User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14

Discussione: venetico

  1. #1
    tipaccio
    Data Registrazione
    15 Jan 2004
    Località
    Quanto più ci innalziamo tanto più sembriamo piccoli a coloro che non possono volare
    Messaggi
    40
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito venetico

    Salve a tutti…

    mi servirebbe un’informazione urgente… non sapete se sia possibile trovare – possibilmente in internet, visto che mi servirebbe in tempi brevissimi – qualche documento sulla lingua venetica?

    In particolare mi servirebbe qualcosa riguardo ai rapporti tra questa e la lingua latina, e sui rapporti tra la lingua veneta moderna e il latino stesso…

    So che l’argomento è molto specifico, ma se qualcuno mi sapesse indicare qualcosa gliene sarei molto grato.

    Grazie mille.

    zagor

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Messaggi
    4,076
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    se non ho capito male non cerchi libri..... nno trovi tantissimo in internet purtroppo.

    Brevemente, lingua venetica e latina sono "parenti" abbastanza strette, da qui e dal fatto che non abbiamo tantissimo materiale scritto ( non esiste una traduzione soddisfacente della lingua) nasce un equivoco: quanto del venetico è presente nel veneto?

    Ufficialmente molti toponimi (Vicenza, Padova, Asolo, Oderzo, Adige, ecc) e microtoponimi; secondo Pellegrini l'interdentale pavana presente oggi solo in alcune aree trevigiane-bellunesi; cognomi (sicuramente quelli terminanti in -igo, e quasi sicuramente quelli in -ato); il matronimico (tipo x indicare la moglie di uno che si chiamo Marcato di cognome si dice Marcata"; il pronome personale interciclico; la desinenza finale del participo passato (-esto).

    Non ufficialmente, per così dire, molto di più: se come è vero il venetico e il latino avevano molto in comune, riferire al latino molto della lingua veneta è un falso storico, perchè una parte importante della struttura era comue alle due lingue.
    In più il venetico scritto in caratteri venetici si trova anche dopo Cristo, quello in alfabeto latino ancora più avanti e dire che nel giro di un paio di generazioni la lingua sia scomparsa (senza che ci siano stati cambiamenti demografici o invasioni o colonizzazioni di massa) , come affermato da alcuni studiosi è assai poco credibile: Tito Livo veniva preso in giro da alcuni contemporanei perchè quando scriveva usava venetismi, è molto probabile che la lingua venetica non si sia cancellata, ma si sia trasformata lentamente nel tempo arrivando poi ai vari volgari della seconda metà del primo millenio.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito il venetico

    cerca nel web
    http://members.tripod.com/adolfozavaroni/alfvene.htm
    troverai un bel pacco di materiale originale.
    per informazioni più scheletriche cerca :
    http://www.geocities.com/indoeurop/atree.html

    se volete divertirvi ho trascritto in "sicilia indipendente" sul Forum Principale una splendida lettera del conte Salmour al conte Cavour sui meridionali del 1858.
    cuccatevela, copiatevela che è spassosa.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito la lettera cancellata

    Al conte di cavour sul mezzogiorno d'italia roma, 20 luglio 1858
    Dal Duca di Gramont di Salmour al Conte Camillo Benso di Cavour.
    "Del resto state sicuro che se non sarete in guerra con gli altri Stati dell'Italia Meridionale, non sarete mai amici e neanche alleati sinceri. E ciò non è affatto a causa della differenza radicaledei costumi, del carattere, della mentalità, delle consuetudini, di tutto : in una parola. Questa differenza, tutta a Vostro vantaggio, è certamente una delle più notevoli che esistano in Europa, e la razza sia degli Stati Romani che di Napoli è la più lontana dal tipo piemontese di quanto non siate Voi dallo Svedese, dall'Inglese e perfino dal Lappone. Chiamiamo le cose col loro nome : non c'è razza umana più imbastardita nel morale, più avvilita, più depravata di questa. E' letteralmente incapace di alcunché di buono se non di mentire su se stessa ed usare il suo notevole intelletto naturale a mascherare la realtà del suo carattere. Nulla potrebbe accadere di più infausto al Piemonte che aprire agli italiani del mezzogiorno (Sud) le porte del suo Parlamento e della sua amministrazione, poiché con loro entrerebbero immancabilmente la venalità, la codardia, l'impostura e la concussione. Tutto ciò che è insito nel sangue di tutte le classi è la causa di ogni male. Nessuno osserva la legge, qualunque sia : dura o clemente. Il despotismo è la regola per tutti. Non accusatene il Governo, sarebbe ingiusto, poiché non potrebbe agire altrimenti senza contravvenire alle usanze. D'altronde non gli si obbedisce e non obbedisce, e poi coloro che governano sono dello stesso sangue dei governati e tutti si capiscono. Alcuni oppositori dicono che fuori di Roma nelle legazioni è un'altra razza. Vi ho creduto dapprima, ma mi sono profondamente ricreduto. Sono altrettanto vili e incapaci, un po' più corrotti, ecco tutto. Questa razza, ricordateVi ciò che Vi dico, sarà il flagello d'italia e chiunque sogni per il Nord delle provincie italiane un avvenire nazionale deve ricacciare col piede questi ateniesi servili, artisti mancati, avvocati ciarlieri, strilloni da caffé, soldati di pan pepato che non meritano di essere raffrontati agli ardimentosi piemontesi. Non perdete più tempo ad occuparvi di loro, credetemi, essi hanno la cancrena che si propaga. Solo il tempo, con l'industria, potrà cambiare questa natura bastarda e trascinarli al seguito degli altri popoli, al seguito del Piemonte forse, e allora il loro Governo che è carne della loro carne e ossa delle loro ossa muterà con loro. Più lo osservo e più me ne rendo conto. Ma ho detto abbastanza di questo popolo : io lo disprezzo.
    (dal Carteggio Cavour-Salmour, a cura della Commissione Reale dei Carteggi Cavouriani, Editore Zanichelli, Bologna, 1936)


