User Tag List

Pagina 28 di 39 PrimaPrima ... 1827282938 ... UltimaUltima
Risultati da 271 a 280 di 388
Like Tree90Likes

Discussione: Crolli

  1. #271
    Moderatori anghe noi...
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    54,114
    Mentioned
    52 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Crolli

    Questa mattina, a proposito di previsioni "tellurgiche" (come dice un certo leghista), una nostra amica ci ha fatto vedere (leggermente spaventata a dir lo vero il che non ci ha esentato da prenderla amabilmente per le foindelles), un articolo pescato in rete dove si racconta di un signore inventore (?!?) del primo sismografo (bah, verificheremo) che alla fine del secolo scorso era in grado di pronosticare l'arrivo dei terremoti causati, secondo lui, dall'attrazione lunare e di altri pianeti.

    Il tizio, poi, sarebbe entrato nelle grazie addirittura di Mussolini ma fece una brutta fine morendo misteriosamente.
    Pare, di qui l'apprensione della nostra amica, che anche il terremoto in Emilia sia stato previsto dallo studioso.

    Per cui, signori, ognuno creda quel che gli pare ma, da oggi, SCRUTATE IL CIELO!
    Quando lo Stato non fa l'interesse del Cittadino,
    è il Cittadino che diventa Stato.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #272
    Forumista senior
    Data Registrazione
    25 Jan 2012
    Messaggi
    1,234
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Re: Rif: Re: Crolli

    Citazione Originariamente Scritto da Proteus Visualizza Messaggio
    Quantificare e precisare, prego.....

    Non restare sempre nel campo delle illazioni indimostrate....
    Citazione Originariamente Scritto da iome Visualizza Messaggio
    Per essere uno che di solito preferisce parlare di fatti ne hai... fatto di llazioni.
    Comunque quali sarebbero i fatti?

    Citazione Originariamente Scritto da iome Visualizza Messaggio
    Solo per citare gli ultimi: post #325 e post #329...
    Gli altri mancia.
    Citazione Originariamente Scritto da Proteus Visualizza Messaggio
    Opperbacco... ma di quale thread parli?

    Questo thread è di soli 246 post (questo tuo compreso).....

    In effetti il sonno mi ha giocato un brutto scherzo e ho invertito le cifre...
    I post a cui mi riferivo erano il #235 e il #239...
    E per farmi perdonare ne aggiungo un'altro gratis: il #141. Ma non prenderlo per vizio.

  3. #273
    Forumista senior
    Data Registrazione
    25 Jan 2012
    Messaggi
    1,234
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Re: Rif: Re: Crolli

    Citazione Originariamente Scritto da maxbar Visualizza Messaggio
    Quindi, tu caro berluscòide di FINTA destra, sai i nomi di chi:
    - ha autorizzato la costruzione dei capannoni;
    - ha certificato l'agibilità degli stessi;
    - probabilmente conosci anche CHI ha realizzato i capannoni;
    - conosci pure "l'area politica" di queste persone, ovviamente riferite a TUTTI i capannoni che hanno avuto problemi con il sisma.

    Perché non ti rechi in procura e fornisci loro questi dati, visto che probabilmente li stanno raccogliendo ef il tuo contributo potrebbe essere loro molto utile?

    P.S: NON hai risposto alla domanda. E ti faccio presente che capannoni ne ho visti vari. Non sono un tecnico, ma l'impressione, dopo che è successo il fattaccio in Emilia-Romagna, è che più di qualcuno di questi capannoni è costruito nella stessa maniera, con i traversi in cemento semplicemente APPOGGIATI ai pilastri di sostegno.
    Che sia perché anche qui in Veneto sono tutti COMUNISTI?
    Non riesco ad afferrare il senso del suo sproloquio.
    Perchè dovrei conoscere i nomi di chi ha autorizzato la costruzione dei capannoni crollati?
    A scoprirlo penserà chi di dovere .
    Io ho chiesto perchè i sinistrati come lei starnazzano e si lasciano andare a crisi isteriche se appena si accenna alla stranezza che siano crollati rovinosamente capannoni di recente costruzione.
    E ho ipotizzato che lo lo facciano perchè molti amministratori delle zone terremotate, (che quindi li hanno autorizzati) sono della loro (e sua) stessa parrocchia politica.
    Dalla sua scomposta reazione ho avuto la conferma di aver visto giusto.
    Riguardo al suo post scriptum... innanzitutto non ho presente quale domanda mi ha posto. Deve essermi sfuggita... Circa i capannoni, beh purtroppo dove sto, proprio intorno a casa mia ne hanno costruiti a centinaia, e non per reale fabbisogno, ma per mera speculazione immobiliare (infatti più della metà sono sfitti e inutilizzati) e non li dico le porcherie che hanno tirato su. Speriamo non tremi la terra perchè altrimenti viene giù tutto. Io sto in Lombardia, quindi zona formalmente "celeste" (anche se io abito in una enclave rossa), e a differenza di lei non ho simpatia per la sinistra, però mi sento di dire con sicurezza che non mi strapperei le vesti e non darei in escandescenze se qualcuno ipotizzasse che qualche amministratore locale politicamente affine alle mie idee politiche non è uno stinco di santo.
    Anche perchè so che non lo è. repapelle:
    Mi stia bene e veda di prendersi una camomilla.
    Ultima modifica di iome; 01-06-12 alle 16:45

