User Tag List

Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 60

Discussione: Senza Stato?

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Jun 2011
    Messaggi
    4,173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Senza Stato?

    I libertari-anarcocapitalisti sono per l'estinzione dello Stato o solo per una drastica riduzione dei suoi poteri?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Come dice il nome stesso, gli anarco-capitalisti sono a favore della definitiva scomparsa del gran mostro, lo Stato, dalla faccia della terra.
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Jun 2011
    Messaggi
    4,173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Quindi immagino che secondo voi debba rimanere solo la legge naturale. Basta leggi imposte, nn importa se da un sistema dittatoriale o democratico. Ma se vi fossero delle contese chi ha il potere di dare un’interpretazione della legge naturale e di farla rispettare? Può funzionare l’anarchia in comunità più grandi di un villaggio?

  4. #4
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Lo stato moderno è, appunto, moderno. Prima di esso il mondo è andato avanti per i mille anni dell'epoca medievale, e segnatamente durante il periodo feudale, senza una giustizia centralizzata, ma basata sull'autorità più che sul potere. Non mi sembra che le cose siano andate malaccio, no?
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

  5. #5
    sacher.tonino
    Ospite

    Predefinito

    Allora sei per l'Alto Ghibellinismo?
    Allora ritorniamo a Federico II.
    Gli anarcocapitalisti li mettiamo a Corte a scrivere poesie.

  6. #6
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Hai ceffato in pieno... di tutto il Medioevo, credo che Federico II rappresenti l'aspetto peggiore--quello che già nascondeva i germi dello Stato moderno. E poi non sono un ghibellino. Sono un guelfo.
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Jun 2011
    Messaggi
    4,173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Stonewall
    Lo stato moderno è, appunto, moderno. Prima di esso il mondo è andato avanti per i mille anni dell'epoca medievale, e segnatamente durante il periodo feudale, senza una giustizia centralizzata, ma basata sull'autorità più che sul potere. Non mi sembra che le cose siano andate malaccio, no?
    Il potere nn sarà stato centralizzato nello Stato, ma c'era! Era quello dei feudatari (legati al sovrano da un vicolo di fedeltà personale), per l'appunto. E nn era di certo un potere giusto, ma finalizzato al mantenimento dei privilegi.

  8. #8
    Socialcapitalista
    Data Registrazione
    01 Sep 2002
    Località
    -L'Italia non è un paese povero è un povero paese(C.de Gaulle)
    Messaggi
    89,493
    Mentioned
    337 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Stonewall
    Lo stato moderno è, appunto, moderno. Prima di esso il mondo è andato avanti per i mille anni dell'epoca medievale, e segnatamente durante il periodo feudale, senza una giustizia centralizzata, ma basata sull'autorità più che sul potere. Non mi sembra che le cose siano andate malaccio, no?
    ma certo, 1000 anni di sottosviluppo, fame epidemie e servitù della gleba...
    Originally posted by Franzele
    Il potere nn sarà stato centralizzato nello Stato, ma c'era! Era quello dei feudatari (legati al sovrano da un vicolo di fedeltà personale), per l'appunto. E nn era di certo un potere giusto, ma finalizzato al mantenimento dei privilegi.
    era un potere peggiore perchè arbitrario e non legale, i feudatari erano come i mafiosi....

    il vero potere era cmq quello della chiesa, che prospera in assenza dello stato....

    io so da lungo tempo che i libertari sono agenti della polizia e dei preti, ma perchè farlo capire così eplicitamente Stonewall?
    sono proprio buttati i 4 soldi che ti danno.

  9. #9
    Homo faber fortunae suae
    Data Registrazione
    03 Mar 2003
    Località
    Gussago
    Messaggi
    4,237
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Pasquin0
    [B]ma certo, 1000 anni di sottosviluppo, fame epidemie e servitù della gleba...[B]
    il sottosviluppo è relativo così come la servitù della gleba presente solo nelle campagne estensive dove era redditizia,
    il calo di cibo è stato dal 1000-1200 in poi per questioni climatiche....

  10. #10
    Registered User
    Data Registrazione
    24 Jun 2002
    Messaggi
    337
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Pasquin0
    ma certo, 1000 anni di sottosviluppo, fame epidemie e servitù della gleba...
    Vedo che la scuola pubblica ti riempito bene la testa di pregiudizi statalistico-illuministi.

    Che il Medioevo sia stato un periodo di sottosviluppo non lo afferma più nessuno storico serio, anche se purtroppo la leggenda nera è ancora diffusa a livello popolare.

    In realtà tutti i maggiori indagatori della storia economica (Jean Baechler, Douglas North, Eric Jones, Nathan Rosemberg e Luther Birzdell, Luciano Pellicani, Ralph Raico, Joel Mokyr, Jared Diamond, Harold Berman, David Landes) sono giunti ad individuare le ragioni della specificità storica del Vecchio Continente, e dei suoi strabilianti successi, nelle condizioni politiche pressoché uniche che sperimentò durante il Medioevo.

    Quella medievale, conferma lo storico dell’economia David Landes, lungi dall’essere un’epoca buia fu una delle società più ricche di inventiva che la storia abbia mai conosciuto. Basti pensare a tutte le importanti invenzioni che si sono avute in questo periodo: la ruota idraulica, la rivoluzione nei metodi di coltivazione, le avanzate tecniche di lavorazione del ferro, il libro, la stampa, la polvere da sparo, gli occhiali, l’orologio meccanico, il sapone, la vernice, l’alcool, la notazione musicale, la ragioneria, la partita doppia e le nuove pratiche commerciali, le tecniche di conservazione del cibo, le cattedrali, le università, gli ospedali, l’organizzazione dell’assistenza e mille altre cose.

    Partendo praticamente da zero dopo il crollo dell’Impero romano, in soli cinque secoli gli abitanti dell’Europa si erano già dimostrati, da un punto di vista economico e tecnologico, ben più ingegnosi e innovativi delle popolazioni vissute nelle precedenti millenarie società antiche. E dopo altri cinque secoli avevano posto le premesse per la supremazia mondiale. Poiché lo sviluppo economico e tecnologico, in misura completamente sconosciuta alle società classiche, si originò per la prima volta nel Medioevo comunale, e dato che le società extraeuropee si sono modernizzate solo dopo il contatto con l’Occidente, si può concludere che il Medioevo è stato l’unico periodo di sottosviluppo dell’intera storia umana ad aver conosciuto un progresso endogeno, autogenerato dal proprio interno.

    L'epoca medievale (e tutto sommato anche l'epoca monarchica successiva dell'Ancien Régime) è stata una storia gloriosa, per noi europei. Al confronto, cosa ci ha dato la modernità statuale? Guerre colossali, lager e gulag, Hiroshima, il rischio di un conflitto termonucleare durante la guerra fredda, e la probabile estinzione demografica degli occidentali a causa della denatalità, entro la fine del XXI secolo.

    Un bel progresso, non c'è che dire...

 

 
Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. La società senza Stato
    Di Prinz Eugen nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 143
    Ultimo Messaggio: 30-09-09, 16:30
  2. Stato senza Stato
    Di lupin nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 05-12-06, 21:34
  3. Nazioni senza stato
    Di PINOCCHIO (POL) nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-07-03, 21:22
  4. Nazioni senza stato
    Di PINOCCHIO (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-07-03, 21:19

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226