    l'avevo postata sul forum principale "sicilia indipendente" e me l'hanno cancellata.
    fatene buon uso.
    W il veneto libero

  5. #5
    Veneto indipendente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Serenissima Euganea
    Messaggi
    5,951
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La conosciamo bene.

  6. #6
    Subcomandante
    Data Registrazione
    22 Nov 2002
    Località
    Savona, LIGURIA -PDN-
    Messaggi
    888
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: la lettera cancellata

    In origine postato da dime can
    Al conte di cavour sul mezzogiorno d'italia roma, 20 luglio 1858
    Dal Duca di Gramont di Salmour al Conte Camillo Benso di Cavour.
    "Del resto state sicuro che se non sarete in guerra con gli altri Stati dell'Italia Meridionale, non sarete mai amici e neanche alleati sinceri. E ciò non è affatto a causa della differenza radicaledei costumi, del carattere, della mentalità, delle consuetudini, di tutto : in una parola. Questa differenza, tutta a Vostro vantaggio, è certamente una delle più notevoli che esistano in Europa, e la razza sia degli Stati Romani che di Napoli è la più lontana dal tipo piemontese di quanto non siate Voi dallo Svedese, dall'Inglese e perfino dal Lappone. Chiamiamo le cose col loro nome : non c'è razza umana più imbastardita nel morale, più avvilita, più depravata di questa. E' letteralmente incapace di alcunché di buono se non di mentire su se stessa ed usare il suo notevole intelletto naturale a mascherare la realtà del suo carattere. Nulla potrebbe accadere di più infausto al Piemonte che aprire agli italiani del mezzogiorno (Sud) le porte del suo Parlamento e della sua amministrazione, poiché con loro entrerebbero immancabilmente la venalità, la codardia, l'impostura e la concussione. Tutto ciò che è insito nel sangue di tutte le classi è la causa di ogni male. Nessuno osserva la legge, qualunque sia : dura o clemente. Il despotismo è la regola per tutti. Non accusatene il Governo, sarebbe ingiusto, poiché non potrebbe agire altrimenti senza contravvenire alle usanze. D'altronde non gli si obbedisce e non obbedisce, e poi coloro che governano sono dello stesso sangue dei governati e tutti si capiscono. Alcuni oppositori dicono che fuori di Roma nelle legazioni è un'altra razza. Vi ho creduto dapprima, ma mi sono profondamente ricreduto. Sono altrettanto vili e incapaci, un po' più corrotti, ecco tutto. Questa razza, ricordateVi ciò che Vi dico, sarà il flagello d'italia e chiunque sogni per il Nord delle provincie italiane un avvenire nazionale deve ricacciare col piede questi ateniesi servili, artisti mancati, avvocati ciarlieri, strilloni da caffé, soldati di pan pepato che non meritano di essere raffrontati agli ardimentosi piemontesi. Non perdete più tempo ad occuparvi di loro, credetemi, essi hanno la cancrena che si propaga. Solo il tempo, con l'industria, potrà cambiare questa natura bastarda e trascinarli al seguito degli altri popoli, al seguito del Piemonte forse, e allora il loro Governo che è carne della loro carne e ossa delle loro ossa muterà con loro. Più lo osservo e più me ne rendo conto. Ma ho detto abbastanza di questo popolo : io lo disprezzo.
    (dal Carteggio Cavour-Salmour, a cura della Commissione Reale dei Carteggi Cavouriani, Editore Zanichelli, Bologna, 1936)


    l'avevo postata sul forum principale "sicilia indipendente" e me l'hanno cancellata.
    fatene buon uso.
    W il veneto libero