  4. #274
    La Vengeance
    Data Registrazione
    18 Dec 2009
    Messaggi
    19,004
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Re: Rif: Re: Crolli

    Citazione Originariamente Scritto da Proteus Visualizza Messaggio
    IL mio maggiordomo è serio e non mi scoccia per delle cazzate
    o delle ipotesi di non-scienziati del settore.

    Nell'articolo da te linkato si dice:

    "Sul web in molti ritengono
    che la causa della scossa
    sia da ricercare nelle pratiche di fracking"


    che non è il massimo della serietà e dell'autorevolezza,
    caro Conte....
    Citazione Originariamente Scritto da maxbar Visualizza Messaggio
    Ho ricevuto questa mail. Mi sembra attinente con l'argomento.
    ------------------------------------------------------------

    Cari amici dopo le prime scosse del 20 maggio avevo deciso di tacere su quelle che sono le molto probabili cause o concause dello sciame sismico avvenuto in emilia, dopo le scosse di oggi molto forti non posso tacere sulle notizie concrete che tutti i mass media giornali e tv tacciono, parlando di tutto e del contrario di tutto senza minimamente toccare la vera questione, addirittura se qualche geologo innavertitamente sta andando sul discorso gli viene improvvisamente tolta la parola in diretta.
    Si tratta del fenomeno sempre più diffuso in pianura padana da almeno 2/3 anni, il fenomeno fracking che consiste, fondamentalmente, in perforazioni idrauliche le quali una volta arrivate in profondità piegano e corrono parallelamente al terreno; nei buchi creati, viene pompato ad alta pressione un po di tutto, a seconda della ricetta del perforatore, che, essendo segreto commerciale, non si può sapere. Si parla di svariate centinaia di perforazioni per verificare e a volte poi estrarre il gas dalla pianura padana, oltre al fatto che ci sono gia stati casi di subsidenza indotta.
    Nessuno sa che il nostro amato governo ha dato in mano ai texani di dallas la concessione di questa tecnica perforativa che tra l'altro è vietata in tanti paesi europei proprio per gli effetti collaterali, ad es. in inghilterra la stanno togliendo perchè ha fatto più danni che benefici. Nel caso i texani trovassero delle risorse estrattive al nostro governo andrà il 7% degli introiti, peccato che ai nostri politici sia sfuggito un particolare e cioè che la pianura padana sia strapiena di gente, case, capannoni, chiese, paesi e che se l'americano texano toglie il gas che per millenni si è sedimentato nel nostro sottosuolo per sostenere come un cuscinetto la nostra pianura padana, se lo toglierà tutto collasserà, è una cosa che capiscono in modo elementare anche i miei figli. Ci sono già nei paesi colpiti segni evidenti di collassamento del terreno, come ad es. quando una torta fuori dal forno collassa e si stacca dalle pareti, ecco la stessa cosa.
    Ecco perchè non vogliono che si sappia questa verità perchè già alla gente il governo non sta simpatico, figuriamoci se si dovesse prendere carico anche di questo errore astronomico cosa succederebbe? Minimo non verrebbero più pagate le tasse e gli americani estrattori verrebbero presi a calci nel sedere..
    Perciò la tecnica sarà sempre la stessa, ovvero parlare degli sfollati, intervistare geologi per non dire la verità, parlare di calciopoli e altri scandali per tentare di distrarci, come dire a Monti e compagnia proprio non ci voleva questa gatta da pelare.. Insomma la solita accozzaglia di gente che omette la verità come sistema, dimenticando che l'omissione ha lo stesso peso della menzogna, e vorrei ricordare loro che tutti questi furbetti o furboni un giorno dovranno spiegare bene alla Vita il loro operato ed il loro schieramento..
    A riprova di ciò un lettore su internet fa sapere che in uno dei maggiori comuni colpiti oggi c'era affisso il seguente bando di gara:
    Procedura aperta per laffidamento della concessione di costruzione e gestione rete di teleriscaldamento e indagine geologica esplorativa inerente un pozzo geotermico comprensive dei lavori strutturalmente e direttamente collegati.
    E vogliamo ancora credere alle montagne di cavolate che ci raccontano nel mentre ci devastano pure il territorio..
    fate girare, la conoscenza è un diritto di tutti.
    Le informazioni sopracitate hanno come fonte: in internet, trovate tutto, alcuni es.
    Il fracking é vietato in Francia, in Germania e in Vermont Il Vermont banna il fracking! - Cronache lodigiane
    la Bulgaria dice no al fracking
    l´allarme e le proteste si alzano in diversi paesi come l´Austria per esempio Fracking is a health risk in Vorarlberg - Business News - Austrian Times Online News - English Newspaper
    Ultine notizie da Dallas: Aleanna dice di essere pronta a trivellare l’Italia | STAMPA LIBERA

