User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Arma etnica

  1. #1
    Totila
    Ospite

    Predefinito Arma etnica

    Scoperto il «gene razziale» base per l’arma etnica?
    Maurizio Blondet
    17/12/2005
    Il patrimonio genetico dei pesci-zebra e' molto simile a quello dell'uomoSTATI UNITI - La scoperta ce la presentano come benefica: «nuovi metodi per abbronzare o schiarire la pelle»,
    o anche «forse una cura per il cancro».
    In realtà l'identificazione del gene, che determina la pigmentazione dell'epidermide, da parte di un gruppo di biologi della Penn State University, apre a più allarmanti (e segreti) sviluppi militari.
    Il gene è il SLC24A5, ed è stato isolato nei pesci-zebra (1): pesci preferiti da questo genere di ricercatori perché hanno un patrimonio genetico alquanto simile a quello umano (stranamente, ciò non induce i darwinisti a sostenere che l'uomo discende dai pesci).
    Fra l'altro, questi animali hanno nell'epidermide cellule di pigmentazione simili alle umane, i melanosomi: e come c'è differenza tra bianchi e negri, un tipo di questo pesce detto «golden» (dorato) presenta melanosomi più piccoli e meno colorati del resto della specie.
    Si è scoperto che la causa sta in una mutazione del gene in questione, che impedisce la produzione di una proteina essenziale.



    L'iniezione della proteina ai pesci-zebra normali ha provocato una colorazione più intensa.
    Di conseguenza, i ricercatori della Penn State University hanno cercato nella mappa del genoma umano l'esistenza di una situazione simile.
    E l'hanno trovata.
    La maggior parte dell'umanità (nera e gialla) dispone della stessa versione del gene SLC24A5; solo le persone discendenti da europei (uomini bianchi) sono portatori di un gene modificato.
    Da una sola mutazione.
    In base ad ulteriori ricerche su «mezzosangue» mulatti, con genitori misti bianchi e africani, si è evidenziato che alcuni hanno il gene mutato - e la pelle più chiara.
    Risulta che nella popolazione mista, questo solo gene controlla il 38% della variazione del colore della pelle.
    Per inciso, questa scoperta smentisce una diffusa credenza, più o meno rozzamente «evoluzionista», per cui gli africani sarebbero neri «a causa» del sole africano, ossia per «la pressione dell'ambiente».



    Al contrario, il colore della pelle è determinato geneticamente.
    E molti misteri permangono, ammettono gli stessi ricercatori, sull'architettura genetica (ed evolutiva, aggiungono) che differenzia le cosiddette «razze umane».
    Fra l'altro, non solo uno, ma numerosi altri geni sono coinvolti nella pigmentazione dell'epidermide.
    Ovviamente, questo può gettare qualche luce su malattie genetiche come l'albinismo, che non solo dà ai portatori una pelle senza pigmento e peluria bianco-bionda, ma provoca problemi visivi.
    Ma meno ovviamente, apre una breccia finora chiusa in un tipo di ricerca più inquietante: quella su armi biologiche «razziali», che possano provocare malattie solo in certe «razze» umane specificamente bersagliate.
    E' noto che in Sudafrica si cercò invano di identificare caratteri genetici-bersaglio contro la popolazione nera, nella speranza di selezionare una malattia, possibilmente infettiva, che colpisse i neri e dalla quale i bianchi restassero immuni.



    Israele ha condotto studi simili per colpire esclusivamente geni di arabi.
    Incontrando a quanto pare difficoltà insuperabili, in quanto il patrimonio genetico degli arabi è di fatto sovrapponibile a quello degli ebrei «veri», ossia i sefarditi (gli askenaziti, il 75% della popolazione ebraica, sono invece di ascendenza ugro-mongolica).
    In generale, la ricerca non si presentava promettente: l'uomo appartiene in realtà a una sola «razza», e il patrimonio genetico di un palestinese, di un askenazita o di uno svedese sono in realtà identici al 99,9 %.
    Lo sforzo di identificare le minime differenze genetiche su cui «agganciare» l'agente aggressore «etnico» è sempre risultato elusivo. Benché, a quanto sembra, nei laboratori militari cinesi si continui la ricerca (2).



