User Tag List

Pagina 2 di 6 PrimaPrima 123 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 52

Discussione: Marx

  1. #11
    Cancellato
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    33,716
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Marx

    Citazione Originariamente Scritto da Aristocle Visualizza Messaggio
    In nessun modo, ma è abbastanza evidente che ha ragione.
    Per chiarirsi le idee:

    Citazione Originariamente Scritto da Wikipedia
    Nel pensiero di Karl Marx s'intende per sovrastruttura ogni tipo di concetto (tipicamente un'ideologia) non attinente ai rapporti economici, i quali ultimi sono la sola reale sostanza dei rapporti umani.

    Fondamentale, a tal proposito, il ruolo mistificante svolto dall'ideologia, creata dalla classe dominante per meglio soggiogare le classi subalterne.

    Nella teoria sociale marxista, la sovrastruttura è la forma particolare attraverso cui la soggettività umana entra stabilmente in contatto con la struttura materiale della società. La forma è per certi versi oggettiva, per altri soggettiva. La relazione tra sovrastruttura e base è considerata dialettica, e non una distinzione tra effettive entità "nel mondo".

    Marx stesso introduce il concetto nella Prefazione a Per la critica dell'economia politica del 1859. Il passaggio di spicco è riprodotto di seguito:

    "Nella produzione sociale delle loro esistenze, gli uomini inevitabilmente entrano in relazioni definite, che sono indipendenti dalle loro volontà, in particolare relazioni produttive appropriate ad un dato stadio nello sviluppo delle loro forze materiali di produzione. La totalità di queste relazioni di produzione costituisce la struttura della società, il vero fondamento, su cui sorge una sovrastruttura politica e sociale ed a cui corrispondono forme definite di coscienza sociale. Il modo di produzione della vita materiale condiziona il processo generale di vita sociale, politica ed intellettuale. Non è la coscienza degli uomini che determina il loro essere, ma è, al contrario, il loro essere sociale che determina la loro coscienza. Ad un certo stadio di sviluppo, le forze produttive materiali della società entrano in conflitto con le esistenti relazioni di produzione o - ciò esprime meramente la stessa cosa in termini legali - con le relazioni di proprietà nel cui tessuto esse hanno operato sin allora. Da forme di sviluppo delle forze produttive, queste relazioni diventano altrettanti impedimenti per le stesse. A quel punto inizia un’era di rivoluzione sociale. I cambiamenti nella base economica portano prima o dopo alla trasformazione dell’intera immensa sovrastruttura. Nello studio di tali trasformazioni è sempre necessario distinguere tra la trasformazione materiale delle condizioni economiche di produzione, che può essere determinata con la precisione propria delle scienze naturali, e le forme legali, politiche, religiose, artistiche o filosofiche – in una parola: ideologiche – in cui l’uomo diviene conscio di questo conflitto e lo combatte. Così come non si può giudicare un individuo da ciò che egli pensa di sé stesso, questa coscienza dev’essere spiegata partendo dalle contraddizioni della vita materiale, dal conflitto esistente tra le forze sociali di produzione e le relazioni di produzione."
    Onestamente mi pare improbabile abbia ragione in assoluto, piuttosto il capitalismo ha fatto in modo che ciò diventasse vero educando i popoli secondo i dettami del materialismo, facendo loro credere che tutto il resto fosse sovrastruttura. Secondo te perché oggi il new age ha tanto successo? Perchè il popolo occidentale ha finalmente capito che la società così costruita è deleteria per l'uomo, tuttavia accade che spesso costoro non hanno i mezzi sufficienti per venirne a capo.
    Ultima modifica di José Frasquelo; 22-01-10 alle 20:31

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #12
    email non funzionante
    Data Registrazione
    10 Dec 2009
    Messaggi
    101
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Marx

    Citazione Originariamente Scritto da Aristocle Visualizza Messaggio
    Sul fatto che si potesse modificare la sovrastruttura solo modificando la struttura, e non viceversa, mi pare avesse in grandissima parte ragione.
    Marx dice che la sovrastruttura è determinata dalla struttura, la quale obbedisce alle leggi immanenti che presiedono allo sviluppo storico. Per questo deride nei termini più violenti qualsiasi richiamo impotente a modelli del passato e a valori tradizionali, esaltando il ruolo emancipatore della borghesia.

    Citazione Originariamente Scritto da Aristocle Visualizza Messaggio
    Sul fatto che il capitalismo per definizione necessiti di una massa di schiavi salariati pure.
    La società in quanto tale necessità di schiavi dediti alla fatica, almeno finché le cose non cresceranno sugli alberi. Naturalmente Marx si dice sicuro del superamento degli spazi di parassitismo improduttivo che ancora permangono in una società che non ha ancora compiutamente elevato il lavoro a essenza dell'uomo.