    fabrizio



    Postata la mail, la mia opinione:
    CAZZATE.
    Ho accorpato, forse ingiustamente ma intendo assumermene la responsabilità, i due interventi, quello di Proteus (che ritengo più educato ed al quale mi riservo di rispondere a parte) e quello del Maxbar poiché, malgrado contengano commenti diversi, per estratto dicono la stessa cosa sintetizzata nella categorica locuzione di Maxbar che eccelle nell'elargire questo genere di intonazioni che, nella realtà, sono atte a provarci che non le pronuncia per mera stupidità o per accertata superficialità, come chi non sapendo di cosa parlare, vi abbonda infinite volte citando una comune relazione tra conoscenti spesso assai vaga. Uno sforzo che apprezzo pur nella oggettiva consapevolezza che il velo protettivo che avrebbe dovuto avvolgere quel categorico giudizio così insulso sia evaporato prima ancora che egli abbia terminato di inviarcelo.

    Si dovrebbe motivare l'incredulità davanti alla ragionevole rappresentazione di motivi che sostengono gli argomenti dell'avversario.
    "Due cose hanno soddisfatto la mia mente con nuova e crescente ammirazione e soggezione e hanno occupato persistentemente il mio pensiero: il cielo stellato sopra di me e la legge morale dentro di me" (Immanuel Kant)

  5. #275
    La Vengeance
    Data Registrazione
    18 Dec 2009
    Messaggi
    19,004
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Re: Crolli

    Citazione Originariamente Scritto da Proteus Visualizza Messaggio
    IL mio maggiordomo è serio e non mi scoccia per delle cazzate
    o delle ipotesi di non-scienziati del settore.

    Nell'articolo da te linkato si dice:

    "Sul web in molti ritengono
    che la causa della scossa
    sia da ricercare nelle pratiche di fracking"


    che non è il massimo della serietà e dell'autorevolezza,
    caro Conte....
    Dunque Proteus, io, per non sapere né leggere né scrivere, sono andato a ricercare, per il tempo che mi è concesso, nel web. Ho trovato alcune similitudini tra la pianura Padana e la pianura dell'Ohio.
    Varrebbe la pena di dare una occhiata.

    Poi, se dietro alla negatori aprioristica c'è il tentativo di salvare Monti, che, pare, sia direttamente o indirettamente coinvolto nel via libera alle "brillanti" incursioni americane (poiché la gente del posto, intervistata, ha fatto sigle e nomi ben precisi riconducibili agli USA) laddove gran parte del mondo ha posto un netto diniego alla pratica in questione, allora è un altro paio di maniche.

    Terremoti nell’Ohio provocati dall’ “Hydraulic fracking” ?
    In Ohio la tecnica di estrazione del gas tramite acqua pressurizzata, già sotto accusa per gli impatti sulle acque superficiali, è stata associata all’aumento della frequenza di lievi terremoti nelle zone circostanti. Un gas fossile che se utilizzato aumenta ulteriormente la quantità di CO2 nell’atmosfera.

    La pratica dell’”Hydraulic fracking” (frantumazione idraulica), cioè l’estrazione del gas naturale con acqua pressurizzata da strati profondi, è da tempo sotto accusa negli Stati Uniti per i conseguenti rischi di inquinamento delle falde acquifere, come raccontato su Scientific American. Il processo di estrazione è difficile perché i giacimenti sedimentari che ospitano il gas sono profondi, al di sotto delle falde e racchiusi tra strati di rocce argillose impermeabili, ed è quindi indispensabile ricorrere a tecniche di trivellazione mediante pozzi, simili a quelli per l’estrazione del petrolio.

    Source: A.Granberg: WSJ Research /Chesapeack Energy.



