User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27

Discussione: 19 Ottobre 1944

  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    19 Feb 2007
    Messaggi
    5,326
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito 19 Ottobre 1944

    Domani ricorre l' anniversario della strage di via Maqueda avvenuta 64 anni fa, ed ancora ' si vuole fare silenzio attorno a questo crimine di stato.
    Alcuni Indipendentisti siciliani per ricordare questo triste anniversario, e per rendere omaggio ai caduti della strage, hanno attaccato degli striscioni a Palermo, soltanto dopo poche ore questi striscioni SONO SCOMPARSI !
    Solo pochi mesi addietro ho appreso che quel giorno in via Maqueda a manifestare contro l' ammasso dello Stato italiano, e per chiedere l' Indipendenza della Sicilia vi era anche la mia nonna materna Giuseppina.
    Se la cavò miracolosamente, torno a casa con molti lividi ed escoriazioni.
    Questo, forse spiega perchè non andò mai a votare per le lezioni politiche...
    Onore a quei caduti !
    Solidarietà ai fratelli Indipendentisti ai quali ancora una volta si tenta ( vanamente ) di mettere il bavaglio !

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Gioa
    Ospite

    Predefinito

    Credo che l'evento di via Maqueda è da collegare a quel che successe anni prima sempre a Palermo e cioè la "Rivolta del 7 Mezzo", quando una folla assalì la questura e la prefettura uccidendo personale dello Stato sabaudo.

    Credo quel giorno avevano paura che quel che successe anni prima poteva ripetersi e questa paura gli fece fare una strage.

    A Palermo pochi sanno della strage di via Maqueda, nemmeno i giornali ne parlano. Può essere infatti recepita male, è un tasto delicato che secondo il mio parere, và toccato cercando di suscitare nei siciliani un sentimento di coscienza civile e non di richiamo alle armi.

    Quel giorno morirono anche dei bambini, a palazzo comitini sede della Provincia Regionale di Palermo nella parte interna, c'è una lapide che ricorda l'evento con alcuni nomi di coloro che morirono.

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    19 Feb 2007
    Messaggi
    5,326
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gioa Visualizza Messaggio

    è un tasto delicato che secondo il mio parere, và toccato cercando di suscitare nei siciliani un sentimento di coscienza civile e non di richiamo alle armi.
    é un tasto delicato PER CHI ?
    dove vedi il richiamo alle armi se si commemora quella strage di stato e si rende omaggio alle vittime ?
    Gioa, ho la sensazione che tu vada sempre in cerca di polemiche...che non ti interessi altro che fare insinuazioni malefiche ad ogni costo ....

  4. #4
    Gioa
    Ospite

    Predefinito

    Sò che quei ragazzi non hanno richiamato alle armi.

    Ho espresso un mio parere Neva.

    L'anno prossimo se lo ritengono opportuno potrebbero chiedere l'autorizzazione alla Digos almeno tre giorni prima della data in cui ricorre l'anniversario di quell'evento, per manifestare.

    Però aldilà di chi fà la manifestazione credo sia bene dargli la giusta motivazione se no potrebbe sembrare un incitamento all'odio.

    Questo è sempre un mio parere nessuna insinuazione malefica, Ok.

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    19 Feb 2007
    Messaggi
    5,326
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gioa Visualizza Messaggio
    Sò che quei ragazzi non hanno richiamato alle armi.

    Ho espresso un mio parere Neva.

    L'anno prossimo se lo ritengono opportuno potrebbero chiedere l'autorizzazione alla Digos per manifestare almeno tre giorni prima della data in cui ricorre l'anniversario di quell'evento.

    Però aldilà di chi fà la manifestazione credo sia bene dargli la giusta motivazione se no potrebbe sembrare un incitamento all'odio.

    Questo è sempre un mio parere nessuna insinuazione malefica, Ok.
    Se sai che ' quei ragazzi non hanno richiamato alle armi ', il tuo parere è alquanto fuori luogo, non ti pare ?
    Coloro che manifestano, e parlo in generale, hanno le loro ' giuste motivazioni ', e non credo che spetti a nessuno dargli indicazioni in merito.

  6. #6
    Gioa
    Ospite

    Predefinito

    E' vero magari ognuno pensa abbia le sue giuste motivazioni.

    Il mio era ripeto un parere, non ho ruolo per dare indirizzi con forte sollecito.

  7. #7
    Moderatore
    Data Registrazione
    19 Feb 2007
    Messaggi
    5,326
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    MOVIMENTO PER L'INDIPENDENZA DELLA SICILIA
    fondato nel 1943


    - CUMUNICATU STAMPA -

    IERI COME OGGI, A CHI FA PAURA IL MIS?


    Era il 19 ottobre del 1944, e il Movimento per l'Indipendenza della Sicilia stava celebrando il proprio primo congresso in una Taormina gravemente ferita dalla guerra.

    Guerra che, in quella stessa giornata, portò a Palermo la gente in piazza, fiaccata dalla fame di pane e di libertà. Ne nacque un pacifico torrenziale corteo, capeggiato dai ragazzi della Lega Giovanile Separatista, la punta di diamante del MIS.

    La repressione italiana che stava rioccupando militarmente e politicamente la Sicilia per proseguire quel dissennato sfruttamento coloniale che dura acremente ancora oggi, non si fece attendere. Il vice prefetto Pampillonia chiese l'intervento dell'esercito italiano per bloccare la folla vociante ma inerme che si dirigeva verso Palazzo Comitini, sede della Prefettura. Intervennero, guidati dal sottotenente Calogero Lo Sardo, scaglioni del 139° fanteria della Divisione Sabauda, che immediatamente aprirono il fuoco ad altezza d'uomo e lanciando numerose bombe a mano contro la folla, lasciando sul terreno tra 21 e 26 (o secondo alcuni addirittura più) caduti e oltre 150 feriti.