    PAROLE SANTE

    LIGURIA NAZIONE
    PADANIA INDIPENDENTE
    Subcomandante

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito lettera a cavour

    ragazzi che ne dite ?
    postatela su tutti i siti possibili, che tanta gente possa leggere
    cosa pensavano "i padri della patria".

  8. #8
    tipaccio
    Data Registrazione
    15 Jan 2004
    Località
    Quanto più ci innalziamo tanto più sembriamo piccoli a coloro che non possono volare
    Messaggi
    40
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    se non ho capito male non cerchi libri..... nno trovi tantissimo in internet purtroppo.

    Brevemente, lingua venetica e latina sono "parenti" abbastanza strette, da qui e dal fatto che non abbiamo tantissimo materiale scritto ( non esiste una traduzione soddisfacente della lingua) nasce un equivoco: quanto del venetico è presente nel veneto?

    Ufficialmente molti toponimi (Vicenza, Padova, Asolo, Oderzo, Adige, ecc) e microtoponimi; secondo Pellegrini l'interdentale pavana presente oggi solo in alcune aree trevigiane-bellunesi; cognomi (sicuramente quelli terminanti in -igo, e quasi sicuramente quelli in -ato); il matronimico (tipo x indicare la moglie di uno che si chiamo Marcato di cognome si dice Marcata"; il pronome personale interciclico; la desinenza finale del participo passato (-esto).

    Non ufficialmente, per così dire, molto di più: se come è vero il venetico e il latino avevano molto in comune, riferire al latino molto della lingua veneta è un falso storico, perchè una parte importante della struttura era comue alle due lingue.
    In più il venetico scritto in caratteri venetici si trova anche dopo Cristo, quello in alfabeto latino ancora più avanti e dire che nel giro di un paio di generazioni la lingua sia scomparsa (senza che ci siano stati cambiamenti demografici o invasioni o colonizzazioni di massa) , come affermato da alcuni studiosi è assai poco credibile: Tito Livo veniva preso in giro da alcuni contemporanei perchè quando scriveva usava venetismi, è molto probabile che la lingua venetica non si sia cancellata, ma si sia trasformata lentamente nel tempo arrivando poi ai vari volgari della seconda metà del primo millenio.

    grazie per le informazioni.

    per quanto riguarda, invece, i testi scritti, ho sottomano il testo di Savli-Bor-Tomazic "I Veneti"... lo ritieni un buon testo? hai qualcos'altro da consigliarmi?

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito gli sloveni e il venetico

    attenti che gli sloveni vogliono mettere le zampe sopra la lingua venetica. loro (gli slavi) che si sono distinti linguisticamente molto tardi alla fine del primo millennio anno domini, mentre il venetico datava da duemila anni prima.
    effettivamente il venetico del tempo di roma non era troppo diverso dal latino, come anche il celta dei galli non doveva risultare incomprensibile sia ai venetici che ai latini.
    io consiglio di razzolare nei siti che vi ho già dato.
    se per caso quei siti fossero stati cancellati, non li ho più controllati, io ho già copiato il materiale e se ne possono fare delle fotocopie.
    più indietro si va nei millenni, più le lingue indoeuropee si avvicinano tra loro.
    pensate che i curdi esistevano già al tempo di senofonte che chiama queste popolazioni montanare ferocissime oi kurdoi che , previo pagamento, hanno lasciato passare i greci nel loro ritorno a casa.

  10. #10
    GORA EUSKADI
    Data Registrazione
    22 Feb 2003
    Località
    Insubria, Padania, Europa, Terra, Sistema Solare, Via Lattea, Gruppo Locale, Superammasso Locale, Universo
    Messaggi
    120
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Puoi anche consultare in qualche biblioteca il libro "Le origini delle lingue neolatine" di Tagliavini, a pagg. 145-148 si parla del sostrato venetico.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Festival Celtico – Venetico - 20/21/22 giugno 2008 - Saonara (Padova)
    Di f.scanagatta nel forum Paganesimo e Politeismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-06-08, 22:39
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-09-02, 22:49

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226