    Il processo è illustrato nella figura a fianco. L’estrazione viene effettuata ricorrendo inizialmente ad un pozzo verticale, ma che nella parte finale sotterranea si sviluppa orizzontalmente; lo “spillamento” (tapping) del gas naturale avviene attraverso la tecnica dell’“hydraulic fracking” delle rocce scistose.
    La perforazione viene condotta per 1-3 kme man mano il pozzo viene incamiciato con una tubazione di acciaio. Le pareti del pozzo sono consolidate e cementificate fino al di sotto del livello delle falde naturali, per evitare che il gas o i fluidi di trivellazione ed estrazione risalgano all’esterno della pipeline di acciaio o finiscano nella falda stessa inquinandola.
    Una volta raggiunta la profondità del giacimento si fa compiere una svolta a gomito a 90° al pozzo di trivellazione e si prosegue ancora per alcune centinaia di metri continuando a incamiciarlo con la tubazione di acciaio. Quindi si inietta sotto forte pressione una sospensione di acqua e sabbia (per lo più silicea) contenente anche antiaggreganti, che servono a stabilizzarla, nonché battericidi e altri prodotti chimici (tra cui alcuni notoriamente cancerogeni, come il benzene). La parte terminale della camicia porta delle cariche che si fanno esplodere elettricamente, provocando sia dei fori nella tubazione che delle estese fratture, ramificate in tutte le direzioni, nelle fragili rocce circostanti. Le fratture e fenditure vengono mantenute pervie da grani di sabbia silicea opportunamente dimensionati. A volte, se la pressione di pompaggio è sufficientemente forte, bastano dei fori nella camicia di acciaio, senza bisogno di ricorrere a cariche esplosive.
    Il gas compresso, fuoriuscente dalle fratture, entra controcorrente nella tubazione, risalendola fino alla superficie dove verrà incanalato verso gli impianti di stoccaggio e poi di raffinazione. Mentre continua il pompaggio forzato, l’acqua a sua volta risale e viene raccolta in ampi bacini aperti per far decantare i detriti e degassarsi parzialmente, quindi viene riutilizzata.

    Finora le principali contestazioni a questa tecnica avevano riguardato il pericolo di inquinamento delle falde superficiali, vuoi per fratture nelle pareti di cemento dei pozzi, poco accuratamente colate, vuoi per la cattiva impermeabilizzazione del fondo dei bacini di raccolta delle acque di risalita dai pozzi (in qualche caso hanno traboccato a causa di piogge torrenziali). Talvolta dai rubinetti domestici sono fuoriusciti gas infiammabili o fanghi maleodoranti. Le Autorità dello Stato di New York hanno proibito l’estrazione, con questo metodo, nei bacini idrografici utilizzati per l’approvvigionamento idrico delle grandi città e hanno chiesto di utilizzare solo serbatoi stagni per lo stoccaggio.
    Recentemente negli Stati Uniti la pratica dell’Hydraulic fracking è stata accusata di avere aumentato la frequenza dei terremoti. Intorno alla cittadina di Youngstown (Ohio) si sono succeduti ben 11 terremoti, di cui gli ultimi due del grado 2.7 e 4 (alle 20.05 del 31 dicembre) della scala Richter, come segnalato da numerose note di diverse Agenzie di Stampa. In questo caso i sismi hanno avuto un ipocentro molto superficiale (3 –5 km), per cui i danni sono stati notevoli, malgrado l’energia fosse limitata: interruzione di molte sedi della rete stradale (Figura 2) e lesioni alle abitazioni. I sismi si sono protratti per tutto il periodo del pompaggio di acqua e sabbia dopo le esplosioni iniziali. A parità di energia sviluppata, come misurata dai gradi della scala Richter, se l’ipocentro è molto profondo (30 –60 km come nel caso dei recenti sismi nel Nord Italia) i danni possono essere più limitati.
    Associazioni di cittadini infuriati per le continue e inusuali scosse sismiche, hanno ottenuto dalle autorità dell’Ohio la chiusura provvisoria di alcuni impianti di trivellazione della Northstar Disposal Service attorno alla città di Youngstown. Il blocco è momentaneo perché questa tecnologia di estrazione del gas è stata finora ritenuta regolare dai regolamenti federali.

