale, e sente i dolori della provincia, che il nostro potere non avverte o percepisce in modo molto smorzato». «Se il governo non vi presterà attenzione, le conseguenze saranno molto gravi», è stato il monito dello scrittore trasmesso da sua moglie.

    Una critica, quella di trascurare la Russia profonda e autentica, che Solzhenitsyn ripete da anni, seguendo la tradizione russa di scrittore portavoce del «popolo». Non erano molto diverse le prediche in tv al suo trionfale ritorno in Russia dopo 25 anni di esilio, nel 1994. Ma il Cremlino dell’epoca si stufò rapidamente, e un anno dopo la trasmissione settimanale del vate venne chiusa per «audience scarsa». Lo scrittore si isolò nella sua dacia, le nuove pubblicazioni non suscitavano clamore, e sembra quasi ironico che fosse stato premiato come miglior sceneggiatore tv nel 2006, per la fiction «Nel primo cerchio» dal suo romanzo.

    Solzhenitsyn non è cambiato, semmai è cambiato qualcosa al Cremlino, visto che lo scrittore ha affidato ieri alla moglie i suoi complimenti per la politica estera di Putin, grazie al quale «la Russia ha riconquistato un certo peso nel mondo». E il direttore della Rossijskaja Gazeta Vjaceslav Fronin ha annunciato che il saggio di Solzhenitsyn («estremamente attuale») verrà inviato a tutti i governatori e ai deputati come «in vista delle elezioni parlamentari e presidenziali». Un segnale chiaro: le «Riflessioni sulla rivoluzione di Febbraio» - nonostante il testo sia stato scritto negli anni ’80, già pubblicato e riguardi eventi di 90 anni fa - sono una guida per la politica del 2007. Lo dice lo stesso scrittore nella breve prefazione: «È amaro che parte di queste conclusioni sia ancora applicabile alla nostra inquieta e instabile attualità».

    A leggere il testo, le ansie di Solzhenitsyn rimangono le solite: racconta come una tragedia il crollo della monarchia, rimproverando allo zar di non aver represso l’opposizione, e di essersi allontanato troppo dal popolo. Se la prende con il parlamentarismo, i liberali, i russi che «hanno dimenticato Dio», e perfino con gli assassini di Rasputin, colpevoli di aver fatto «il primo passo della rivoluzione». Con la conclusione finale: la colpa di un disastro «planetario, cosmico» che ha inaugurato un secolo di sangue, è di uno zar debole, che abdicando ha «tradito» il suo Paese. A un anno dalle presidenziali, mentre si attende con il fiato sospeso la scelta dell’«erede» di Putin, e si fanno sempre più forti voci che insistono che l’attuale leader debba rimanere al Cremlino a oltranza, nonostante la Costituzione, è un messaggio a zar Vladimir.


    http://www.lastampa.it/redazione/cms...8576girata.asp

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    legione muti
    Ospite

    Predefinito Grande

    Grande eroe, nazionalista e amante vero della sua Patria!
    Nemico irriducibile dell'ebraismo (si veda lo scritto "Due secoli insieme", fortemente contestato dalla comunità ebraica, che ne avrebbe voluto vietare il commercio), unica sua pecca vista da un'ottica fascista è il conservatorismo eccessivo (ebbe negli anni passati parole di ammirazione per Franco, salazar e Pinochet, mai per il Duce o per Codreanu...). Ma tutto questo si giustifica forse comunque con la sua esperienza esistenziale più ampia, anche se in taluni giudizi sembra piuttosto ingenuo...

  3. #3
    CIAVARDINI LIBERO
    Data Registrazione
    23 Oct 2006
    Messaggi
    1,507
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da legione muti Visualizza Messaggio
    unica sua pecca vista da un'ottica fascista è il conservatorismo eccessivo (ebbe negli anni passati parole di ammirazione per Franco, salazar e Pinochet, mai per il Duce o per Codreanu
    Solzhenitsyn è fondamentalmente un conservatore, ma una persona che si è fatta tutti quegli anni nei Gulag di un regime che si pretendeva rivoluzionario è comprensibile che sviluppi posizioni conservatrici.

    Pur essendo un patriota Russo non è mai scaduto in sterili sciovinismi, tipici dell'est Europa, riconoscendo ad esempio i crimini perpetrati dalle truppe sovietiche, delle quali faceva parte, nei confronti delle popolazioni conquistate, tedeschi in primis...

    Tra le altre cose è stato uno dei pochi a rendere onore ai non pochi russi che si schierarono a fianco dell'asse nell'ultima guerra (Vlasov, Krasnov, Shkuro...)

  4. #4
    legione muti
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lombardoveneto Visualizza Messaggio
    Solzhenitsyn è fondamentalmente un conservatore, ma una persona che si è fatta tutti quegli anni nei Gulag di un regime che si pretendeva rivoluzionario è comprensibile che sviluppi posizioni conservatrici.

    Pur essendo un patriota Russo non è mai scaduto in sterili sciovinismi, tipici dell'est Europa, riconoscendo ad esempio i crimini perpetrati dalle truppe sovietiche, delle quali faceva parte, nei confronti delle popolazioni conquistate, tedeschi in primis...

    Tra le altre cose è stato uno dei pochi a rendere onore ai non pochi russi che si schierarono a fianco dell'asse nell'ultima guerra (Vlasov, Krasnov, Shkuro...)
    vero

  5. #5
    Alvise
    Ospite

    Predefinito

    Figura notevole.

 

 

Discussioni Simili

  1. E' morto Alexander Solzhenitsyn
    Di Abbott (POL) nel forum Politica Estera
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 06-08-08, 11:13
  2. E' morto Alexander Solzhenitsyn
    Di Abbott (POL) nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 05-08-08, 20:21
  3. chi parla e chi fa
    Di Eric Draven nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-09-07, 21:52
  4. Calderoli Parla Parla Parla
    Di SPYCAM nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 18-07-04, 16:54
  5. Cofferati..parla..parla..parla ma.....
    Di Il Patriota nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 26-07-02, 22:22

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226