User Tag List

Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 63

Discussione: Mostre a Roma

  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Mostre a Roma

    Apro questa discussione per poter informare e discutere riguardo le mostre che si tengono e si terranno a Roma.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mostra:Durer e l'ItaliaCittà:Roma
    Struttura: Scuderie del Quirinale
    Indirizzo:Via del Quirinale - 00187 Roma, RM
    Telefono:extractTels("06/39967500") 06/39967500
    Sito Web:http://www.scuderiequirinale.it
    Data:dal 09.03.2006 al 09.06.2007
    Prezzi orientativi:7 Euro - 10 Euro
    Accesso disabili:No
    Note:La mostra indaga per la prima volta in modo organico e approfondito i complessi rapporti tra questo artista straordinario e il nostro paese, all'insegna di una influenza reciproca e duratura.

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mostra:Iliade
    Città:Roma
    Struttura: Colosseo
    Indirizzo:Piazza Colosseo - 00184 Roma, RM
    Telefono:extractTels("06/39967700") 06/39967700
    Data:dal 09.09.2006 al 18.02.2007
    Prezzi orientativi:6.5 Euro - 11 Euro
    Accesso disabili:No
    Note:La mostra presenta una sequenza di preziose sculture greche e romane per ricostruire in forma visiva l'epopea dell'Iliade.

  4. #4
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mostra:Officina emiliana. Correggio, Guercino, Lanfranco e altri artisti dalla Collezione della Banca Popolare dell'Emilia Romagna
    Città:Roma
    Struttura: Musei Capitolini - Pinacoteca Capitolina
    Indirizzo:Piazza del Campidoglio, 1 - 00186 Roma, RM
    Telefono:extractTels("06/82059127") 06/82059127
    Sito Web:http://www.museicapitolini.org
    Data:dal 14.09.2006 al 28.01.2007
    Prezzi orientativi:6 Euro - 8 Euro
    Accesso disabili:
    Note:Saranno esposti alcuni dipinti, provenienti dalla collezione della Banca Popolare dell'Emilia Romagna, opere della scuola emiliano-romagnola dal XV al XVIII secolo.

    14 Settembre 2006 - 28 Gennaio 2007
    Officina emiliana
    Correggio, Guercino, Lanfranco e altri artisti dalla Collezione della Banca Popolare dell'Emilia Romagna
    Palazzo Caffarelli

    Dipinti della scuola emiliano-romagnola dal XV al XVIII secolo dalla Collezione della Banca Popolare dell'Emilia Romagna.

    Avviata in sordina con l'acquisto di alcuni quadri di soggetto decorativo, la raccolta della Banca Popolare dell'Emilia, di cui qui si presenta una significativa selezione, si è ben presto imposta per il progetto culturale da essa intrapreso, in un momento in cui il collezionismo bancario si andava proponendo, a supporto delle istituzioni preposte, come nuovo ed efficace protagonista della valorizzazione del patrimonio artistico italiano. Si trattava di impostare un coerente modello di sviluppo della raccolta che nel medio e lungo termine giungesse a rappresentare, attraverso acquisti mirati, la variegata realtà della produzione figurativa nel territorio storico in cui la Banca operava.
    In questa direzione contribuirono in particolare ad orientarla i suggerimenti di uno studioso come Carlo Volpe, portato dalla sua cultura di fine “conoscitore” a cogliere e ad apprezzare le potenzialità dell'Istituto. Attraverso Volpe, grande docente all'Università di Bologna, specialista riconosciuto nel difficile campo dei “primitivi”, ma esperto di numerosi altri campi della ricerca storico artistica, la Banca poteva del resto ricollegarsi al magistero di Roberto Longhi, di cui egli era stato tra gli allievi più brillanti e versatili: il titolo scelto per questa piccola ma scelta esposizione, Officina Emiliana, mira a riecheggiarne non banalmente una delle opere più famose di quest'ultimo, quell'Officina ferrarese che, pubblicata nel 1934, continua a costituire un modello della storiografia storico-artistica non solo italiana.
    L'incarico di seguire la raccolta che, all'indomani della scomparsa di Volpe, veniva affidato, nel segno di una continuità col suo insegnamento, a Daniele Benati e Lucia Peruzzi, non comportava solo la prosecuzione della raccolta e del suo incremento, ma anche la sua catalogazione, data alle stampe una prima volta nel 1987.
    Già da anni, d'altro canto, la Banca era solita aprire periodicamente, e da ultimo in accordo con la locale sezione del FAI - Fondo per l'Ambiente Italiano, le proprie raccolte al pubblico, onde consentire la visione dei dipinti nei luoghi in cui si conservano, negli studi dei dirigenti e dei funzionari oltre che nelle sale riunione di via San Carlo.
    Data poi ad anni ancora più recenti la decisione di far “girare” i pezzi più significativi della raccolta nelle sedi delle banche affiliate alla Popolare: una decisione che ha consentito di presentare la quadreria della Banca in varie città della Penisola, e che si corona ora con l'esposizione in Campidoglio, auspice il Comune di Roma.
    Presentando presso i Musei Capitolini una scelta di dipinti della collezione, è parso naturale puntare su un'ampia rappresentatività della scuola emiliano-romagnola dal XV al XVIII secolo, avendo cura di privilegiare quegli autori che, presenti anche nella Pinacoteca ospitante, si offrono per così dire a un dialogo, sollecitando confronti e considerazioni di tipo stilistico e collezionistico.