    Sorpresa di Capodanno in Ohio. Foto di Martin Luff



    Lo Stato dell’Ohio è costituito da una vasta pianura, in gran parte alluvionale e di fatto non sismica, compresa tra il grande fiume (da cui prende il nome) a Sud e ad Est, il Lago Erie a Nord e gli stati del Michigan, sempre al Nord, e dell’Indiana ad Ovest.
    Una indagine sismica (non ancora pubblicata) si sta conducendo da parte di ricercatori della Columbia University su incarico dell’ Ohio Department of Natural Research. I ricercatori deducono che i movimenti potrebbero essere causati dallo slittamento delle rocce scistose lungo faglie alla stessa profondità del pozzo di fracking, ma distanti anche alcuni chilometri, causati non dal pompaggio sotto pressione o dalle esplosioni, bensì dall’azione lubrificante degli additivi alle interfacce di rocce adiacenti.
    L’Agenzia ambientale americana EPA non si è ancora pronunciata sull’origine certa di questi fenomeni, che vengono minimizzate dalle imprese coinvolte: le trivellazioni raggiungono strati molto distanti dalle falde superficiali. Per cui sia il pericolo di inquinamento delle stesse, sia la destabilizzazione di molte centinaia di metri di rocce sovrastanti la ramificazione orizzontale sarebbero da escludere. Ma i meccanismi che provocano questi sismi possono essere molteplici. In questo tipo di trivellazioni vengono usate enormi quantità di acqua (anche 15 milioni di litri per pozzo) e centinaia di litri di additivi chimici.
    Inoltre il 75% dell’acqua di pompaggio risale in superficie, portando con se sali e residui radioattivi estratti dagli strati profondi. Comunque l’EPA si è riservata di produrre un rapporto nel corso del 2012, visto i pareri contrastanti di numerosi esperti.
    A differenza dell’Ohio, il sud dell’Oklahoma è territorio sismico e l’anno scorso tra il 17 e il 19 gennaio, si sono infatti registrate 43 scosse da 1 a 2,3 gradi Richter, che in un rapporto dell’Oklahoma Geological Survey sono stata associate al fracking.
    In Europa invece, nel maggio scorso dopo due lievi scosse nei pressi di Blackpool, le proteste degli abitanti hanno costretto il governo britannico a sospendere le operazioni della Cuadrilla Resources, in attesa di nuove valutazioni d’impatto (come raccontato su Technology Review).

    I sostenitori del processo di Hydraulic fracking ritengono che, dal punto di vista ambientale, il processo ha un impatto ambientale minore rispetto all’emungimento di petrolio delle rocce scistose condotto in superficie, come avvenuto in passato per i giacimenti dei monti Appalachi, dove era stato effettuato il decapsulamento delle cime e dei pendii per sfruttarli a cielo aperto. Analogamente, nell’Alberta canadese, lungo il fiume Athabaska, sono state distrutte intere praterie e boschi con l’intento di trattare il bitume con acqua calda per fonderlo ed estrarre l’olio greggio. L’Hydraulic fracking invece consentirebbe di limitare di molto le perdite di gas in atmosfera.
    Le stime fanno ammontare a 23.000 miliardi di metri cubi di gas naturale, prevalentemente metano, nelle rocce scistose dei soli Stati Uniti Le perdite dirette di metano sono in proporzione più pericolose della sua combustione perché questo gas è circa 25 volte più efficace della CO2 come effetto serra. Ma se anche non vi fossero perdite di gas, come nei processi di estrazioni degli oli petroliferi a cielo aperto, la combustione di questa enorme quantità di gas comporterebbe l’immissione in pochi anni di altrettanti metri cubi di anidride carbonica nell’atmosfera (il contenuto di carbonio per unità di volume di metano e di anidride carbonica è lo stesso), con un ulteriore contributo al riscaldamento globale.



    Testo di Guido Barone, con contributi di Silvie Coyaud, Luca Lombroso, Riccardo Reitano, Claudio Cassardo, Daniele Pernigotti e Stefano Caserini.


    Climalteranti.it » Terremoti nell
    "Due cose hanno soddisfatto la mia mente con nuova e crescente ammirazione e soggezione e hanno occupato persistentemente il mio pensiero: il cielo stellato sopra di me e la legge morale dentro di me" (Immanuel Kant)

  6. #276
    Me, Myself, I
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    112,852
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Re: Crolli

    Citazione Originariamente Scritto da Edmond Dantés Visualizza Messaggio
    Dunque Proteus, io, per non sapere né leggere né scrivere, sono andato a ricercare, per il tempo che mi è concesso, nel web. Ho trovato alcune similitudini tra la pianura Padana e la pianura dell'Ohio.
    Varrebbe la pena di dare una occhiata.

    Poi, se dietro alla negatori aprioristica c'è il tentativo di salvare Monti, che, pare, sia direttamente o indirettamente coinvolto nel via libera alle "brillanti" incursioni americane (poiché la gente del posto, intervistata, ha fatto sigle e nomi ben precisi riconducibili agli USA) laddove gran parte del mondo ha posto un netto diniego alla pratica in questione, allora è un altro paio di maniche.

    Terremoti nell’Ohio provocati dall’ “Hydraulic fracking” ?
    In Ohio la tecnica di estrazione del gas tramite acqua pressurizzata, già sotto accusa per gli impatti sulle acque superficiali, è stata associata all’aumento della frequenza di lievi terremoti nelle zone circostanti. Un gas fossile che se utilizzato aumenta ulteriormente la quantità di CO2 nell’atmosfera.