    Citazione Originariamente Scritto da Aristocle Visualizza Messaggio
    Sul meccanismo merce-denaro-merce che si converte in denaro-merce-più denaro anche.
    Il mistero è piuttosto che spazio possano avere i periodici fremiti di indignazione morale del filosofo nella sua teoria materialistica.
    Ultima modifica di Lord Kitchener; 22-01-10 alle 20:41

  3. #13
    PIANIFICAZIONE TOTALE
    Data Registrazione
    02 Sep 2009
    Messaggi
    3,787
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Marx

    La lotta di classe va concepita a partire dalla seconda metà di due secoli fa. Oggi indubbiamente dovremmo pensare anzitutto che la situazione del lavoro è diversa. C'è una struttura totalmente stratificata e lo stesso lavoro non è più misura della produzione, ma spesso gioca su una ulteriore alienazione interna al capitalismo medesimo, per mezzo della finanza che fondamentalmente si concretizza nella mercatizzazione del denaro stesso, e nel sovvertimento tra domanda e offerta (oggi la seconda contribuisce a creare la prima) che produce un sovra-accumulo, fintamente nascosto da un meccanismo che David Harvey definisce fix spazio-temporale.
    Comunque credo si debba leggere Lenin per capire meglio Marx nel 900, e poi dovremmo cavarcela da soli per cercare di capirlo nel mondo di oggi. Ma già saremmo un pezzo avanti.
    Ultima modifica di Stalinator; 22-01-10 alle 20:38

  4. #14
    email non funzionante
    Data Registrazione
    10 Dec 2009
    Messaggi
    101
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Marx

    Abbiate fiducia, si tratta di un percorso necessario:

    "La dissoluzione dell'umanità in una massa di atomi isolati, che si respingono a vicenda, è già in sé l'annientamento di tutti gli interessi corporativi, nazionali e particolari ed è l'ultimo stadio necessario verso la libera autounificazione dell'umanità."

    (Manoscritti economico-filosofici del '44)
    Ultima modifica di Lord Kitchener; 22-01-10 alle 20:40

  5. #15
    Aghori
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    9,736
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Marx

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Kitchener Visualizza Messaggio
    Marx dice che la sovrastruttura è determinata dalla struttura, la quale obbedisce alle leggi immanenti che presiedono allo sviluppo storico. Per questo deride nei termini più violenti qualsiasi richiamo impotente a modelli del passato e a valori tradizionali, esaltando il ruolo emancipatore della borghesia.
    Naturalmente, ma vogliamo negare che cultura, politica ecc siano condizionate al 99% dal contesto economico?

    La società in quanto tale necessità di schiavi dediti al lavoro, almeno finché le cose non crescono sugli alberi. Naturalmente Marx si dice sicuro del superamento degli spazi di parassitismo improduttivo che ancora permangono in una società che non ha ancora compiutamente elevato il lavoro a essenza dell'uomo.
    Schiavi salariati. Non gente che sia costretta a zappare dalla legge, ma dalla paura di morire di fame. Siccome la paura di morire di fame nell'Occidente non c'è più sono arrivati altri morti di fame da schiavizzare.
    Gli Arya seggono ancora al picco dell'avvoltoio.

  6. #16
    PIANIFICAZIONE TOTALE
    Data Registrazione
    02 Sep 2009
    Messaggi
    3,787
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Marx

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Kitchener Visualizza Messaggio
    Marx dice che la sovrastruttura è determinata dalla struttura, la quale obbedisce alle leggi immanenti che presiedono allo sviluppo storico. Per questo deride nei termini più violenti qualsiasi richiamo impotente a modelli del passato e a valori tradizionali, esaltando il ruolo emancipatore della borghesia.


    La società in quanto tale necessità di schiavi dediti alla fatica, almeno finché le cose non cresceranno sugli alberi. Naturalmente Marx si dice sicuro del superamento degli spazi di parassitismo improduttivo che ancora permangono in una società che non ha ancora compiutamente elevato il lavoro a essenza dell'uomo.


    Il mistero è piuttosto che spazio possano avere i periodici fremiti di indignazione del filosofo nella sua teoria materialistica.
    Non limitarti al Manifesto Comunista del '48. Andrebbe letto soprattutto il Marx successivo, ed Engels, senza il quale è impossibile capire la filosofia marxista.

  7. #17
    PIANIFICAZIONE TOTALE
    Data Registrazione
    02 Sep 2009
    Messaggi
    3,787
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Marx

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Kitchener Visualizza Messaggio
    Abbiate fiducia, si tratta di un percorso necessario:

    "La dissoluzione dell'umanità in una massa di atomi isolati, che si respingono a vicenda, è già in sé l'annientamento di tutti gli interessi corporativi, nazionali e particolari ed è l'ultimo stadio necessario verso la libera autounificazione dell'umanità."