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mostra:Cina. Nascita di un impero
    Città:Roma
    Struttura: Scuderie del Quirinale
    Indirizzo:Via del Quirinale - 00187 Roma, RM
    Telefono:extractTels("06/39967500") 06/39967500
    Sito Web:http://www.scuderiequirinale.it
    Data:dal 15.09.2006 al 28.01.2007
    Prezzi orientativi:7.5 Euro - 10 Euro
    Accesso disabili:
    Note:La mostra intende presentare al pubblico la civiltà cinese proprio in quel periodo che va dall'ultima dinastia pre-imperiale dei Zhou (1045-221 a.C.) alle due dinastie imperiali dei Qin (221-206 a.C.) e degli Han Occidentali (206 a.C.-23 d.C.) attraverso un grande, affascinante affresco che abbraccia oltre dieci secoli. La mostra comprenderà 320 reperti, alcuni dei quali mai usciti finora dalla Cina e provenienti da 14 musei cinesi.

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mostra:Paleolazio. Chi c'era prima di noi
    Città:Roma
    Struttura: Museo Civico di Zoologia di Roma
    Indirizzo:Via Ulisse Aldrovandi, 18 - 00197 Roma, RM
    Telefono:extractTels("06/67109270") 06/67109270
    Data:dal 22.09.2006 al 31.08.2007
    Prezzi orientativi:2.5 Euro - 4.5 Euro
    Accesso disabili:
    Note:La mostra, con l'aiuto di scenografie, pannelli, modelli di animali, tecniche multimediali, racconta la storia della vita nel Lazio a partire da 250 milioni di anni fa.

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mostra:Pentiti e non peccare più!
    Artisti:Andy Warhol
    Città:Roma
    Struttura: Chiostro del Bramante
    Indirizzo:Via della Pace - 00186 Roma, RM
    Telefono:extractTels("06/68809036") 06/68809036
    Sito Web:http://www.chiostrodelbramante.it
    Data:dal 29.09.2006 al 07.01.2007
    Prezzi orientativi:7 Euro - 9 Euro
    Accesso disabili:No
    Note:La mostra presenta la serie di dipinti con le figure "iconiche" dei primi quadri che hanno reso celebre Andy Warhol: Marilyn, Marlon Brando, Jackie Kennedy rapprersentata nel giorno dei funerali del presidente assassinato, Liz Taylor.

    10° Anniversario Dart Chiostro del Bramante ANDY WARHOL torna a Roma
    Per il 10° Anniversario del Dart Chiostro del Bramante Andy Warhol torna a Roma.
    Pentiti e non peccare più! (Repent and Sin No More!) titolo della grandissima mostra che sarà al Chiostro del Bramante, dal 29 settembre 2006 al 7 gennaio 2007
    Si tratta di una grande mostra tematica dedicata ad Andy Warhol, con la quale si celebra i dieci anni di vita del Chiostro del Bramante quale spazio espositivo aperto al contemporaneo, che iniziò la propria attività proprio con una mostra su Andy Warhol, Viaggio in Italia.
    La mostra, curata da Gianni Mercurio, è realizzata in collaborazione con The Warhol Museum di Pittsburgh.
    Il catalogo, edito da Skira in italiano e inglese, introdotto da un saggio dello stesso curatore, contiene testi espressamente realizzati da Jean Baudrillard, Arthur Danto, Giorgio Montefoschi e di Demetrio Paparoni.
    Per il 10° Anniversario del Dart Chiostro del Bramante Andy Warhol torna a Roma.
    Pentiti e non peccare più! (Repent and Sin No More!) titolo della grandissima mostra che sarà al Chiostro del Bramante, dal 29 settembre 2006 al 7 gennaio 2007
    Si tratta di una grande mostra tematica dedicata ad Andy Warhol, con la quale si celebra i dieci anni di vita del Chiostro del Bramante quale spazio espositivo aperto al contemporaneo, che iniziò la propria attività proprio con una mostra su Andy Warhol, Viaggio in Italia.
    La mostra, curata da Gianni Mercurio, è realizzata in collaborazione con The Warhol Museum di Pittsburgh.
    Il catalogo, edito da Skira in italiano e inglese, introdotto da un saggio dello stesso curatore, contiene testi espressamente realizzati da Jean Baudrillard, Arthur Danto, Giorgio Montefoschi e di Demetrio Paparoni.