    La pratica dell’”Hydraulic fracking” (frantumazione idraulica), cioè l’estrazione del gas naturale con acqua pressurizzata da strati profondi, è da tempo sotto accusa negli Stati Uniti per i conseguenti rischi di inquinamento delle falde acquifere, come raccontato su Scientific American. Il processo di estrazione è difficile perché i giacimenti sedimentari che ospitano il gas sono profondi, al di sotto delle falde e racchiusi tra strati di rocce argillose impermeabili, ed è quindi indispensabile ricorrere a tecniche di trivellazione mediante pozzi, simili a quelli per l’estrazione del petrolio.

    Source: A.Granberg: WSJ Research /Chesapeack Energy.



    Il processo è illustrato nella figura a fianco. L’estrazione viene effettuata ricorrendo inizialmente ad un pozzo verticale, ma che nella parte finale sotterranea si sviluppa orizzontalmente; lo “spillamento” (tapping) del gas naturale avviene attraverso la tecnica dell’“hydraulic fracking” delle rocce scistose.
    La perforazione viene condotta per 1-3 kme man mano il pozzo viene incamiciato con una tubazione di acciaio. Le pareti del pozzo sono consolidate e cementificate fino al di sotto del livello delle falde naturali, per evitare che il gas o i fluidi di trivellazione ed estrazione risalgano all’esterno della pipeline di acciaio o finiscano nella falda stessa inquinandola.
    Una volta raggiunta la profondità del giacimento si fa compiere una svolta a gomito a 90° al pozzo di trivellazione e si prosegue ancora per alcune centinaia di metri continuando a incamiciarlo con la tubazione di acciaio. Quindi si inietta sotto forte pressione una sospensione di acqua e sabbia (per lo più silicea) contenente anche antiaggreganti, che servono a stabilizzarla, nonché battericidi e altri prodotti chimici (tra cui alcuni notoriamente cancerogeni, come il benzene). La parte terminale della camicia porta delle cariche che si fanno esplodere elettricamente, provocando sia dei fori nella tubazione che delle estese fratture, ramificate in tutte le direzioni, nelle fragili rocce circostanti. Le fratture e fenditure vengono mantenute pervie da grani di sabbia silicea opportunamente dimensionati. A volte, se la pressione di pompaggio è sufficientemente forte, bastano dei fori nella camicia di acciaio, senza bisogno di ricorrere a cariche esplosive.
    Il gas compresso, fuoriuscente dalle fratture, entra controcorrente nella tubazione, risalendola fino alla superficie dove verrà incanalato verso gli impianti di stoccaggio e poi di raffinazione. Mentre continua il pompaggio forzato, l’acqua a sua volta risale e viene raccolta in ampi bacini aperti per far decantare i detriti e degassarsi parzialmente, quindi viene riutilizzata.

    Finora le principali contestazioni a questa tecnica avevano riguardato il pericolo di inquinamento delle falde superficiali, vuoi per fratture nelle pareti di cemento dei pozzi, poco accuratamente colate, vuoi per la cattiva impermeabilizzazione del fondo dei bacini di raccolta delle acque di risalita dai pozzi (in qualche caso hanno traboccato a causa di piogge torrenziali). Talvolta dai rubinetti domestici sono fuoriusciti gas infiammabili o fanghi maleodoranti. Le Autorità dello Stato di New York hanno proibito l’estrazione, con questo metodo, nei bacini idrografici utilizzati per l’approvvigionamento idrico delle grandi città e hanno chiesto di utilizzare solo serbatoi stagni per lo stoccaggio.
    Recentemente negli Stati Uniti la pratica dell’Hydraulic fracking è stata accusata di avere aumentato la frequenza dei terremoti. Intorno alla cittadina di Youngstown (Ohio) si sono succeduti ben 11 terremoti, di cui gli ultimi due del grado 2.7 e 4 (alle 20.05 del 31 dicembre) della scala Richter, come segnalato da numerose note di diverse Agenzie di Stampa. In questo caso i sismi hanno avuto un ipocentro molto superficiale (3 –5 km), per cui i danni sono stati notevoli, malgrado l’energia fosse limitata: interruzione di molte sedi della rete stradale (Figura 2) e lesioni alle abitazioni. I sismi si sono protratti per tutto il periodo del pompaggio di acqua e sabbia dopo le esplosioni iniziali. A parità di energia sviluppata, come misurata dai gradi della scala Richter, se l’ipocentro è molto profondo (30 –60 km come nel caso dei recenti sismi nel Nord Italia) i danni possono essere più limitati.
    Associazioni di cittadini infuriati per le continue e inusuali scosse sismiche, hanno ottenuto dalle autorità dell’Ohio la chiusura provvisoria di alcuni impianti di trivellazione della Northstar Disposal Service attorno alla città di Youngstown. Il blocco è momentaneo perché questa tecnologia di estrazione del gas è stata finora ritenuta regolare dai regolamenti federali.