    Si consumò così la oggi obliata e nascosta "strage di via Maqueda" a Palermo, l'autentica "bloody sunday" siciliana.

    Il MIS non scomparve, nonostante quello e altri episodi: arresti arbitrari di dirigenti, militanti e simpatizzanti, chiusura forzata di quasi tutte le sedi, e l'Eccidio di "Murazzu Ruttu" del 17 giugno 1945. Si giunse allo scontro armato fra Italia e Sicilia, culminato nella battaglia di San Mauro del 29 dicembre 1945. Cui seguì la "concessione" dell'autonomia, malvista dagli indipendentisti ma accettata per evitare altro spargimento di sangue.

    La quasi immediata neutralizzazione dell'autonomia con la completa riassimilazione politica e amministrativa (ma non culturale) della Sicilia all'Italia è cronaca attuale.

    Ma gli indipendentisti e il MIS non sono scomparsi. E sono proprio i giovani, ancora una volta a Palermo, a gridare con forza l'orgoglio siciliano e a portare avanti la lotta per l'indipendenza.

    Così come non è sparita la repressione italiana.

    Lasciamo la parola su fatti più recenti ad una nota dei giovani militanti del MIS di Palermo.

    «Il MIS (Movimento per l'Indipendenza della Sicilia) riappare alla visione pubblica di Palermo con degli striscioni sui ponti delle rotonde di viale Lazio, di viale Leonardo da Vinci e sul ponte di via Pitrè, nell'atto di commemorare l'atroce strage di via Maqueda del 19 ottobre 1944, avvenuta da parte dell'esercito italiano ai danni dell'inerme e disarmata popolazione palermitana che chiedeva pane e indipendenza.

    Ebbene, quegli striscioni sono apparsi la notte del 16 ottobre 2008, per svanire la sera successiva: qualcuno li ha deliberatamente fatti sparire. È fin troppo chiaro che vi sia "qualcuno" cui non sta a genio che il MIS riappaia e che commemori simili fatti di sangue in cui lo Stato italiano appare come il "cattivo" di turno.

    Come chiamare questa, se non "repressione"?

    Si vieta di fatto, in una situazione che si pretende (ma non è, per nulla) democratica, l'esposizione di idee scomode per qualcuno, negando il diritto sacrosanto all'espressione della propria opinione e dei propri ideali, oltre che di fatti storici ampiamente documentati anche da immagini di cui pare "qualcuno" abbia paura di ricacciare fuori dal polveroso armadio, fatti storici che l'Italia vorrebbe non dover mai più tirar fuori.

    Eppure sono fatti avvenuti, fatti che riguardano molto da vicino i rapporti tra la Sicilia e l'Italia, fatti che fanno male e paura.

    È soddisfacente sapere che qualcuno teme simili manifestazioni, come quella dell'esposizione di simili striscioni commemorativi.

    È soddisfacente perché evidentemente qualcuno teme, ha paura... ma cosa teme, esattamente?

    Il MIS non è morto come qualcuno vorrebbe che fosse.

    Non è morto e lo dimostrerà»
    .


    Catania, 19 Ottuviru 2008

    A cura dell'Ufficio Stampa, Comunicazione e Propaganda del M.I.S.



    Movimento per l'Indipendenza della Sicilia

  8. #8
    Sicilia nazione!
    Data Registrazione
    23 Jan 2008
    Località
    Catania - Sicilia
    Messaggi
    1,058
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La strage di via Maqueda é un'altra vergogna italiana contro il Popolo Siciliano che venne e viene nascosta perché nessuno sappia, ma questo, putroppo per loro, non é possibile perché noi non dimentichiamo.
    l'italia ha chiesto scusa alla Libia per la colonizzazione, sarebbe ora che facesse lo stesso con la Sicilia e ci lasciasse in pace.
    Onore a quei caduti e a tutti i caduti Siciliani per la libertá.

    ANTUDO!!!

  9. #9
    Gioa
    Ospite

    Predefinito

    Siculo 58 alla Libia sono state chieste le scuse e gli è stata offerta chissà in quale forma di annettersi la Sicilia.

    E nessuno ha detto BIZ per mezzo della stampa, che io sappia.

    Chi combatte per il diritto che abbiamo in Sicilia in maniera forte?

    Tanti parlano di voler aiutare i siciliani ma mostrano invece dell'altro.
    Chissà quando avranno la forza.

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    19 Feb 2007
    Messaggi
    5,326
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gioa Visualizza Messaggio
    Siculo 58 alla Libia sono state chieste le scuse e gli è stata offerta chissà in quale forma di annettersi la Sicilia.
    Gioa, stai dando i numeri !
    peccato che non si possano giocare al super enalotto !

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. 20 Ottobre 1944. Gorla.
    Di sorci verdi nel forum Destra Radicale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20-10-12, 21:37
  2. 20 ottobre 1944
    Di Ektor Baboden nel forum Destra Radicale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 21-10-11, 10:21
  3. 19 ottobre 1944
    Di siculo58 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 27-10-08, 10:09
  4. 19 Ottobre 1944
    Di siculo58 nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 21-10-08, 21:32
  5. 20 ottobre 1944
    Di Marco(Nettuno) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 21-10-06, 00:33

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226