    Ora una porta si è aperta.
    In questo quadro, assumono un significato allarmante le ricerche condotte proprio sul pesce-zebra dalle Iowa e Northwestern University.
    Questi ricercatori hanno iniettato nell'embrione del pesce cellule di melanoma, uno dei tipi più pericolosi, perché più diffusivi, di tumori umani: e, fatto significativo, è un cancro che coinvolge le cellule dei pigmenti epidermici, i melanosomi.
    Si è visto che le cellule del melanoma, nel pesce-zebra, si dividono normalmente, ma si è anche visto che non formano tumori, come se «qualcosa» nell'ambiente biologico dell'embrione lo impedisse (3).
    Naturalmente, ciò viene ora presentato come «una speranza nella cura del cancro».
    Ma non era certo questo lo scopo dell'esperimento.



    Perché iniettare il melanoma umano nel pesce-zebra, con una genetica della pigmentazione così simile a quella umana?
    «Ora possiamo cominciare a capire meglio come il cancro si sviluppa», dicono i ricercatori dello Iowa.
    Lo scopo dunque era questo: «capire come il cancro si sviluppa».
    Per sconfiggerlo?
    O magari per provocarlo, poniamo, solo ai negri?
    O solo ai bianchi?
    O solo ai palestinesi?

    Maurizio Blondet




    --------------------------------------------------------------------------------
    Note
    1) «Key gene controls skin's colour», BBC, 16 dicembre 2005.
    2) Si veda il mio «La strage dei genetisti», Effedieffe, Milano.
    3) «Zebrafish gives cancer spread clue», BBC, 28 giugno 2005.



    Copyright © - EFFEDIEFFE - all rights reserved.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Mar 2002
    Località
    estremo occidente
    Messaggi
    15,083
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    interessantissimo Totila.
    Da tempo mi interesso di questa possibilità: produrre in laboratorio una malattia che colpisca solo i non-europei, anche senza ammazzari, basterebbe che bloccasse il sistema riproduttivo rendendoli sterili (un'arba biologica "umanitaria").
    Il gene del colore della pelle potrebbe essere il candidato giusto. Ma si può pensare anche ad altro, per esempio colpire i gialli mediante il gene dell'occhio mongolico, o colpire negri e gialli mediante il gene che controlla lo sviluppo del pelo, ecc...
    L'agente patogeno potrebbe essere un virus di rapida e facile propagazione, come l'influenza, e dovrebbe essere sufficientemente rapido ed efficace, in modo da evitare le contromisure mediche.
    A mio parere, vista la situazione di attacco generalizzato contro la nostra razza, una difesa di questo tipo è moralmente giustificata. Le razze lottano con le armi a loro disposizione. I negri puntano sulla riproduzione incontrollata, noi usiamo la nostra superiore capacità intellettuale. È semplice lotta per la vita.

    Non è necessario l'appoggio di un governo, basterebbe un laboratorio ben attrezzato magari in un paese dell'europa orientale...

  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    07 May 2009
    Località
    INSUBRIA, next to the Ticino river
    Messaggi
    6,738
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Gli uomini sono tutti uguali uah uah uah.

 

 

Discussioni Simili

  1. L'arma etnica
    Di Totila nel forum Politica Estera
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17-12-05, 17:55
  2. Europa etnica
    Di PINOCCHIO (POL) nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 12-01-05, 18:40
  3. Europa Etnica
    Di PINOCCHIO (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 10-01-05, 21:05
  4. Europa etnica
    Di PINOCCHIO (POL) nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 10-01-05, 16:19
  5. Domanda etnica
    Di DD nel forum Fondoscala
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 10-07-03, 18:07

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226