    Sorpresa di Capodanno in Ohio. Foto di Martin Luff



    Lo Stato dell’Ohio è costituito da una vasta pianura, in gran parte alluvionale e di fatto non sismica, compresa tra il grande fiume (da cui prende il nome) a Sud e ad Est, il Lago Erie a Nord e gli stati del Michigan, sempre al Nord, e dell’Indiana ad Ovest.
    Una indagine sismica (non ancora pubblicata) si sta conducendo da parte di ricercatori della Columbia University su incarico dell’ Ohio Department of Natural Research. I ricercatori deducono che i movimenti potrebbero essere causati dallo slittamento delle rocce scistose lungo faglie alla stessa profondità del pozzo di fracking, ma distanti anche alcuni chilometri, causati non dal pompaggio sotto pressione o dalle esplosioni, bensì dall’azione lubrificante degli additivi alle interfacce di rocce adiacenti.
    L’Agenzia ambientale americana EPA non si è ancora pronunciata sull’origine certa di questi fenomeni, che vengono minimizzate dalle imprese coinvolte: le trivellazioni raggiungono strati molto distanti dalle falde superficiali. Per cui sia il pericolo di inquinamento delle stesse, sia la destabilizzazione di molte centinaia di metri di rocce sovrastanti la ramificazione orizzontale sarebbero da escludere. Ma i meccanismi che provocano questi sismi possono essere molteplici. In questo tipo di trivellazioni vengono usate enormi quantità di acqua (anche 15 milioni di litri per pozzo) e centinaia di litri di additivi chimici.
    Inoltre il 75% dell’acqua di pompaggio risale in superficie, portando con se sali e residui radioattivi estratti dagli strati profondi. Comunque l’EPA si è riservata di produrre un rapporto nel corso del 2012, visto i pareri contrastanti di numerosi esperti.
    A differenza dell’Ohio, il sud dell’Oklahoma è territorio sismico e l’anno scorso tra il 17 e il 19 gennaio, si sono infatti registrate 43 scosse da 1 a 2,3 gradi Richter, che in un rapporto dell’Oklahoma Geological Survey sono stata associate al fracking.
    In Europa invece, nel maggio scorso dopo due lievi scosse nei pressi di Blackpool, le proteste degli abitanti hanno costretto il governo britannico a sospendere le operazioni della Cuadrilla Resources, in attesa di nuove valutazioni d’impatto (come raccontato su Technology Review).

    I sostenitori del processo di Hydraulic fracking ritengono che, dal punto di vista ambientale, il processo ha un impatto ambientale minore rispetto all’emungimento di petrolio delle rocce scistose condotto in superficie, come avvenuto in passato per i giacimenti dei monti Appalachi, dove era stato effettuato il decapsulamento delle cime e dei pendii per sfruttarli a cielo aperto. Analogamente, nell’Alberta canadese, lungo il fiume Athabaska, sono state distrutte intere praterie e boschi con l’intento di trattare il bitume con acqua calda per fonderlo ed estrarre l’olio greggio. L’Hydraulic fracking invece consentirebbe di limitare di molto le perdite di gas in atmosfera.
    Le stime fanno ammontare a 23.000 miliardi di metri cubi di gas naturale, prevalentemente metano, nelle rocce scistose dei soli Stati Uniti Le perdite dirette di metano sono in proporzione più pericolose della sua combustione perché questo gas è circa 25 volte più efficace della CO2 come effetto serra. Ma se anche non vi fossero perdite di gas, come nei processi di estrazioni degli oli petroliferi a cielo aperto, la combustione di questa enorme quantità di gas comporterebbe l’immissione in pochi anni di altrettanti metri cubi di anidride carbonica nell’atmosfera (il contenuto di carbonio per unità di volume di metano e di anidride carbonica è lo stesso), con un ulteriore contributo al riscaldamento globale.



    Testo di Guido Barone, con contributi di Silvie Coyaud, Luca Lombroso, Riccardo Reitano, Claudio Cassardo, Daniele Pernigotti e Stefano Caserini.


    Climalteranti.it » Terremoti nell
    fuckingredcooperator likes this ... :sofico:

  7. #277
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    10 Oct 2010
    Messaggi
    17,291
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Re: Crolli

    Citazione Originariamente Scritto da Edmond Dantés Visualizza Messaggio
    Dunque Proteus, io, per non sapere né leggere né scrivere, sono andato a ricercare, per il tempo che mi è concesso, nel web. Ho trovato alcune similitudini tra la pianura Padana e la pianura dell'Ohio.
    Varrebbe la pena di dare una occhiata.