    La mostra, composta da circa 80 opere su tela, per lo più di grande formato, fotografie e video provenienti dagli archivi del Warhol Museum, approfondisce un aspetto poco conosciuto dell’arte di Warhol: il suo legame con la spiritualità e la religione. Ridefinisce così la complessità umana dell’artista, il quale affronta con il suo lavoro il difficile rapporto che lega vita e morte.

    L’opera di Andy Warhol che da il titolo alla mostra, Repent and Sin No More! fu realizzata nel 1986 nella serie Late Advertising.
    Due anni prima della sua morte, avvenuta nel febbraio del 1987, Warhol inizia al lavorare a quello che è forse la più complessa opera della sua vita, The Last Supper; non si tratta tanto di una semplice rivisitazione in chiave pop, o di un confronto in chiave postmoderna del capolavoro di Leonardo, quanto piuttosto del risultato finale di un percorso intimo che ha le sue radici in un legame lontano con un senso di spiritualità e religione che l’artista ebbe a partire dalla sua formazione negli anni dell’infanzia e della prima giovinezza.
    Negli sterminati archivi del Warhol Museum è conservato un libro di preghiere, regalo di sua madre, che raffigura nella prima pagina una minuscola riproduzione dell’Ultima Cena di Leonardo.
    Nessuna opera è stata studiata e riprodotta da Warhol in centinaia di varianti, tuttora senza numero, quanto The Last Supper, che ne fanno l’artista americano in assoluto che ha trattato maggiormente il tema della religione; riprendendo innumerevoli volte lo stesso soggetto replicandolo nei dettagli e nell’insieme, Warhol non può non essere in uno stato d’animo particolare nei confronti del soggetto: alla fine della sua vita, consapevolmente, l’artista realizza in quest’opera la sua passione religiosa, il suo tributo alla salvezza della propria anima.
    L’origine rutena della famiglia Warhola, costretta ad emigrare dalla Slovacchia, ha non poca influenza sulla formazione religiosa che la madre, in particolare, gli impartì. La religione di appartenenza di Warhol era la religione uniate, cattolica, poiché come si evince dal nome si è riunita con la chiesa d’occidente, ma che ha conservato numerosi riti e una particolare devozione nei confronti dei santi ortodossi.
    Si scopre allora un Warhol praticante, che si recava a messa spesso, non solo la domenica, e che ben conosceva l’infinita varietà di immagini bizantine e gli arredi delle chiese, con una madre che una volta trasferitasi ad abitare da lui a New York aveva creato in casa addirittura un piccolo altare.
    A fronte di tali premesse dunque, è possibile leggere il lavoro di Andy Warhol come il risultato di un’esistenza intrisa di valori tradizionali legati al culto religioso che interferiscono però pesantemente con il suo essere nella modernità. Non a caso il crocefisso e la radio, presenti in un dipinto che raffigura la sala da pranzo della sua famiglia, eseguito quando frequentava il Carnegie Institute of Technology Pittsburgh, rappresentano nella loro compresenza due elementi fondamentali della sua esistenza.
    La mostra presenta la serie di dipinti con le figure “iconiche” dei suoi primi quadri che lo hanno reso celebre, Marilyn, Marlon Brando, Jackie Kennedy rapprersentata nel giorno dei funerali del presidente assassinato, Liz Taylor (che si diceva all’epoca avesse un tumore senza speranza); in alcune opere i ritratti di Marilyn and Jackie appaiono su uno sfondo d’oro (Golden Marilyn e Golden Jackie), perché il fondo oro nelle icone bizantinze è simbolo di eternità.
    E ancora, la serie dei Disaster del 1963 con le immagini degli incidenti automobilistici e delle vittime tratte dalle pagine dei giornali e “resuscitati” sulle tele nel loro orrore, solo apparentemente tacitato una volta che non è più in prima pagina. Così anche in Tunafish disaster, con allusione al caso delle donne avvelenate da scatolette, Big Electic Chair, strumento moderno di supplizio analogo alla croce, o il lavoro Suicide.
    Oltre che nei disastri il senso della morte come destino ineluttabile si fa esplicito nella scelta di uno dei simboli classici della Vanitas, il teschio (Skull), in una serie del 1978.
    La morte Warhol l’aveva incontrata da bambino, quando aveva perso il padre, ed il fratello ricorda che “era disperato e non riusciva a guardare la salma”, ma il suo personale memento mori si era incarnato nella persona di Valerie Solanas, la donna che tentando di ucciderlo lo ferì gravemente con un colpo di pistola; eventi questi, che certamente hanno segnato un rapporto già compromesso con la vita e con gli altri e che contribuivano ad accentuare in lui il desiderio di distacco dalle persone.
    La prima serie di lavori dichiaratamente “religiosi” su grande formato furono le opere Crosses (Croci), presentati per la prima volta insieme ai Guns e Knives nel 1982 e nello stesso anno Warhol realizza la serie Eggs (Uova), alludendo all’emblema dell’immortalità e della resurrezione.
    Nei suoi innumerevoli ritratti di gente ricca o famosa e di belle donne, realizzati a partire dalla metà degli anni ‘70 (in mostra ne vengono presentati 25, tra i quali Truman Capote, Miguel Bose, Jane Fonda, Aretha Franklin, Judy Garland, Liza Minnelli, Keith Haring, Dennis Hopper, Grace Jones, Roy Lichtenstein, Neil Sedaka, Carly Simon, Lana Turner ), immagini che, per impedire la corruzione del tempo, truccava ed imbellettava i soggetti trattandoli esattamente come fiori che non devono appassire mai.