    (Manoscritti economico-filosofici del '44)
    Già nel '53 pubblicherà un pezzo su People's paper nel quale l'influenza di Charles Darwin suona molto familiare. Dice che le classi e le razze troppo deboli per dominare le nuove condizioni di vita sono destinate a soccombere. Il concetto di adattamento della specie si fa (seppure non in maniera rigida e semplicistica) teoria sociale. Comincia da ora a comprendere (anche grazie al suo interessamento agli studi geo-razziali di Tremaux, che pur per certi versi assurdo, ha comunque scritto cose interessanti vicine a concetti espressi da Darwin) che le differenze geografiche sono fondamentali. Engels affermerà in una lettera a Borgius del 1895 che la razza è essa stessa un dato economico, e che la base geografica (morfologia, territorio, condizioni naturali) e il tasso tecnico (trasporto, vie di comunicazione e metodi produttivi) costituiscono fattori extra economici che influenzano a loro volta i fattori economici.
    Ultima modifica di Stalinator; 22-01-10 alle 20:45

  8. #18
    Cromag
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    36,145
    Mentioned
    272 Post(s)
    Tagged
    46 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Rif: Marx

    Teorie economiche a parte , che si sono rivelate fallaci (non Oriana)Marx per me resta l'inventore del concetto di sovrastruttura , un'ideologia che nasce non spontaneamente ma dai valori di forza fra le classi sociali.
    Poi gli va dato merito di essersi focalizzato sul materialismo quale tendenza futura (ma già nata) delle società umane , oggi siamo proprio cosi , atomi individualizzati che non credono più ad alcuna ideologia se non nel metterlo nel culo al prossimo , il potere per il mero potere , fine di tutto.
    Merito che ovviamente condivide con altri studiosi del suo tempo , Hegel , Stirner etc
    Salvini, finto sovranista e vero neocon (sionista, americanista, ricchista)
    Maduro ce l'ha duro e ve lo mett'ar culo!

  9. #19
    email non funzionante
    Data Registrazione
    10 Dec 2009
    Messaggi
    101
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Marx

    Citazione Originariamente Scritto da Aristocle Visualizza Messaggio
    Naturalmente, ma vogliamo negare che cultura, politica ecc siano condizionate al 99% dal contesto economico?
    Marx non vuole dire che i magnati dei media e della ricchezza indirizzano l'opinione a loro piacimento. Vuole dire che le istituzioni e le credenze (incluse quelle religiose) non hanno una sostanza propria e sono un epifenomeno dei rapporti di produzione. I reazionari ridicolizzati nel terzo capitolo del Manifesto questo non lo hanno capito.

    Citazione Originariamente Scritto da Aristocle Visualizza Messaggio
    Schiavi salariati. Non gente che sia costretta a zappare dalla legge, ma dalla paura di morire di fame. Siccome la paura di morire di fame nell'Occidente non c'è più sono arrivati altri morti di fame da schiavizzare.
    Sì del resto non è troppo chiaro cosa spingerebbe le persone a lavorare così per far piacere al prossimo.

    Non si capisce neppure come possa giovare all'efficienza dello sfruttamento capitalistico la concessione dei diritti di cittadinanza, in luogo della sistematica rotazione della manodopera temporanea. Deve trattarsi del residuo sovrastrutturale di credenze non adeguate ai correnti rapporti di produzione.
    Ultima modifica di Lord Kitchener; 22-01-10 alle 20:57

  10. #20
    Aghori
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    9,736
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Marx

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Kitchener Visualizza Messaggio
    Marx non vuole dire che i magnati dei media e della ricchezza indirizzano l'opinione a loro piacimento. Vuole dire che le istituzioni e le credenze (incluse quelle religiose) non hanno una sostanza propria e sono un epifenomeno dei rapporti di produzione. I reazionari ridicolizzati nel terzo capitolo del Manifesto questo non lo hanno capito.
    Vabbè insomma, allora non va bene dire che la cultura è condizionata dall'economia

    Quel che resta poco chiaro è come possa giovare all'efficienza dello sfruttamento capitalistico la concessione dei diritti di cittadinanza, in luogo della sistematica rotazione della manodopera temporanea. Deve trattarsi del residuo sovrastrutturale di credenze non adeguate ai correnti rapporti di produzione.
    Giusto, sono d'accordo. Infatti non c'è soluzione. Ma poco male.
    Gli Arya seggono ancora al picco dell'avvoltoio.

 

 
Pagina 2 di 6 PrimaPrima 123 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [Libri] Da Marx a Marx?
    Di Outis nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 13-06-07, 23:27
  2. [Libri] Bellofiore Riccardo (a cura di), Da Marx a Marx?
    Di Outis nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-03-07, 12:42
  3. "Pensare con Marx, ripensare Marx" - 25/26 gennaio - Roma
    Di Outis nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-01-07, 15:04
  4. "Pensare con Marx, ripensare Marx"
    Di Outis nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-01-07, 11:36
  5. Marx 2
    Di Muntzer (POL) nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 26-04-06, 20:00

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226