    Poi, se dietro alla negatori aprioristica c'è il tentativo di salvare Monti, che, pare, sia direttamente o indirettamente coinvolto nel via libera alle "brillanti" incursioni americane (poiché la gente del posto, intervistata, ha fatto sigle e nomi ben precisi riconducibili agli USA) laddove gran parte del mondo ha posto un netto diniego alla pratica in questione, allora è un altro paio di maniche.
    Ma perché ti offri IMPAVIDO all'ironia mia e degli altri forumisti?

    Non ce n'è già troppi di aspiranti-scienziati-pazzi?

    No?

    Per movimentare il fine settimana ci voleva
    anche il tuo "fracking" e la zecca di Berlusconi?

    Comunque lo sai come la penso:
    chi mi fa ridere è sempre ben accetto da me.
    Ultima modifica di Proteus; 01-06-12 alle 18:19

  8. #278
    תקווה
    Data Registrazione
    02 Feb 2011
    Messaggi
    2,444
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Re: Crolli

    Citazione Originariamente Scritto da MrBojangles Visualizza Messaggio
    fuckingredcooperator likes this ... :sofico:
    .

    La parola "onore" non esiste nel mio lessico,pertanto non rispondo ai "fasci",amanti di quella parola.
    PS-Non rispondo alle "carogne" craxiane,agli "anarco-cazzari" e agli "adepti della setta del pluriomicida condannato in via definitiva"

  9. #279
    Moderatori anghe noi...
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    54,114
    Mentioned
    52 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Re: Crolli

    Citazione Originariamente Scritto da Edmond Dantés Visualizza Messaggio
    Ho trovato alcune similitudini tra la pianura Padana e la pianura dell'Ohio.
    Varrebbe la pena di dare una occhiata.
    Non entriamo nel merito di queste teorie "tellurgiche" avendo altre opinioni al riguardo e volendo rispettare quelle d'ognuno.

    Però questa similitudite tra la pianura Padana e l'OHIO non ci convince granché ritornandoci invece alla mente quell'altra, ben più divertente, che riguardava la similitudine tra OHIO e Abruzzo vagheggiata dall'allora segretario del Partito Depresso, Veltroni Uòlter.

    Si riferiva all'abbronzato Barack Hussein e, davanti ad un buffet a stelle e strisce affatto calorico (pollo fritto, hamburger, patatine, salse piccanti, maionese, coca cola, cheesecake e muffin) il 5 novembre 2008 proclamava solennemente: «Se è vero che in Ohio ha vinto, se le proiezioni verranno confermate, se il distacco resterà questo, allora possiamo dire che la storia ha preso la strada che volevamo, quella della speranza».

    Ma anche no.

    Infatti poco più d'un mese dopo l'O-Ahio! abruzzese si incaricò di negargli cocentemente ogni speranza nonostante la stramba coalizione di cespugli e cespuglietti che tanto somigliavano all'Ulivo che lui deprecava.
    Edmond Dantés likes this.
    Quando lo Stato non fa l'interesse del Cittadino,
    è il Cittadino che diventa Stato.

  10. #280
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    10 Oct 2010
    Messaggi
    17,291
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Re: Crolli

    Citazione Originariamente Scritto da Kobra Visualizza Messaggio
    Non entriamo nel merito di queste teorie "tellurgiche" avendo altre opinioni al riguardo e volendo rispettare quelle d'ognuno.

    Però questa similitudite tra la pianura Padana e l'OHIO non ci convince granché ritornandoci invece alla mente quell'altra, ben più divertente, che riguardava la similitudine tra OHIO e Abruzzo vagheggiata dall'allora segretario del Partito Depresso, Veltroni Uòlter.

    Si riferiva all'abbronzato Barack Hussein e, davanti ad un buffet a stelle e strisce affatto calorico (pollo fritto, hamburger, patatine, salse piccanti, maionese, coca cola, cheesecake e muffin) il 5 novembre 2008 proclamava solennemente: «Se è vero che in Ohio ha vinto, se le proiezioni verranno confermate, se il distacco resterà questo, allora possiamo dire che la storia ha preso la strada che volevamo, quella della speranza».

    Ma anche no.

    Infatti poco più d'un mese dopo l'O-Ahio! abruzzese si incaricò di negargli cocentemente ogni speranza nonostante la stramba coalizione di cespugli e cespuglietti che tanto somigliavano all'Ulivo che lui deprecava.
    Il solito IMMANCABILE must...

 

 
Pagina 28 di 39 PrimaPrima ... 1827282938 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 06-02-13, 20:07
  2. Nessuno sa quanto è probabile che l’euro crolli...
    Di salvo.gerli nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 25-07-12, 14:28
  3. Che crolli la scuola ma in testa a chi diciamo noi...
    Di bixio_cv (POL) nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 14-01-09, 15:05
  4. Primi crolli manifesti della SocialDemocrazia: Islanda
    Di JohnPollock nel forum Economia e Finanza
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 04-11-08, 13:20
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-12-05, 20:39

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226