    Anche la scelta di Warhol di riproporre una sua interpretazione di alcuni capolavori dell’arte classica, tra cui la Madonna Sistina e l’Annunciazione di Raffaello, la Primavera del Botticelli o San Giorgio e il Drago di Paolo Uccello, rivela una particolare attenzione ai temi religiosi, ma soprattutto a quanto c’è di “immortale” nelle opere d’arte dei grandi maestri.
    Orari
    Tutti i giorni 10.00-20.00
    Sabato 10.00-24.00
    Domenica 10.00-21.30
    Lunedì chiuso
    ( la biglietteria chiude un’ora prima)

    Orari feste

    Mercoledì 1 Novembre 10.00-20.00
    Venerdì 8 Dicembre 10.00-20.00
    Domenica 24 Dicembre 10.00-17.00
    Lunedì 25 Dicembre 17.00-22.00
    Martedì 26 Dicembre 10.00-21.30
    Domenica 31 Dicembre 10.00-17.00
    Lunedì 1Gennaio 10.00-21.30
    Sabato 6 Gennaio 10.00-24.00

    Catalogo
    Skirà Editore

    Servizio audio guide Antenna Audio
    www.antennaaudio.com
    Ufficio Stampa
    Sveva Fede
    e-mail:
    fattoriadisanfabiano@inwind.it
    PREZZI
    Intero €. 9,00
    Ridotto (il martedì escluso i festivi) €. 7,00
    Gruppi al di sopra di 20 persone €. 7,00
    Scuole €. 4,50



    Servizio audio guide Antenna Audio
    www.antennaaudio.com



  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mostra:Petros Eni / Pietro è qui
    Città:Roma
    Struttura: Braccio di Carlo Magno
    Indirizzo:Piazza San Pietro - 00184 Roma, RM
    Telefono:extractTels("06/68193064") 06/68193064
    Sito Web:http://www.bracciocarlomagno.it
    Data:dal 03.10.2006 al 08.03.2007
    Prezzi orientativi:5 Euro - 7 Euro
    Accesso disabili:
    Note:Presso il Braccio di Carlo Magno, mostra dedicata all'attuale Basilica Vaticana in occasione del V centenario della sua fondazione.

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mostra:Every moment, one moment after the other
    Artisti:Pedro Cabrita Reis
    Città:Roma
    Struttura: Macro - Museo D'arte Contemporanea di Roma
    Indirizzo:Via Reggio Emilia, 54 - 00198 Roma, RM
    Telefono:extractTels("06/671070400") 06/671070400
    E-mail:macro@comune.roma.it
    Sito Web:http://www.macro.roma.museum
    Data:dal 05.10.2006 al 06.04.2007
    Prezzi orientativi:4.2 Euro - 5.2 Euro
    Accesso disabili:
    Note:Grande installazione site specific di Pedro Cabrita Reis.

  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mostra:Bonnard, Matisse e il Mediterraneo
    Città:Roma
    Struttura: Complesso del Vittoriano
    Indirizzo:Via San Pietro in Carcere - 00186 Roma, RM
    Telefono:extractTels("06/6780664") 06/6780664
    Data:dal 06.10.2006 al 28.02.2007
    Prezzi orientativi:7 Euro - 9 Euro
    Accesso disabili:No
    Note:Oltre duecento opere (disegni, acquerelli, documenti, olii, cartoline, lettere, sculture) di Pierre Bonnard e Henri Matisse.

 

 
Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Quadriennale di Roma e altre mostre
    Di robdealb91 nel forum Arte
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 05-07-08, 09:17
  2. Le Mostre In Mostra (le mostre cansigliate da noi)
    Di skorpion (POL) nel forum Arte
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 16-12-06, 14:14
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-10-06, 20:26
  4. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06-03-06, 12:37
  5. Roma caput mostre
    Di skorpion (POL) nel forum Arte
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-12-03, 22:31

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226